HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Taglio dei boschi: Fanelli annuncia procedure più snelle

21/10/2019

L’assessore alle politiche agricole e forestali della Regione Basilicata, Francesco Fanelli, ha illustrato questa mattina alla stampa le modifiche al Regolamento per il taglio dei boschi senza Piani di Assestamento Forestale, approvate con il Decreto del Presidente della Giunta regionale numero 231 del 2019.
Con le nuove disposizioni nel caso in cui si deve provvedere al taglio di un bosco ceduo, con superficie non superiore a 0,25 ettari, basterà inoltrare alla Regione una semplice comunicazione. Trascorsi quindici giorni, ed in assenza di comunicazioni, si potrà iniziare con il taglio.

Per il bosco di alto fusto, dove invece è necessaria l’individuazione delle piante da tagliare da parte di un professionista in materia forestale, si offre al cittadino una doppia opportunità.

La prima consente di poter ricorrere a un libero professionista per presentare una relazione semplificata e iniziare, dopo trenta giorni, il taglio. La seconda possibilità è quella di presentare la tradizionale istanza per il rilascio di autorizzazione da parte della Regione.

“Tali opportunità – ha commentato l’assessore Fanelli – sono state predisposte per dare una risposta concreta alle esigenze di autoconsumo, mettendo il cittadino proprietario di un bosco nelle condizioni di potersi approvvigionare più velocemente di legna per un quantitativo ad 'uso famiglia" che, con il nuovo regolamento è stato anche elevato da 10 a 15 metri cubi.

ll nuovo testo – sottolinea Fanelli - fornisce un'opportunità a quanti operano nel settore del taglio boschi, chiamati ad un maggiore senso di responsabilità. I cittadini si vedranno riconoscere più velocemente il diritto di proprietà, senza sentirsi esclusivamente fornitori di un bene comune soggetto a forti limitazioni. Per dare maggior efficacia a queste semplificazioni – aggiunge Fanelli - il mondo delle imprese boschive è chiamato ad accelerare i processi di professionalizzazione e ai tecnici liberi professionisti, ai quali viene offerta la possibilità di dimostrare le loro competenze specifiche, di contribuire in maniera attiva alla gestione del patrimonio forestale della Basilicata. Anche l’Università potrà, in questa fase di sperimentazione, fornire il proprio apporto scientifico, finalizzato anche a rendere questo settore maggiormente attrattivo in termini di iscrizioni alle facoltà specifiche.

Per situazione differenti, tenuto conto della tipologia di bosco esistente (ceduo o alto fusto) e della superficie interessata al taglio si dovrà invece far ricorso, come già previsto dalla normativa precedente, ad un libero professionista in materia forestale per produrre una domanda corredata di relazione semplificata o di un progetto di taglio.

“Il provvedimento – commenta ancora Fanelli - si è reso necessario per far fronte al cospicuo numero di richieste di taglio che ogni anno giungono in Regione pari a circa quattromila, per le quali sinora, pur producendo il massimo sforzo in termini di impegno profuso dalla Struttura competente, non si è riusciti ad emettere le autorizzazioni al taglio nei tempi previsti dal regolamento. Questa prima fase di adeguamento normativo rientra in un contesto di rivisitazione generale della norma regionale, con la finalità di adeguarlo in alcune parti al “Testo Unico in Materia Forestale e Filiere Forestali” e di sperimentare nuove procedure amministrative.

La modulistica per le nuove procedure amministrative approvate sarà pubblicata su sito istituzionale della Regione Basilicata.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
16/11/2019 - Basilicata Possibile: domani ancora firme per fermare estrazioni

Nulla è scontato. Domani secondo appuntamento per la raccolta delle firme per fermare le estrazioni petrolifere in Basilicata.
Dopo il presidio del 21 Ottobre scorso davanti la sede della Giunta Regionale continua la mobilitazione contro le estrazioni petrolifere in Bas...-->continua

16/11/2019 - Polimedica-Villaggio Salute Melfi: raccolte già 4 mila firme

Sono già circa 4mila le firme di cittadini raccolte in pochi giorni in adesione alla petizione popolare per chiedere al Consiglio regionale e al Presidente della regione di intervenire sulla burocrazia pubblica affinchè siano garantiti trasparenza, imparzialit...-->continua

16/11/2019 - Potenza: una città ostaggio di traffico e cemento

Ogni giorno e a qualsiasi ora, centinaia di pullman extraurbani si abbattono sulla città di Potenza : nella quasi totalità carcasse enormi come tir con più di quarant’anni di età, che percorrono in lungo e in largo, spesso privi di passeggeri, ogni strada urba...-->continua

16/11/2019 - Coldiretti: inaugurato a Matera il 53° mercato coperto di Campagna amica

Inaugurato stamane a Matera il primo mercato coperto di Campagna amica in Basilicata. Al taglio del nastro presenti i vertici regionali e provinciali di Coldiretti, oltre a numerosi amministratori. La struttura, situata in via Andrea Serrao, angolo con via Ve...-->continua

16/11/2019 - Braia: Lotta al dissesto idrogeologico. Basta inerzia


Non solo lamentele, emergenza e calamità ma appaltare opere pubbliche entro la scadenza nota del maggio 2020 per la prevenzione e per il rilancio del comparto edilizio e contrattualizzare tutto il possibile, per non perdere quasi 100 milioni di euro di fi...-->continua

16/11/2019 - Leggieri: ‘I Comuni siano case trasparenti’

L'inchiesta della Procura di Potenza che ha interessato l'ex Sindaco di Venosa, alcuni componenti della sua Giunta ed esponenti del Pd locale deve farci riflettere. Ho preferito aspettare qualche giorno, prima di intervenire, perché la delicatezza delle indagi...-->continua

16/11/2019 - Adinolfi (M5S): ‘La cultura dell’emergenza si trasformi in prevenzione’

“Non ci dimentichiamo delle Regioni del Sud Italia colpite duramente dall’ultima ondata di maltempo. Aiutiamo Venezia, ma facciamo la stessa cosa nei confronti di Matera e degli altri territori messi a dura prova, rispetto ai quali noto scarsa attenzione”. E’ ...-->continua







WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo