HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Inceneritore Rendina Ambiente (Ex Fenice)- Valvano scrive al Prefetto

15/07/2021

In una nota inviata al Prefetto di Potenza, il sindaco di Melfi, Livio Valvano, chiede di “convocare un incontro finalizzato a sensibilizzare la Regione” sulla questione dell’inceneritore Rendina affinchè si “proceda nella direzione dell’affermazione della legalità, della tutela dell’ambiente e del diritto alla salute”.



“Mi rivolgo al Prefetto di Potenza- ha detto Valvano- nella sua qualità di rappresentante del Governo centrale affinchè intervenga per far assumere le decisioni ed i necessari provvedimenti finalizzati ad attivare la bonifica del sito inquinato sottostante l’impianto industriale dell’inceneritore Rendina Ambiente srl (ex Fenice srl) insediato nell’area industriale di San Nicola di Melfi. Dopo la Conferenza di servizi del 21 luglio 2020, a distanza di un anno, nulla è accaduto se non l’incontro del tavolo tecnico promosso dall’Amministrazione Comunale di Melfi del 1 dicembre 2020. Un incontro finalizzato a valutare la richiesta avanzata dal Comune di Melfi di procedere con la bonifica in via sostitutiva e in danno del soggetto obbligato. La richiesta è motivata sulla base della documentata e notoria condizione di stallo e soprattutto dell’incapacità manifesta del soggetto obbligato ad attivare la bonifica del sito”.

Per Valvano “il sito continua a essere caratterizzato da una condizione di contaminazione ambientale molto grave. Sulla base della motivata consulenza tecnica recepita con una delibera di giunta municipale il Comune ritiene si debba procedere con un intervento pubblico (Comune e Regione) ai sensi e per gli effetti di cui all’art 250 del D. Lgs n 156/2006, attivando la bonifica in danno e in sostituzione del soggetto obbligato. Il fallimento della sperimentazione in campo delle tecniche di bonifica non può trovare compensazione o rassicurazione nella tenuta o meno della barriera idraulica. Non è pensabile autorizzare una metodica per la bonifica motivandola sul mantenimento o potenziamento delle misure di messa in sicurezza. E’ una contraddizione che non può essere avallata”.

“E’ evidente che dopo quasi 20 anni dall’inizio della contaminazione del sito – ha aggiunto Valvano- non ci sono più le condizioni per il proseguo dell’attività stante lo stato di contaminazione e il fallimento dei tentativi da parte del soggetto obbligato nell’elaborare e sperimentare in campo la bonifica del sito efficace, nel rispetto delle prescrizioni e dei tempi di legge”.

“Per questo- ha concluso Valvano- ho chiesto l’intervento del Prefetto perché ritengo sia necessario garantire legalità, rispetto ambientale e diritto alla salute”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
2/10/2022 - Gianni Pittella su relazione Dia, ''Lagonegrese non più isola felice''

La relazione della Direzione investigativa antimafia al Parlamento, in riferimento al secondo semestre del 2021 conferma le preoccupazioni degli ultimi anni: il Lagonegrese, un tempo isola felice, è sempre più soggetto alle infiltrazioni della criminalità organizzata, proven...-->continua

1/10/2022 - Consiglio comunale Marsicovetere approva l’istituzione del Centro di Dialettologia Internazionale

È di ieri l’approvazione all’unanimità - da parte del Consiglio comunale di Marsicovetere - della proposta di legge riguardante l’istituzionalizzazione del Centro di Dialettologia Internazionale, quale organismo giuridico riconosciuto dalla Regione Basilicata....-->continua

1/10/2022 -  Cupparo (Fi): smentisco notizie su incarico sottosegretario

Mi vedo costretto a smentire le continue notizie diffuse in queste ore su una mia presunta nomina a sottosegretario di Stato del nuovo Governo nazionale. Come ho avuto modo di dire ai giornalisti che mi hanno contattato in proposito, sono interessato a contin...-->continua

1/10/2022 - Vitarelli: ''bizzarra l'analisi del voto del segretario lucano del Pd''

“Il segretario del PD, Raffaele La Regina, fa un’analisi bizzarra del voto”. A dirlo è Giuseppe Vitarelli, già amministratore locale, che ancora una volta dà voce alla periferia. “Invece di capire le ragioni di una sconfitta sonora e pensare alle dimissioni ...-->continua

1/10/2022 - Merra: Tito Brienza, prossima estate la conclusione dei lavori

Nella giornata ieri, l’Assessore alle Infrastrutture Donatella Merra ha effettuato un sopralluogo sulla SS95 Tito-Brienza. “Abbiamo fatto il punto della situazione con i vertici dell’impresa Intercantieri Vittadello che sta eseguendo i lavori”, ha dichiarato l...-->continua

1/10/2022 - Cellula Coscioni Basilicata: "Indagine sul Testamento Biologico in Basilicata"

La “Cellula Coscioni Basilicata” - articolazione territoriale dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica –, costituitasi lo scorso aprile, ha tra le sue priorità le scelte di fine vita e la legalizzazione dell’eutanasia avendo come s...-->continua

30/09/2022 - Basilicata. Polese su precari sanità

“Ieri mattina ho ricevuto una delegazione di operatori Oss del San Carlo di Potenza, preoccupati per i numeri poco confortanti che, stando ad alcuni dati da loro forniti, non garantirebbero la stabilizzazione di tutti e 116 i precari assunti durante il periodo...-->continua











WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo