HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

SERVIZI

FOTO

TERRITORIO

 

Cotrab: l’appello accorato alle Istituzioni di chi ne subisce le difficoltà

29/11/2019



Al presidente della Giunta lucana Vito bardi, al presidente del Consiglio Regionale Carmine Cicala, all'assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Donatella Merra.
Presidente Bardi, presidente Cicala, assessore Merra, chi vi scrive è un cittadino lucano di 33 anni, sposato con una splendida bimba di poco più di un mese.
Lavoro per un'azienda facente parte del Cotrab. Sono ormai anni che io e i miei colleghi, viviamo una situazione assurda ed insostenibile.
Da anni con regolarità non riusciamo più a percepire in data certa gli stipendi, pur recandoci regolarmente e con passione, tutte le mattine a lavoro.
Abbiamo appreso dalle varie sigle sindacali, dalle rispettive aziende, dalla Regione Basilicata ecc. , le problematiche che attanagliano da troppi anni questo settore. Abbiamo percorso tutte le strade che la legge ci consente, ma ad oggi ancora vediamo negarci il diritto di essere retribuiti per il lavoro che svolgiamo. Chi vi scrive lo fa fuori da strumentalizzazioni politiche e, pur condividendone molte battaglie da appartenenze sindacali, chi vi scrive lo fa per chiedervi se è normale tutto questo? Far parte di un consorzio, dove non esiste una uniformità nei contratti, nei pagamenti, nelle condizioni quali noi, ultimo anello di una catena già debole, siamo chiamati ad operare?
Mesi e mesi dove addirittura ci sentiamo come elemosinieri che chiedono la carità, assenti nella programmazione e solo menzionati ai tavoli quando veniamo usati come merce di scambio. Presidente Bardi, presidente Cicala, assessore Merra, credo sia giunto il tempo per una classe politica degna di questo nome, di fornire non solo risposte a queste semplici, ma drammatiche domande, ma finalmente risolvere definitivamente questa situazione.
Presidente Bardi, presidente Cicala, assessore Merra, abbiamo già avuto, da chi vi ha preceduto, rassicurazioni e promesse puntualmente disattese, per tanto evitate di rinnovare la fastidiosa Melina politica e più tosto fate ricorso a quanto la legge vi consente per ripristinare giustizia sociale in questa Regione.
Per qualsiasi chiarimento, o informazione, resto a disposizione ma purtroppo non più tanto fiducioso per un rapido "cambiamento ".
Vi porgo distinti saluti.

Luigi Ziccarelli



ALTRE NEWS

CRONACA

14/12/2019 - Lauria, maltempo: domani scuole chiuse
13/12/2019 - Lauria, sindaco: ‘Al momento 6 feriti di cui uno grave’
13/12/2019 - Viggianello: frana su strada Fiumara
13/12/2019 - Lauria: il vento scoperchia il Palazzetto ci sarebbero 6 feriti, uno grave

SPORT

14/12/2019 - Volley: rinviata la gara della Geovertical Geosat
13/12/2019 - Potenza: dal carcere al calcio a 5
12/12/2019 - Calcio: giocati alcuni recuperi nei principali tornei regionali
12/12/2019 - Matera: corri con Babbo Natale

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

13/12/2019 Calvello: interruzione idrica

A causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa in via Roma e Largo Plebiscito dalle ore 09:00 alle ore 12:00, di oggi salvo imprevisti.

13/12/2019 Rionero in Vulture: interruzione idrica

A causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa in via Plastino e strade limitrofe dalle ore 09:00 circa e fino al termine dei lavori, salvo imprevisti.

12/12/2019 Sospensioni idriche 12 dicembre 2019

Policoro: a causa di un guasto improvviso su condotta, l'erogazione idrica sarà sospesa in via Gonzaga dalle ore 15:00 circa di oggi fino al termine dei lavori.
Trecchina: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa in località Colla dalle ore 15:00 di oggi fino al termine dei lavori.

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo