HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Arci Basilicata chiede che il DG Tisci lasci l’incarico

25/10/2021

Non può non inquietare la vicenda – che emerge dagli organi di stampa – di una lavoratrice, funzionaria dell’ARPAB, personaggio esposto e noto pubblicamente, colpevole di essere anche la sorella del segretario regionale della CGIL, che parrebbe diventare bersaglio di una “guerra” fuori dal tempo, combattuta senza il senso del limite dal DG Antonio Tisci. Non c’è bisogno di scomodare Eco e le sue regole (utili ad individuare il cosiddetto “fascismo eterno”) per capire che l’insidia, o la tentazione, un po’ belluina e un po’ megalomane, di questi si annidi proprio nella esigenza di diventare eroi e nel richiamare alle armi contro il nemico esterno. Ma la guerra di Tisci è “fuori dal tempo”, non già perché (come a lui piacerebbe dire) il fascismo è finito nel ‘45, ma perché la Costituzione Repubblicana è “vaccino” contro ogni pulsione, rigurgito o sussulto neofascista. L’ARPAB non è un “gruppo è organizzato gerarchicamente (secondo un modello militare), in cui ogni leader subordinato disprezza i suoi subalterni, e ognuno di loro disprezza i suoi sottoposti” come forse Tisci immagina in questa sua “guerra”. Non vogliamo in nessun modo accusare Tisci di essere un fascista, anche perché di questo probabilmente andrebbe orgoglioso, ma semplicemente stigmatizzare come la viltà e la tracotanza siano un connubio tipico del fascismo eterno e non solo di quello. Sarebbe opportuno che il DG, autore di performance sempre più discutibili, lasci il suo incarico e si dedichi a cose di cui ha competenza chiedendo scusa se, in un accesso mistico e delirante, ha immaginato davvero di combattere una guerra.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
6/12/2021 - Lega, Marti (Commissario Basilicata): falsa notizia su defezioni nel partito

“Ho appreso di una surreale conferenza stampa che, a detta degli organizzatori, avrebbe riguardato la Lega ed alcuni ex candidati e militanti che ne sarebbero fuoriusciti oggi. In verità, trattasi di persone che sono fuori dal movimento da un bel po’ di tempo, alcune delle q...-->continua

6/12/2021 - Ammesse tutte le liste alle elezioni provinciali L Luigi Scaglione

L’ufficio elettorale della Provincia di Potenza, ha pubblicato sull’apposita sezione dedicata alle prossime elezioni provinciali del 18 Dicembre 2021, il verbale di ammissione alla competizione delle sei liste presentate nei giorni scorsi.
Contestualmente ...-->continua

6/12/2021 - Telemedicina, Leone: “Una grande opportunità per la Basilicata”

“All’ospedale ‘San Carlo’ di Potenza questa mattina è stata effettuata la prima visita con il servizio di telemedicina su una paziente oncologica, ma presto questa opportunità verrà estesa ad altri reparti dello stesso nosocomio e ad altre strutture sanitarie ...-->continua

6/12/2021 - Osservatorio opere pubbliche, Merra su Potenza-Melfi e Basentana

L’assessore ha chiesto ad Anas di rimuovere entro 30 giorni i semafori lungo la SS 658 e di dare priorità all’installazione dello spartitraffico della SS 407. “Abbiamo chiesto inoltre a Stellantis - ha aggiunto - soluzioni più flessibili per l’ingresso degli o...-->continua

6/12/2021 - Parco Tecnologico Sanità, Pittella: "Regione rinuncia a programmazione"

“Il riparto dei fondi per il Parco Tecnologico in Sanità necessitava di un piano strategico e programmatorio con l’indicazione chiara di necessità e priorità, per migliorare la qualità dei servizi erogati ai cittadini, l’efficienza e l’efficacia della spesa, l...-->continua

6/12/2021 - Matera, nuove case popolari Vizziello: 'ATER perde 1,5 milioni per il Comune'

“C’era un milione e mezzo di euro a disposizione dell’ATER Matera per la realizzazione di alloggi sociali a canone moderato, ma oggi questi fondi sono stati revocati dalla Regione perché il Comune di Matera, come se l’occasione non fosse da sfruttare, ha fatto...-->continua

6/12/2021 - Il presidente Bardi all’ospedale di Venosa. Una visita per pochi eletti

La visita del Presidente della Giunta regionale, Vito Bardi, venerdì pomeriggio nell’ospedale di Venosa rappresenta il tentativo di essere vicino agli operatori sanitari del “San Francesco”, dopo la riapertura del presidio ospedaliero. Ma al tempo stesso non h...-->continua















WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo