HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
Altri “Stop” della Cassazione contro gli autovelox per 'far cassa'

9/10/2018



Nuovi “Stop” della Cassazione contro gli autovelox per “far cassa” dopo altre recenti decisioni segnalate dallo “Sportello dei Diritti”. Con due altre ordinanze 24795/18 e 24796/18, rese in data odierna dalla sesta sezione civile della Suprema Corte, sono stati ribaditi i principi a tutela del diritto di difesa dei conducenti, secondo cui deve essere annullato il verbale e nessun punto va decurtato dalla patente di guida se il verbale elevato con autovelox o comunque con apparecchiatura che misura la velocità non indica che la strumentazione è segnalato in modo visibile a chi percorre la strada. Analogamente la multa va annullata anche quando nel verbale non viene specificato che l’impianto di rilevamento elettronico è stato tarato di recente. Nella fattispecie sono stati rigettati entrambi i ricorsi di un comune molisano dopo che il Tribunale di Isernia aveva accolto le opposizioni di due automobilisti. In entrambi i casi i verbali risultano essere carenti di requisiti indispensabili. Nel primo, quello prodotto in giudizio dall’ente stesso è carente dell’obbligo di segnalazione preventiva dell’apparecchio che com’è noto, è posto anche a tutela della sicurezza sulle strade dall’articolo 2 del dm trasporti 15 luglio 2007 in correlazione con l’articolo 142, comma 6 bis, Cds (dopo le modifiche apportate dall’articolo 3, comma primo lettera b) del decreto legge 117/07, convertito dalla legge 160/07). Peraltro, che il cartello sia visibile è prescritto anche dall’articolo 79, comma quinto, del regolamento di esecuzione CdS e la sua complessiva mancanza è idonea ad inficiare la validità del verbale stesso. Nel secondo caso a nulla vale la circostanza che solo in sede di legittimità il comune abbia dedotto che la taratura dell’apparecchio sarebbe avvenuta soltanto sei mesi prima dell’infrazione e non tre anni prima come emerge dal giudizio di merito sulla base degli elementi probatori acquisiti nel corso del giudizio d’appello. È arcinoto, infatti, che dopo la sentenza costituzionale 113/15 gli apparecchi che rilevano la velocità dei veicoli sulle strade devono periodicamente essere sottoposti a verifiche sul funzionamento; controlli che non possono essere sostituiti da certificazioni di omologazione conformità. È dunque valida la valutazione effettuata nei gradi di merito secondo cui la taratura indicata non è attendibile perché risalente nel tempo. Insomma, per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non basta premurarsi per fare multe a gogo se poi non si pensa effettivamente alla sicurezza stradale, alla certezza delle rilevazioni ed al rispetto del diritto di difesa dei presunti trasgressori.

 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
4/04/2020 - Antoci su scarcerazione ergastolano: ‘Non era positivo. Grave precedente’

E’ di qualche ora fa la notizia della concessione della misura degli arresti domiciliari ad un ergastolano di origini siciliane, Antonio Sudato, 67 anni, rinchiuso nel carcere di Sulmona. Rischio di contagio da coronavirus, questa la motivazione che il magistrato di sorvegli...-->continua

4/04/2020 - Coronavirus: per la prima volta meno ricoveri nelle terapie intensive

Le vittime italiane affette da Coronavirus hanno superato le quindicimila: 15.362, ovvero 681 più di ieri e, quindi, meno degli ultimi due giorni (quando erano state, rispettivamente, 766 e 760). Ma, purtroppo, restano sempre drammaticamente tante.
Ma il d...-->continua

4/04/2020 - Coronavirus: poliziotto morto era nella scorta del premier

Faceva parte della scorta del premier Giuseppe Conte il sostituto commissario della Polizia di Stato Giorgio Guastamacchia, morto oggi a Roma. Il poliziotto aveva contratto il virus alcune settimane fa ed era stato subito ricoverato e intubato.

Guast...-->continua

4/04/2020 - Grottaglie: Contrasto allo sfruttamento sul posto di lavoro

Pur nell’emergenza connessa alle misure di contenimento anti-contagio, non si ferma l’azione di contrasto dei Carabinieri al fenomeno dello sfruttamento lavorativo. A conclusione di mirata attività congiunta, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di ...-->continua

3/04/2020 - Covid-19, occhio alle bufale. Ecco le 10 bufale sfatate questa settimana

Dall’acqua del rubinetto al bagno con l’acqua bollente, dalle mascherine fatte in casa agli essiccatori ad aria calda per le mani. Le fake news non risparmiano in fantasia.

Ecco le 10 bufale sfatate questa settimana dal ministero.

1. Ci si p...-->continua

3/04/2020 - Coronavirus: solito bollettino di guerra, con 766 morti in un giorno

Continuano ad essere tanti i morti provocati in Italia dal Coronavirus: oggi, saliti a 14.681, ovvero 766 più di ieri quando la crescita era stata grossomodo la medesima (760 vittime). Il bilancio delle ultime 24 ore è stato interlocutorio, in quanto ha quasi...-->continua

3/04/2020 - Covid: il CISADeP e altri comitati segnalano gravi omissioni in Molise

I cittadini singoli e Comitati per la tutela della Sanità Pubblica del Molise hanno inviato ai vertici della regione, delle aziende sanitarie e all’Unità di Crisi un preavviso di possibile azione legale perché ‘’ ritenuti corresponsabili per le omissioni gravi...-->continua


CRONACA BASILICATA

4/04/2020 - Coronavirus: un caso a Rotonda
4/04/2020 - Melfi (PZ): Arrestato dai Carabinieri un 28enne sorpreso con 14 grammi di cocaina
4/04/2020 - Ospedale Policoro: negativi 18 tamponi
4/04/2020 - ''L'ospedale di Chiaromonte non è previsto come struttura Covid''

SPORT BASILICATA

4/04/2020 - Potenza Calcio,il punto del patron Caiata sulla ripresa del campionato
3/04/2020 - LND: sospensione attività prorogata fino al 13 aprile
31/03/2020 - Scomparsa del presidente del Paternicum, il cordoglio del LND Basilicata
30/03/2020 - Picerno:estratto del lungo intervento del DG Mitro

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
4/04/2020 Sospensioni idriche 4 aprile 2020

Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 17:00 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti. MURO LUCANO: C/da Zaparone, C/da Bussi, C/da S. Luca e zone limitrofe

4/04/2020 Comunicazione sospensione idrica a San Severino

San Severino Lucano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:00 di oggi fino al termine dei lavori. SAN SEVERINO LUCANO: centro abitato e fraz. Cropani

2/04/2020 Comunicazione di sospensione idrica

Marsico Nuovo: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14:30 di oggi fino al termine dei lavori. MARSICO NUOVO: Via Portello e zone limitrofe





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo