HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

SERVIZI

FOTO

TERRITORIO

 

Cotrab: l’appello accorato alle Istituzioni di chi ne subisce le difficoltà

29/11/2019



Al presidente della Giunta lucana Vito bardi, al presidente del Consiglio Regionale Carmine Cicala, all'assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Donatella Merra.
Presidente Bardi, presidente Cicala, assessore Merra, chi vi scrive è un cittadino lucano di 33 anni, sposato con una splendida bimba di poco più di un mese.
Lavoro per un'azienda facente parte del Cotrab. Sono ormai anni che io e i miei colleghi, viviamo una situazione assurda ed insostenibile.
Da anni con regolarità non riusciamo più a percepire in data certa gli stipendi, pur recandoci regolarmente e con passione, tutte le mattine a lavoro.
Abbiamo appreso dalle varie sigle sindacali, dalle rispettive aziende, dalla Regione Basilicata ecc. , le problematiche che attanagliano da troppi anni questo settore. Abbiamo percorso tutte le strade che la legge ci consente, ma ad oggi ancora vediamo negarci il diritto di essere retribuiti per il lavoro che svolgiamo. Chi vi scrive lo fa fuori da strumentalizzazioni politiche e, pur condividendone molte battaglie da appartenenze sindacali, chi vi scrive lo fa per chiedervi se è normale tutto questo? Far parte di un consorzio, dove non esiste una uniformità nei contratti, nei pagamenti, nelle condizioni quali noi, ultimo anello di una catena già debole, siamo chiamati ad operare?
Mesi e mesi dove addirittura ci sentiamo come elemosinieri che chiedono la carità, assenti nella programmazione e solo menzionati ai tavoli quando veniamo usati come merce di scambio. Presidente Bardi, presidente Cicala, assessore Merra, credo sia giunto il tempo per una classe politica degna di questo nome, di fornire non solo risposte a queste semplici, ma drammatiche domande, ma finalmente risolvere definitivamente questa situazione.
Presidente Bardi, presidente Cicala, assessore Merra, abbiamo già avuto, da chi vi ha preceduto, rassicurazioni e promesse puntualmente disattese, per tanto evitate di rinnovare la fastidiosa Melina politica e più tosto fate ricorso a quanto la legge vi consente per ripristinare giustizia sociale in questa Regione.
Per qualsiasi chiarimento, o informazione, resto a disposizione ma purtroppo non più tanto fiducioso per un rapido "cambiamento ".
Vi porgo distinti saluti.

Luigi Ziccarelli



ALTRE NEWS

CRONACA

6/06/2020 - Provincia di Potenza: 14 persone denunciate e 5 segnalate in più comuni
6/06/2020 - Emergenza Covid-19, aggiornamento del 6 giugno (dati 5 giugno)
6/06/2020 - Cia-agricoltori: battuta d’arresto per produzioni Dop, Igp, Stg
5/06/2020 - Asp: ripresa l’attività di prenotazione attraverso il CUP

SPORT

6/06/2020 - ''Gruppo 31'' contro retrocessioni in D: 'nessuna risposta alla diffida''
6/06/2020 - ‘Riprendono le bocce, ma ancora fermi gli atleti paralimpici’
6/06/2020 - Ripresa delle attività sportive: pubblicato il protocollo attuativo per il calcio giovanile e dilettantistico
4/06/2020 - La FIGC istituisce il Fondo Salva Calcio. Gravina: 'Iniziativa senza precedenti'

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

6/06/2020 Sospensioni idriche

Armento: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:45 di oggi fino al termine dei lavori. ARMENTO: Contrada Scarnata, Contrada Agri e zone limitrofe

5/06/2020 Sospensione idrica a Sant'Angelo Le Fratte

Sant'Angelo Le Fratte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti. SANT'ANGELO LE FRATTE: C/de Fellana, Farisi, Marchitelle e zone limitrofi

5/06/2020 Inps: necessaria una DSU valida per ottenere il Reddito di Emergenza

L’esame delle prime richieste di Reddito di Emergenze (REm) pervenute all’Inps ha evidenziato come numerose domande siano prive di una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) valida.
L’Istituto ha illustrato con la circolare n. 69 del 3 giugno 2020 le norme che disciplinano il REm, la nuova misura di sostegno economico introdotta con il decreto legge n. 34/2020 (articolo 82) in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
Nella circolare è precisato che fra i requisiti richiesti al momento della presentazione della domanda, in aggiunta a quelli socio-economici previsti dalla legge, è indispensabile la presenza di una DSU valida.
In mancanza, la domanda non potrà essere accolta e sarà quindi necessario presentare una DSU valida e, successivamente, una nuova domanda di REm.
Si ricorda che le domande possono essere presentate entro e non oltre il 30 giugno 2020, attraverso i seguenti canali:
- online, dal sito www.inps.it, autenticandosi con PIN, SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di livello 2, CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e CIE (Carta di Identità Elettronica);
- tramite i servizi offerti dai Patronati.

Abbiamo già dimenticato tutto
di Gerardo Melchionda

Dopo il virus Sars-Cov-2, speravamo di non tornare alla “passata normalità” invece, dimenticando tutto, assistiamo alla gioia di una società privata che ha portato in orbita, nello spazio, un equipaggio verso la Stazione spaziale internazionale (Iss). Si suggella la privatizzazione dello spazio e si procede senza freni verso la privatizzazione selvaggia, la mercificazione e la svendita di tutto ciò che è “comune”.
E mentre questo avviene, tra il tripud...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo