HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Piano strategico, primo incontro in Regione

8/07/2020

Primo incontro in Regione, presieduto dal governatore Vito Bardi, per definire le linee del Piano strategico per la Basilicata. Il documento, già in fase di elaborazione e per il quale la Regione si avvarrà della collaborazione dello Svimez, traccerà le direttrici dello sviluppo nel lungo periodo.

Nella discussione si è parlato soprattutto delle politiche e degli obiettivi del governo regionale per la ripresa e la crescita della Basilicata. A cominciare dalla scelta programmatica fatta in questi mesi di puntare sullo sviluppo sostenibile, utilizzando le risorse del petrolio per gli investimenti nel settore non oil.

Si è discusso, poi, dei punti di forza e di debolezza della Basilicata, dai quali partire per mettere in campo progetti che garantiscano lavoro e migliorino le condizioni di vita soprattutto nelle aree interne, dando prospettive ai giovani lucani.

“Il Piano strategico – ha detto il presidente Bardi - deve porsi come punto di distinzione e di riferimento per il futuro della Basilicata. Le scelte che conterrà saranno condivise ed è nostra intenzione coinvolgere le forze economiche e sociali”.

Tra breve, come prevede lo Statuto, la Giunta regionale trasmetterà una proposta accompagnata da una relazione illustrativa al Consiglio. Sarà l’Assemblea regionale, sopo, a deliberare gli indirizzi per la redazione del Piano strategico regionale.

“Sarà un iter veloce” – ha concluso Bardi: “Non si può aspettare oltre. La Basilicata e i lucani hanno bisogno di risposte positive per il loro futuro”.

Alla riunione hanno partecipato, oltre lo Svimez, l’assessore regionale Gianni Rosa, il consigliere regionale Tommaso Coviello, il dirigente generale Domenico Tripaldi e gli economisti Leonardo Cuoco e Giampiero Perri.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
6/08/2020 - Ex Embraco, Spera (Ugl): “Vogliamo un nuovo progetto, non assistenzialismo”

“Vogliamo un nuovo progetto concreto, basato sul lavoro e non sull'assistenzialismo. Per questo chiediamo tempi di attuazione più celeri per la futura reindustrializzazione. Il territorio torinese non può dimenticare il suo cuore pulsante rappresentato dal binomio industria ...-->continua

6/08/2020 - L’assessore Leone su nuovo ospedale Lagonegro

L’assessore alla Salute, Rocco Leone, esprime soddisfazione per l’approvazione della delibera approvata nella seduta odierna, riguardante l’Ospedale di Lagonegro.

“Ancora una volta il governo regionale guidato da Vito Bardi è passato dalle parole ai f...-->continua

6/08/2020 - Guarino e Marrese: ‘Su Cotrab intempestive le dichiarazioni dell’assessore Merra

Ci sorprendono non poco, le dichiarazioni dell’assessore regionale ai Trasporti, Donatella Merra, in ordine alle presunte responsabilità delle Province (Potenza e Matera) sulle questioni in essere con il consorzio Cotrab, gestore del trasporto pubblico.
<...-->continua

6/08/2020 - Meritocrazia Italia: 'vicinanza e solidarietà al popolo libanese'

A due giorni dalla violenta esplosione avvenuta a Beirut, capitale del Libano, il bilancio delle vittime sale a 135 persone e quattromila feriti.
Un bilancio drammatico che desta preoccupazioni e cordoglio nel mondo intero, per l’elevato numero delle vitti...-->continua

6/08/2020 - ''Un dialogo nonviolento che fa emergere gravi carenze sul tema disabilità''

Maurizio Bolognetti dallo scorso 6 luglio è in sciopero della fame per chiedere alla Regione Basilicata di dare seguito alla promessa di un provvedimento a tutela dei diritti delle persone con disabilità, affinché possano avere a disposizione gli ausili approp...-->continua

6/08/2020 - Formazione, Cupparo: elevare la qualità per garantire nuovi posti di lavoro

La lettera aperta, a firma di legali rappresentanti di una trentina di Organismi di Formazione accreditati in Regione Basilicata, richiede precisazioni ed alcune valutazioni politiche dovute non solo agli Organismi quanto piuttosto ai numerosissimi giovani ch...-->continua

6/08/2020 - Lomuti: 'Lagonegro un’ospedale allo sbando'

Problemi strutturali, è dal 2000, da vent’anni che non viene fatto nessun intervento, con la giustificazione che l’ospedale doveva essere costruito altrove, non si è investito nulla, per cui ha deficienze architettoniche, la struttura è fatiscente, c’è un pro...-->continua









WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo