HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Prima categoria: il Chiaromonte 'mette la manita' sul Castelsaraceno

20/10/2019



Nel match casalingo di prima categoria il Chiaromonte vince con un sonoro 5 a 0 su un Castelsaraceno meno pronto ma, come ha detto anche il mister a fine gara, con ampi margini di miglioramento. Le temperature praticamente estive di questo fine ottobre non aiutano gli atleti in campo ma, minuto dopo minuto, i padroni di casa si rivelano padroni del campo. Un inizio gara un po’ sottotono per i chiaromontesi. Nei primi minuti i locali dissentono su un fallo su Mastromarino per il quale l’arbitro non ritiene di dare la massima punizione. Con il passare dei minuti il Chiaromonte ritrova il ritmo giusto e dà vita ad un graduale crescendo che porta al vantaggio al minuto 11 con Stalfieri. Il Castelsaraceno cerca il pareggio. Ma il Chiaromonte è in giornata e infatti va di nuovo a segno al 32’ con Batea. I locali allungano ulteriormente nella ripresa al 14’ con Amara, tre minuti dopo con Scalera N. e chiudono con la manita di giornata al 33’ con Scalera F.
“E’ stato un crescendo da un punto di vista di preparazione atletica-commenta a fine gara il direttore sportivo Antonio Scalera-qualche incertezza all’inizio della partita però man mano c’è stata la netta consapevolezza di essere all’altezza della categoria, con grande rispetto dell’avversario. I ragazzi hanno dimostrato di essere un bel gruppo. Si può ben sperare anche per le prossime gare a cominciare dalla ostica trasferta contro la Lainese. Complimenti al Castelsaraceno e ai nostri ragazzi, anche a quelli che di solito giocano un po’ meno che hanno fatto una buona prestazione”.
Per il bomber Stalfieri il clima torrido ha fatto faticare e non poco le squadre ma “abbiamo fatto una bella partita e abbiamo dimostrato già dai primi minuti di essere padroni del campo. Sono contento del gruppo e dell’umore della squadra, dei mister e di tuta la dirigenza. Stiamo lavorando bene”.
“Siamo una squadra abbastanza giovane- ha detto mister Giancarlo Corrado del Castelsaraceno con ampi margini di miglioramento, che passa anche da queste sconfitte perché bisogna crescere e trovare il giusto equilibrio anche in trasferta”.

Lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

19/11/2019 - Castelluccio Sup.: uomo arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti
19/11/2019 - Chiaromonte: smaltimento illecito, denunciato proprietario di un frantoio
19/11/2019 - Maratea: GdF denuncia lavoratore in nero con reddito di cittadinanza
19/11/2019 - Operazione "Achei": Smantellata organizzazione traffico reperti archeologici. Co

SPORT

19/11/2019 - Karting: classifiche 2019 zona 7, Basilicata – Calabria
18/11/2019 - Moliterno: corso gratuito per diventare arbitri di calcio
18/11/2019 - Prima Ctg/B, Viggianello: gara rinviata, squadre nemmeno scese in campo
18/11/2019 - Serie D/H, Del Prete: ‘Il Taranto è forte, ma il rigore è stato regalato’

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    



NEWS BREVI

19/11/2019 COMUNICATO SOSPENSIONI IDRICHE

Tursi: a causa di un guasto improvviso, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica in corso Vittorio Emanuele e zone limitrofe. Il ripristino è previsto al termine dei lavori di riparazione.

19/11/2019 COMUNICATO SOSPENSIONI IDRICHE

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in contrada San Francesco e zone limitrofe dalle ore 12:00 di oggi fino al termine dei lavori.

18/11/2019 Trivigno: interruzione idrica

Per consentire la ripresa del livello ottimale del serbatoio, l'erogazione idrica sarà sospesa nell'intero abitato dalle ore 20.00 di oggi alle ore 06.00 di domani, salvo imprevisti.

EDITORIALE

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo