HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
Economie e strategie di guerra per combattere la pandemia da Coronavirus

28/03/2020

Anticamente le malattie che colpivano la umanità, e specie la peste ma anche il colera,si manifestavano per lo più con sintomi spesso eclatanti, per cui coloro che prestavano assistenza potevano essere preparati a svolgere questo compito anche se al tempo non esistevano maschere, camici e disinfettanti e gli ospedali quasi inesistenti.
La storia ci ricorda che i monatti svolgevano questo compito, aiutati da persone che avevano superato la malattia e quindi protetti dalla natura.
Già con la SPAGNOLA del 1918 abbiamo iniziato a combattere malattie subdole che non facilmente venivano identificate, diagnosticate e curate con circospezione, dato l’alto contagio non sempre evitabile. Dopo di allora ci sono state altre epidemie di modeste entità, determinate da virus dei quali con molta difficoltà si identificava la provenienza e quindi si era impotenti a premunirsi contro il contagio.
Tutto questo si è ripetuto con il CORONAVIRUS, che si diffonde silente, alcune volte asintomatico, per cui viene trasmesso e nel soggetto molto ricettivo manifesta i sintomi con evidenza.
Certamente la esecuzione del test per accertare la sua presenza(con tempi lunghi ora provvidenzialmente ridotti) è indispensabile ma spesso non viene eseguito in pazienti completamente asintomatici. Questo è un problema.
Una epidemia di questa portata non si combatte, come scrive il Presidente…solo con l’ospedale motore centrale,ma sul territorio con identificazione dei casi, con test affidabili e rapidi, la sorveglianza e la cura dei casi positivi sintomatici, la sorveglianza con la tracciabilità dei contatti, il monitoraggio e l’isolamento.
Sulla base di quanto stiamo vivendo, uomini di scienza dovrebbero mettere a punto e codificare una strategia sanitaria assistenziale, che dovrebbe nei dettagli stabilire come ci si deve comportare in questi casi. Squadre di personale esperto su come muoversi sul territorio ben protetti da eventuali contagi, diagnosticare rapidamente i sintomi, iniziare sul posto le cure in caso di bisogno e ricoverare in zone protette quelli che già manifestano sintomi curabili solo in ospedale. Bisognerà cambiare la mentalità per queste circostanze di recarsi in ospedale, altrimenti la presenza di un contagiato potrebbe causare la chiusura del pronto soccorso e dello stesso ospedale, come è capitato.
E’ necessario un patient engagement,un coinvolgimemto attivo del cittadino, dal momento che essendo il soggetto attivo nella trasmissione del virus interrompa questa catena.Se si limita al massimo la vicinanza di persone ,il virus, non avendo soggetti a cui trasmettersi in modo attivo, scompare ma non definitivamente, dal momento che molti virus che provocano malattie solo negli animali possono mutare e diventare patogeni anche per l’uomo.
Sono poi inaccettabili le pubblicità televisive nella quali si vedono persone ed anche bambini baciare animali e mi fermo a questo punto……..perchè altrimenti potrei essere tacciato come antianimalista. Bisogna amare gli animali ma devono restare sempre animali.

Antonio Molfese
medico e giornalista

 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
2/06/2020 - Covid: lieve calo dei morti. Al nord più tamponi e aumento dei nuovi contagi

I dati nazionali ci dicono che c’è stata una lieve diminuzione dei decessi, scesi dai 60 di ieri ai 55 di oggi.
Nelle ultime 24 ore sostanziale aumento dei contagi, passati dai 178 di ieri ai 318 di oggi. La curva epidemiologica è scesa di 1.474 unità, il doppio rispett...-->continua

1/06/2020 - Covid: pochi contagi e tamponi, Liguria improvvisamente peggio della Lombardia

I numeri di oggi raccontano di un miglioramento sotto ogni punto di vista, ma sembrano dati da prendere con il beneficio di inventario nell’attesa di conferme per una netta diminuzione dei tamponi: oggi 31.394, mentre ieri ne erano stati effettuati 54.118. -->continua

1/06/2020 - San Raffaele: ‘diminuita la carica virale del Covid’

La dichiarazione di Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva del San Raffaele di Milano, che ha definito il Covid-19 “clinicamente morto”, sono ormai note ai più e si basano su uno studio delle stessa clinica.
Il curatore della ricerca è il pro...-->continua

31/05/2020 - Covid: come ogni domenica numeri in calo. Al Sud tante Regioni con 0 nuovi casi

Nelle ultime 24 ore sono morte altre 75 persone, meno delle 111 di ieri ma comunque tante. I nuovi positivi sono 355, in calo rispetto ai 416 di ieri ma con meno tamponi: i prelievi effettuati ieri sono stati 54.118, mentre quelli di due giorni fa erano risult...-->continua

30/05/2020 - Covid: aumento dei morti ma diminuzione dei nuovi positivi

La giornata di oggi ha fatto registrare un incremento del numero dei decessi, passati dagli 87 di ieri ai 111 di oggi; e una diminuzione dei nuovi casi di Covid 19, scesi a 416 rispetto ai 516 di ieri.
Continua a calare la curva degli attualmente positivi,...-->continua

30/05/2020 - Cosenza - Polizia di stato eseguite cinque misure cautelari per usura ed estorsione

Nella prima mattinata di ieri, la Squadra Mobile di Cosenza ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale, emessa dal GIP presso il Tribunale di Cosenza, a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica, diretta ...-->continua

30/05/2020 - Porto di Livorno: carabinieri del Noe sequestrano 11 tonnellate di rifiuti speciali



Nell’ambito delle attività di contrasto al fenomeno del traffico transfrontaliero di rifiuti i Carabinieri del NOE di Grosseto, in collaborazione con i funzionari dell’Ufficio delle Dogane e Monopoli (ADM) di Livorno, hanno sequestrato un container c...-->continua


CRONACA BASILICATA

2/06/2020 - Rapolla: operazione antidroga dei Carabinieri, denunciate due persone
2/06/2020 - Emergenza Covid-19, aggiornamento del 2 giugno (dati 1 giugno)
1/06/2020 - Latronico: ecco i primi buoni del progetto 'PerDopo'
1/06/2020 - Bardi emette nuova ordinanza: ecco cosa prevede

SPORT BASILICATA

1/06/2020 - ASP: tamponi ai calciatori del Potenza Calcio
1/06/2020 - 400 km in solitaria, nuova sfida per Tommaso Elettrico
30/05/2020 - Basket: bilancio della stagione 2020/21 dell'Olimpia Basket Matera
30/05/2020 - Sibilia su retrocessioni: 'per noi scelta migliore ma accetteremo ricorsi se ci saranno''

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
30/05/2020 Sospensione idrica a San Martino d'Agri

San Martino d'Agri: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 20:30 di oggi alle ore 07:30 di domani mattina salvo imprevisti. SAN MARTINO D'AGRI: Reti rurali ex consorzio - c.da Lago - Piani - - Pianitelli - Caliandro - Groettiera - Saliniera - Cornito - Fiume - Colafrina - Peruccio

30/05/2020 Poliambulatorio ASP di Potenza: non presentarsi per le visite se non contattati dal CUP

I prenotati per le visite ambulatoriali non devono recarsi presso la struttura del Polo Sanitario di Potenza “Madre Teresa di Calcutta”, Via del Gallitello, ma attendere la telefonata del CUP, che chiamerà secondo l’ordine di prenotazione.

29/05/2020 Sospensioni idriche

Oppido Lucano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 11:15 di oggi fino al termine dei lavori. OPPIDO LUCANO: Via Bari, via Giordano Bruno, contrada Serra, contrada Fontana Vecchia e zone limitrofe





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo