HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise: donna polacca aggredisce passante, arrestata

10/06/2013



Una 39enne di origini polacche, residente nel Lazio e arrivata in Basilicata per ragioni ancora al vaglio degli investigatori, è stata arrestata a Senise con l’accusa di tentata rapina ai danni di un’altra donna, del posto. Il tutto è accaduto intorno alle 18 di domenica 9 giugno davanti al bar di un’area di servizio sulla Statale Sinnica, nel territorio di Senise. D.B., era in compagnia di un uomo, polacco anche lui, quando, ad un certo punto, sembra abbia cominciato ad avvicinarsi in maniera molesta ad alcuni clienti del bar seduti ai tavolini nell’area esterna al locale. Secondo quanto ci ha raccontato una testimone, mentre l’uomo era tranquillo e distante qualche metro accanto ai bagagli (evidentemente i due erano in procinto di partire con una delle linee di autobus che si fermano nell’area di servizio), la donna, visibilmente ubriaca, avrebbe cominciato ad infastidire i clienti, con insulti e dicendo, in maniera sconnessa e insistente, di essere stata derubata e chiedendo ripetutamente soldi. Le persone presenti hanno cercato di evitarla e hanno provveduto ad avvertire i carabinieri. La donna, però, sembra non abbia desistito. In particolare si sarebbe avvicinata ad una donna cittadina senisese, con la solita richiesta di soldi. Al rifiuto di quest’ultima avrebbe cercato di rubarle la borsa e di strattonarla. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Senise, coordinati dal capitano Davide Palmigiani, che hanno eseguito un fermo di Polizia Giudiziaria nei confronti della donna che è stata tradotta presso il carcere di Potenza. La signora vittima della tentata rapina, secondo quanto si apprende dal comunicato diffuso dai carabinieri, ha riportato lesioni giudicate guaribili in 3 giorni. Alta e di bella presenza, la donna non appariva, secondo quanto descritto da alcuni testimoni, una donna trasandata, anzi. Residente a Monterotondo in provincia di Roma, con un impiego ministeriale, probabilmente stava aspettando l’autobus che l’avrebbe riportata nella Capitale.
E’ ancora da accertare cosa l’abbia portata in Basilicata e, in particolare, nel territorio del Senisese. L’uomo che era in compagnia della donna è stato rilasciato poco dopo essere stato portato in caserma e, pare che il giorno dopo sia riuscito a prendere l’autobus alla volta della Capitale.


Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

7/04/2020 - Centrale sul Frido: Italia Nostra, Lipu e WWF ricorrono al Tar
7/04/2020 - Emergenza Covid-19, Bardi incontra viceministro Sileri
7/04/2020 - Cig in deroga: già 862 le domande inoltrate
7/04/2020 - L’ASP presenta SOS Covid-19, l’applicazione per il monitoraggio dei positivi

SPORT

7/04/2020 - Rinascita Volley Lagonegro, Carlomagno: ‘Finisce qui’
7/04/2020 - Coronavirus: Simone Zaza raccoglie 64 mila euro
7/04/2020 - Polisportiva Anzi propone la donazione delle quote di un torneo per emergenza
6/04/2020 - Distanti ma uniti, il progetto online del comitato potentino

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

6/04/2020 Sospensione idrica oggi in Basilicata

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori. POTENZA: parte di via Giovanni XXIII e zone limitrofe

4/04/2020 Sospensioni idriche 4 aprile 2020

Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 17:00 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti. MURO LUCANO: C/da Zaparone, C/da Bussi, C/da S. Luca e zone limitrofe

4/04/2020 Comunicazione sospensione idrica a San Severino

San Severino Lucano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:00 di oggi fino al termine dei lavori. SAN SEVERINO LUCANO: centro abitato e fraz. Cropani

Restiamo umani se ci ricordiamo che dietro i numeri ci sono le storie
di Mariapaola Vergallito

Ho cercato tra i libri, in rete e tra gli appunti nei cassetti ma non ho trovato nulla. Non ho trovato parola alcuna che mi spieghi come si faccia.
Nessun manuale o libretto d’istruzioni, nessun vecchio quaderno sopravvissuto all’università, nessun libro divorato per l’esame di Stato.

Niente che mi insegni come si possa raccontare la storia di un ragazzo morto a 38 anni ucciso da un virus globale in una cittadina di una regione del sud Italia....-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo