HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
Scuola: conto alla rovescia per la prima campanella

4/09/2019

Il primo giorno dell'anno scolastico 2019/2020 si avvicina, ma all'appello mancheranno tanti prof, circa uno su cinque, perché vanno ancora assegnate numerose cattedre al personale precario, con stime sindacali che arrivano fino a 200 mila insegnanti da trovare.

I primi a tornare sui banche saranno i ragazzi della provincia di Bolzano il 5 settembre. Pochi giorni dopo toccherà a quelli del Piemonte, lunedì 9 settembre.

A seguire l'11 sarà la volta di Basilicata, Campania, Umbria e Veneto. In Lombardia, Friuli-Venezia Giulia, Sicilia, provincia di Trento e Valle d'Aosta, invece, si torna giovedì 12 settembre.

Lunedì 16 settembre si aprono i cancelli in Abruzzo, Lazio, Emilia-Romagna, Marche, Molise, Toscana, Liguria, Calabria, Sardegna.

Ma c'è chi potrà rilassarsi ancora un paio di giorni prima di avere a che fare nuovamente con lezioni, compiti e interrogazioni: sono i ragazzi della Puglia, gli ultimi: per loro è tutto rimandato a mercoledì 18 settembre 2019. Anche se, in base all'autonomia, ogni consiglio di istituto può modificare la data dell'inizio delle lezioni, magari anticipando di qualche giorno il ritorno in classe in modo da poter usufruire durante l'anno di qualche "ponte" in più.

La riapertura delle scuole significa per le famiglie nuove spese: a cartelle, zaini, astucci, diari e occorrente scolastico vario, vanno aggiunti i libri, il cui costo, secondo le associazioni dei consumatori, continua a crescere. Secondo il Codacons, sul corredo scolastico i prezzi al dettaglio, rispetto al 2018, registrano quest'anno un incremento medio del +2,5%, con le marche più richieste dai giovani - legate a squadre sportive, cartoni animati, bambole o personaggi e serie famosi - che hanno ritoccato al rialzo i listini. Il prezzo di uno zaino di marca può raggiungere i 140 euro, mentre per un astuccio griffato attrezzato (con penna, matita, gomma da cancellare e pennarelli) la spesa arriva a 40 euro.

Altra voce che incide sulla spesa per il corredo è quella relativa al diario, che supera i 20 euro per le marche più note. L'esborso per il materiale scolastico completo raggiungerà durante l'anno scolastico 2019/2020 quota 533 euro a studente su base annua, cui va aggiunto il costo per libri di testo, altra voce che inciderà pesantemente sui portafogli delle famiglie italiane, variabile a seconda del grado di istruzione e della scuola. In particolare per dizionari e testi scolastici vari il Codacons prevede un ulteriore ritocco al rialzo dei listini rispetto al 2018, con la spesa complessiva a carico delle famiglie che - tra corredo e libri - può facilmente raggiungere i 1.130 euro a studente.

Più contenuti i rialzi secondo l'Unione dei consumatori, anche se superiori all'inflazione generale. I rincari maggiori sarebbero per i libri scolastici, che salgono dell'1,7%, più del triplo dell'inflazione registrata dall'Istat, relativa al mese di agosto, pari a +0,5%. Al secondo posto, la scuola dell'infanzia, +1,4%, seguita al terzo posto dall'istruzione primaria, che segna un incremento dello 0,9%. "I rialzi non sono smisurati, ma non dobbiamo dimenticare che gli aumenti stimati si riferiscono ad un solo mese, da agosto a settembre, e che, comunque, si tratta di spese obbligate per le famiglie", commenta Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori. Secondo uno studio effettuato dal portale Skuola.net su 3 mila giovani studenti, le famiglie italiane, quando si tratta di acquistare i libri per la scuola, puntano ancora forte sulla carta e sul nuovo. Ma cercano comunque di risparmiare, rivolgendosi ai canali - online e grande distribuzione su tutti - in grado di garantire prezzi e sconti vantaggiosi.

Senza però tradire completamente il luogo nato per questa missione: la libreria. Alla fine gli sconfitti sono solo loro: i mercatini, sempre più spopolati, persino per l'acquisto dei testi usati. Saranno circa 2 su 3 infatti i ragazzi che si presenteranno ai blocchi di partenza con tutti (o quasi) i libri freschi di stampa: il 36% - secondo questa ricerca - dice che cercherà di avere nello zaino solo testi immacolati; il 30%, invece, concederà qualche incursione dell'usato ma per i titoli delle materie meno importanti. Proporzioni che si accentuano ulteriormente nel caso degli studenti delle medie e del primo biennio del liceo dove, rispettivamente, il 51% e il 40% degli iscritti cercherà esclusivamente il nuovo.

Questo perché alla maggior parte di loro (51%) non piacciono libri con sottolineature e annotazioni di altri, mentre il 23% ha paura che, affidandosi all'usato, possa ritrovarsi tra le mani un'edizione vecchia. Fin qui niente di nuovo. Il vero cambiamento nelle abitudini, semmai, si registra nel modo in cui ci si procurano questi testi. Per i supermercati è forse l'anno della definitiva consacrazione. I loro numeri, negli ultimi anni, sono stati in costante crescita (dodici mesi fa si erano attestati al 18%) ma stavolta - almeno stando a quanto dicono i ragazzi intervistati - si assiste a un vero e proprio boom: 1 famiglia su 4 si presenterà (o si è già presentata) con la lista dei titoli fornita dalla scuola alla stessa cassa in cui compra pasta, biscotti e detersivi. A convincerle, probabilmente, le promozioni offerte dalla grande distribuzione organizzata (GDO) per chi ordina i libri scolastici. Solo al Sud i supermercati stentano ancora: appena il 7% prenderà qui i testi per il prossimo anno. Ansa

 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
30/03/2020 - Coronavirus: "solo" 1.648 casi in più rispetto a ieri

Dopo le previsioni dell’Eief (Einaudi Institute for Economics and Finance) circa l’ipotesi in Italia di contagi 0 entro un mese o un mese e mezzo, un’altra buona notizia arriva dal numero dei nuovi contagi rispetto a ieri: un incoraggiante crollo verticale, con un dato che s...-->continua

29/03/2020 - Morano: sindaco e Giunta rinunciano a mesi di indennità per due nobili cause

L’emergenza Coronavirus continua a opprimere la nostra penisola, e non solo. I contagi e le vittime aumentano incessantemente e, con loro, anche la sofferenza di tutto il settore sanitario.
In questo contesto la Giunta Comunale di Morano Calabro, con l’ass...-->continua

29/03/2020 - Coronavirus: martedì un minuto di raccoglimento per le vittime

L’appello viene dal presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli e, su iniziativa del presidente Nazionale Anci Antonio De Caro, martedì prossimo, alle ore 12.00, bandiere a mezz'asta e tutti i Sindaci d’Italia con la fascia tricolore osserveran...-->continua

29/03/2020 - Coronavirus: rispetto a ieri solo 50 ricoverati in più in terapia intensiva

Nonostante i numeri rimangano impetuosi, c’è un dato che sicuramente lascia ben sperare: ovvero quello dei ricoveri in terapia intensiva che oggi risultano 3.906, quindi appena 50 in più rispetto a ieri.
Chiaramente, non possiamo certo dire che ne stiamo u...-->continua

28/03/2020 - Coronavirus, ancora tanti morti: le vittime sono già oltre 10 mila

La Protezione Civile ha diffuso come ogni giorno i dati sulla pandemia, dopo i sintomi influenzali si è rivisto Angelo Borrelli.
Nonostante in Lombardia l’ascesa continui a rallentare, la situazione resta ancora assolutamente tragica anche nella Regione fo...-->continua

28/03/2020 - Coronavirus: fratellini in quarantena da soli, il paese li aiuta

Due fratellini molto piccoli di età sono chiusi in casa da giorni, in isolamento sanitario per coronavirus, da soli, a Montevarchi (Arezzo), e per assisterli si è mossa una particolare catena di solidarietà ed assistenza della cittadina. Come riporta La Nazion...-->continua

28/03/2020 - Economie e strategie di guerra per combattere la pandemia da Coronavirus

Anticamente le malattie che colpivano la umanità, e specie la peste ma anche il colera,si manifestavano per lo più con sintomi spesso eclatanti, per cui coloro che prestavano assistenza potevano essere preparati a svolgere questo compito anche se al tempo no...-->continua


CRONACA BASILICATA

30/03/2020 - Coronavirus: nuovo caso a Tricarico, totale salito a 40
30/03/2020 - Coronavirus, Trecchina: guarito il paziente numero 1 della Basilicata
30/03/2020 - Covid Basilicata: altri due decessi,un uomo di Potenza e una donna di Moliterno
30/03/2020 - Da Consorzio di tutela del peperone Igp l'allarme su crisi produzione

SPORT BASILICATA

30/03/2020 - Picerno:estratto del lungo intervento del DG Mitro
28/03/2020 - Volley, PVF Matera: domenica teaser de “Il settimo giocatore”
27/03/2020 - FCI Basilicata:stop all’attività ciclistica per la tutela dei tesserati
23/03/2020 - Coronavirus: il Viggianello lancia una raccolta fondi per ospedali lucani

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
28/03/2020 Comunicazione di sospensione idrica a Sant'Angelo Le Fratte

Sant'Angelo Le Fratte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti. SANT'ANGELO LE FRATTE: Paese e frazioni

27/03/2020 Terremoto di magnitudo 2 a Forenza

Piccola scossa di terremoto di magnitudo 2 si è verificata questa mattina a Forenza in Basilicata. Il sisma è stato registrato dalla Sala Sismica INGV-Roma alle ore 08:02 Italiana a 2 km NW Forenza (PZ) ad una profondità di 10 km. Non ci sono stati danni e nessuna replica

24/03/2020 Sospensione idrica a Potenza

Potenza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14:00 di oggi fino al termine dei lavori. POTENZA: Parte di Viale Marconi e Via Torraca nei pressi della questura





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo