counter create hit

SOMMARIO COMUNI

TERRITORIO

COMMUNITY

SERVIZI

ALTRI VIDEO

FOTO

SOCIETA' SPORTIVE

 

CHI SIAMO                 CONTATTI                   DIRETTORE                   RESPONSABILE SPORT 

 

 

SENISE

 

Superfice: 96,61 Kmq

Popolazione: 7.182
Numero Abitazioni :
3.123

Numero famiglie: 2.301

Prefisso Telefonico : 0973

C.A.P.: 85038

 

 

 

 

Il comune di Senise ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 7.316 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 7.182 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -1,83%.

Ultimi dati  occupazionali ( riferimento 2008): Risultano insistere sul territorio del comune 125 attività industriali con 428 addetti pari al 30,95% della forza lavoro occupata, 203 attività di servizio con 328 addetti pari al 23,72% della forza lavoro occupata, altre 138 attività di servizio con 331 addetti pari al 23,93% della forza lavoro occupata e 21 attività amministrative con 296 addetti pari al 21,40% della forza lavoro occupata.

------------------------------------

STORIA

L’abitato è situato sulla sponda sinistra del Serrapotamo, esposto a mezzogiorno,ed è disteso su uno sprone collinare. L’origine è incerta; sul nome sono state fatte diverse ipotesi, ma la più attendibile è quella del De Grazia che lo fa derivare dal fiume Siris, detto anche Sinis, così come nel ‘500 era stato affermato dalla poetessa Isabella Morra: “…terra cha da te (Sinni) deriva il nome”. Fra il ‘400 e il ‘500 Senise visse forse il periodo più turbolento e relativamente ai tempi, il più bello e più glorioso della sua storia. Già da tempo, signori di Senise erano i Sanseverino di Chiaromonte, appartenenti a una delle più nobili famiglie del meridione e dell’Italia intera. Luca Sanseverino fu creato da re Ferdinando di Aragona e fu il primo a portare questo titolo.

Egli ebbe un particolare affetto per Senise ove si serviva, come fiduciario di un suo funzionario di nome Sansone o Sassone, cui diede in moglie la nobile Rita Favale della terra di Favale, attuale Valsinni. Molto più noto di Luca fu il figlio Girolamo, principe di Bisignano e conte di Chiaromonte, il quale nel 1469 aveva allargato i suoi domini comprendendo i feudi di Lauria e di San Chirico. Seguendo la tradizione della famiglia, fu nemico degli Aragonesi e filoangioino e fu lui, che nel 1481, diede corpo, nel castello di Miglionico, alla “congiura dei Baroni”, fallita la quale perì come tanti altri signori nei sotterranei del Maschio Angioino. La famiglia corse il pericolo di estinguersi totalmente, se non fosse stata l’accortezza e il coraggio della moglie di Girolamo, Giovannelle Gaetani che, consigliata e aiutata da una nobile senisese riuscì a fuggire con i suoi bambini verso Roma. La fuga avventurosa è narrata nell’ultimo libro, il terzo, della congiura dei Baroni di Camillo Porzio ed è ricordata da Benedetto Croce nel suo volume sulle “Storie e leggende napoletane”. Giovannella appena arrivata in Francia, insieme ai Sanseverino di Salerno, incoraggiò Carlo VIII a conquistare il regno di Napoli.

E con il Re di Francia tornò il figlio di Giovannella, Bernardino ormai adulto e reintegrato nei suoi possedimenti da Carlo VIII. Bernardino nel suo soggiorno nel Regno di Napoli risiedette a Senise per il quale, diceva di coltivare “sentimenti d’amore, di predilezione e di gratitudine, anche per l’amenità e ubertà dei suoi frutti”. Senise divenne, allora per la sua posizione strategica fra Calabria, Basilicata e Puglia il “punto centrale degli stati dei Sanseverino”, pure essendo Bisignano, in Calabria, la città che dava ai Sanseverino il titolo ufficiale di “Principi di Bisignano” e pur essendo Chiaromonte il centro che assegnava il nome alla contea di cui Senise stessa faceva parte. Nel 1806 Senise fu occupata dai Francesi. Nel risorgimento fu sede del Circolo Costituzionale che ebbe come promotori e come animatori Nicola Sole e Nicola Marcone. Nel 1860 fu istituito il Terzo Centro Rivoluzionario del Lagonegrese, e da Senise partì la colonna di trecento patrioti, comandata da Aquilante Persiani, che si diresse prima a Potenza e poi nella Valle del Mercure per andare incontro a Garibaldi. Il centro storico conserva soltanto qualcosa del ricco patrimonio artistico che gli avi avevano saputo creare, e che è andato inesorabilmente in rovina per incuria e per il logorio del tempo. Caratterizzato da gradinate e da piccole stradine, attraverso le quali, oltre ad ammirare gli antichi portali in pietra dei palazzi nobiliari (Barletta, Donnaperna, Guerriero, Marcone, Sole), si giunge all’imponente Castello con torri e merlature, costruito nel 1200 ma rifatto nel 1400; Il Convento dei Minori, fatto costruire intorno al 1270 da Margherita di Chiaromonte, dove ancora oggi è visibile la porta che immetteva al chiostro e su cui vi è un affresco raffigurante Cristo in Croce, opera del pittore Nicola De Nohac, risalente al 1513; le pareti dei corridoi con gli affreschi rappresentanti scene della vita di S. Francesco;

la chiesa S. Maria degli Angeli, , risale al XIII sec. con l’artistico portale a ogiva e con il grande polittico sull’altare maggiore del 1523, opera di Fra Simone da Firenze, restaurato nel 1935. Nella stessa chiesa si conservano un crocifisso ligneo del 1300, il coro con 34 stalli intagliati e intarsiati, fatto costruire nel 1550 a proprie spese per devozione da Luciano Paolino; a destra, entrando nel coro, si trovano scolpite su pannelli due fiaccole (simbolo della vita) e un pavone (simbolo della vanità). Restano i ruderi del convento dei Cappuccini ( con 15 celle), fatto costruire dall’Università e donato all’Ordine con l’annessa chiesa dedicata a S. Chiara, del XVI sec., da poco riconsacrata, dopo una accurata ristrutturazione; la chiesa Madre sotto il titolo di S. Maria della Visitazione, con alto campanile in cui sono collocate tre grosse campane.

 

NEWS BREVI
21/04/2019 Riaperta al traffico la Strada Provinciale 5 (ex SS 176) nei pressi di Craco

È stata riaperta al transito la Strada Provinciale 5 (ex SS 176), all’altezza del km 4+100, lungo il tratto Pisticci - Craco.
Dopo l’immediata ordinanza di chiusura della strada disposta tre giorni fa a seguito di controlli che evidenziavano un cedimento di un muro andatore sui cui poggia la rampa di accesso al noto ponte Bailey, la Provincia di Matera si è tempestivamente adoperata per mettere in sicurezza quella zona e garantire così la pubblica incolumità degli utenti.
Già ieri mattina, infatti, dopo l’intervento di somma urgenza effettuato, si è proceduto alla riapertura della strada provinciale al transito dei mezzi.

20/04/2019 Sospensione idrica oggi 20 Aprile in Basilicata

Potenza: a causa deld protrarsi dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in contrada Poggio Cavallo, contrada Rossellino, via Rifreddo e via De Nicola resterà sospesa fino alla mezzanotte.

19/04/2019 Sospensione idrica a Rionero In Vulture

Rionero in Vulture: per consentire lavori di manutenzione straordinaria del serbatoio cittadino, martedì 23 aprile l’erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti. La sospensione riguarderà l’intero abitato ad eccezione delle frazioni di Monticchio e delle seguenti zone: contrada Scascione, contrada Ventaruolo, contrada Colonnello, via del Brigantaggio, via Padre Tortorella, viale della Bramea, via della Ninfea Bianca, via Alborella Vulturina, via Fontana Castagno e strade limitrofe.

19/04/2019 Serie D/H: risultati 32^ giornata

Az.Picerno – Taranto 0-0
Gravina – Nola 4-0
Fc.Francavilla – Bitonto 0-1
Gelbison – Gragnano 2-1
Granata – Cerignola 1-1
Nardò – Savoia 2-2
Sarnese – Fideli Andria 1-2
Sorrento – Pomigliano 1-0
Altamura – Fasano 1-2

18/04/2019 Sospensione idrica a Potenza

Potenza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Poggio Cavallo e via Rifreddo sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 13:00 di domani salvo imprevisti.

18/04/2019 Sospensioni idriche 18 aprile 2019

Fardella: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa nell'intero abitato dalle ore 10:30 alle ore 15:00, salvo imprevisti.
Palazzo San Gervasio: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in via Battisti, via Roma, piazza Caduti e viale Kennedy, dalle ore 11:00 di oggi fino al termine dei lavori
Melfi: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 di domani mattina fino al termine dei lavori, in via D Annunzio, contrada Vessinella S.S.93 per Rapolla, via Santa Sofia e zone limitrofe.

17/04/2019 Guida con il cellulare, finora 92 multe

Sono state 92 dall'inizio dell'anno, le contravvenzioni rilevate dalla Polizia stradale, in provincia di Potenza, a carico di automobilisti distratti al,la guida dall'uso del telefono cellulare o di smartphone e tablet. Lo ha reso noto la sezione del capoluogo della Polizia stradale.

17/04/2019 Sospensioni idriche 17 aprile 2019

Valsinni: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti zone: via Carmine (da curva Porcelli a Baraccone), via Della Pineta, via Italo Fagnano, zona Paip.
Tricarico: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle contrade Serra Amendola, Piano, Monteleone e Piani Sottani sarà sospesa dalle ore 10:30 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.
Noepoli: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nella zona alta dell'abitato sarà sospesa dalle ore 10:00 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.

continua con le News ->

 

 

 

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua


Warning: mysql_free_result(): 2 is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\paesi pollino\Pagina_Senise.php on line 591


ASSOCIAZIONI

ALTRE NEWS

CRONACA

21/04/2019 - Viggianello: una strada comunale interrotta per una frana - VIDEO
21/04/2019 - Senise: atti vandalici davanti a un bar
21/04/2019 - A Metaponto sequestrato un camping

archivio

SPORT

20/04/2019 - Ritorna alla vittoria il Potenza Calcio
20/04/2019 - P2M En&Gas Potenza,ipoteca sul titolo regionale di Serie D maschile
20/04/2019 - Futsal Senise: i Giovanissimi bissano il primato regionale

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\paesi pollino\Pagina_Senise.php on line 724

Warning: mysql_close(): 1 is not a valid MySQL-Link resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\paesi pollino\Pagina_Senise.php on line 751

archivio

Home      Chi siamo      Contatti     News    News sport      Web TV      TV speciali eventi      Video 56K    Forum  

Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - partita .I.V.A. 01673320766 - Web Master : Armando Arleo