HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Maratea: il sindaco sulla riunione di ieri al Ministero su area protetta

14/02/2020

In data 13 febbraio 2020 presso il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare (MATTM) si è tenuta la riunione, convocata dalla Direzione Generale per il mare e le coste, avente ad oggetto un primo confronto con le amministrazioni delle istituende aree marine protette.
Il Ministero ha invitato alla predetta riunione: la Regione Basilicata – Direzione Generale ambiente ed energia; il Sindaco del Comune di Maratea, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA).
Nella predetta riunione l’intervento di apertura è stato fatto dal Direttore generale dott. Giuseppe Italiano il quale ha evidenziato che il Ministro ha attivato, con l’art. 24, comma 4 del D.L. 30 dicembre 2019, n. 162 cd. “Milleproproghe” specifiche somme per l’istituzione e l’avviamento di nuove aree marine protette di cui all’art. 36, comma 1 della legge 6 dicembre 1991, n. 394, fra le quali la lettera f) “Costa di Maratea” dopo ha dato la parola al Sindaco di Maratea affinché illustrasse le sue determinazioni in ordine al punto da trattare.
Il Sindaco ha esposto, da un punto di vista giuridico, la necessità di avviare studi per il monitoraggio della costa e la ricognizione attenta della qualità delle acque, della eventuale presenza di flora e fauna di rilevanza scientifica. Ha ribadito che Maratea, sin dall’antichità, e quindi da almeno 35 secoli, è stata sede di approdo di popoli del Mediterraneo e che quindi la circostanza che la costa si trovi oggi incontaminata dimostra come non vi sia alcuna azione umana che ne ha danneggiato il contesto naturale esistente. Ha sottolineato, in via preliminare, le ragioni secondo le quali nessuno studio, propedeutico alla formazione della proposta di legge regionale sulla istituzione dell’area marina protetta, potesse essere legittimamente utilizzato nel presente iter, in quanto la Corte Costituzionale con sentenza n. 36/2017 aveva dichiarato la illegittimità costituzionale della legge istitutiva di AMP della Regione Abruzzo. Ha fermamente ribadito che la tutela deve essere scientificamente correlata alla sola ipotesi di azioni umane che determinino minacce o danni concreti all’habitat, altrimenti si ricade nella ingiustificata “tutela ideologica” contraria alle norme e che certamente darebbe alla cittadinanza ed ai nostri ospiti la sensazione di una ingiusta privazione di sfera di libertà sacre e doverosamente tutelate dall’Amministrazione comunale di Maratea Citta “libera” e mai infeudata.
Il Sindaco ha concluso dicendo che occorre necessariamente partire dall’analisi del territorio, con la Città di Maratea che promuove insieme all’ISPRA dei predetti studi dall’inizio alla fine, confermando la decisione di avvalersi della collaborazione di esperti Professori universitari degli atenei di Napoli – Salerno e Potenza.
Il dr. Leonardo Tunesi Dirigente di ricerca dell’ISPRA ha concordato con il Sindaco sulla necessità di dar corso agli studi preliminari per una conoscenza completa delle valenze ambientali per poter definire quelle che risulteranno da una attenta valutazione le “necessarie misure di tutela” e che il Comune diventerà cooperatore in questa attività con ISPRA.
Il dott. Michele Busciolano dirigente generale della Regione Basilicata ha concordato sulla importanza del ruolo di Maratea nella fase dello studio e in tutte le fasi relative all’iter sottolineando che negli anni precedenti sono state istituite delle aree SIC (3) che si estendono su tutta la costa di Maratea e che le stesse sono state trasformate in zone speciali di conservazione (ZSC) per le quali sono stati approvati i Piani di Gestione.
Il dr. Tunesi ha evidenziato come le barche superiori a 40 metri possano determinare, oggi, un fattore di rischio per i fondali che va scongiurato.
Il dr. Biagio Glosa ha evidenziato che le barche di queste dimensioni non possono essere ormeggiate nel porto di Maratea e che quindi non abbiamo questa problematica; proseguendo ha ribadito che la funzione del Comune è quella di dare da una parte un contributo in termini di conoscenze scientifiche e dall’atro di far conoscere ai cittadini l’esito degli studi e farli partecipare e coinvolgere in un processo decisionale per comprendere la correttezza delle azioni svolte.
Il Direttore Generale dott. Giuseppe Italiano si è complimentato con la Città di Maratea ed ha confermato “l’imprescindibilità del ruolo del Comune, in questo percorso e della partecipazione del pubblico ai processi decisionali.”
Il passo successivo sarà l’incontro del Sindaco Daniele Stoppelli con il Dirigente di ricerca dell’Ispra Dott. Leonardo Tunesi per definire gli studi da effettuare e la selezione della letteratura scientifica esistente.
La scelta di procedere, sul piano metodologico, alla definizione di una chiara effettuazione di studi della costa di Maratea in maniera condivisa, senza finalità ed obiettivi preordinati alla scelta, costituisce una garanzia per tutti, nella direzione già indicata dal Sindaco in consiglio comunale.


Il Sindaco
Avv. Daniele Stoppelli



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
7/07/2020 - Meritocrazia Italia: ‘nuove prospettive di rilancio del made in Italy

È all’evidenza la riduzione delle quote di mercato occupate dalle imprese italiane in diversi settori d’esportazione.
La contingenza del recente stato emergenziale e delle conseguenti politiche discriminatorie praticate dai potenziali acquirenti è stata decisiva. Ma si t...-->continua

7/07/2020 - Latronico: 'ok bonifica discarica, illuminazione e altre opere pubbliche'

A Latronico è stata quasi completata la bonifica della discarica, sottoposta a procedura di infrazione da parte dell’Unione Europea. Ma l’Amministrazione in questi ultimi giorni, dopo l’affidamento della piscina e degli impianti sportivi, ha comunicato l’avvio...-->continua

7/07/2020 - Emergenza cinghiali: l’assessore Fanelli incontra i Prefetti

Per alleviare i problemi determinati dalla sovrappopolazione di cinghiali la Regione Basilicata verificherà la possibilità di mettere in campo iniziative rivolte agli operatori economici per incentivare il ritiro delle carcasse e di finanziare l’acquisto di ga...-->continua

7/07/2020 - Al San Carlo ‘’occorre programmare il lavoro stabile a tempo indeterminato’’

Con le risorse messe a disposizione dal Governo con il D.L. 18 e il D.L. 34, il San Carlo avrebbe dovuto programmare per il 2020 le varie assunzioni che con la ripresa delle attività sono estremamente necessarie e la Regione avrebbe dovuto deliberare le ...-->continua

6/07/2020 - CNDDU: ‘Cordoglio per scomparsa Ennio Morricone’

Il Coordinamento nazionale docenti della disciplina dei diritti umani esprime cordoglio per la scomparsa di un personaggio fondamentale del mondo della cultura e della musica: Ennio Morricone.
Le molteplici geniali composizioni con cui ha emozionato il pu...-->continua

6/07/2020 - Braia: 180 giovani imprenditori agricoli attendono scorrimento graduatoria misura 6.1.

“Ritengo sia non più accettabile che, con la rimodulazione ulteriore consentita dall'Europa, non si riescano a recuperare risorse per circa 10 milioni di euro del Psr Basilicata per i 180 giovani agricoltori che attendono da 14 mesi lo scorrimento della gradua...-->continua

6/07/2020 - Progetto Centro d’eccellenza per droni: Cupparo convoca incontro per il 9 luglio

Dopo l’incontro con Total e associati del 1 luglio scorso nel quale è stato illustrato il progetto del Centro d’eccellenza per droni, quale primo intervento nel settore no oil, l’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo ha avviato un confronto col ...-->continua









WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo