HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Rotonda: il Comune affida il locale che in Consiglio aveva fatto discutere

14/02/2020



Una locazione che segue una questione di incompatibilità, sollevata dall’opposizione e respinta dalla maggioranza, di cui avevamo parlato in occasione del Consiglio Comunale di insediamento dopo la rielezione del sindaco Rocco Bruno.
Segnatamente, il Comune di Rotonda ha bandito l’affitto di una parte dell’ex edificio scolastico (per una superficie lorda pari 90, 65 mq), in Contrada Piano Incoronata, per l’apertura di un’attività commerciale il cui titolare verserà nelle casse comunali un corrispettivo di 105 euro mensili per sei anni.
Per capire da dove arrivi la contestazione di incompatibilità bisogna tornare indietro di parecchi anni, ovvero a un’ordinanza risalente al 2012 dell’allora sindaco Giovanni Pandolfi, successiva al terremoto di quello stesso anno, che consentiva alla consigliera Comunale Donatella Franzese (nominata da giungo anche assessore con delega, tra le altre, proprio al commercio ma che nel 2012 era una semplice cittadina) di usufruire, in comodato d’uso gratuito, di parte di questo edificio per la sua attività commerciale.
“Nel momento in cui la Regione Basilicata – aveva evidenziato il capogruppo di minoranza Domenico La Valle durante l’Assise del 15 giugno, sollevando la questione di incompatibilità nei confronti della stessa consigliera – non ha ritenuto opportuno concedere i fitti alle attività commerciali, ma solo agli abitanti residenti, tra l’altro non confermandoli, allora ci troviamo di fronte ad una situazione che favorisce una sola cittadina rispetto agli altri”.
Il sindaco aveva risposto che l’interessata “aveva più volte chiesto di risolvere la situazione, proponendo anche la trasformazione del rapporto in locazione”, aggiungendo che “l’ordinanza del 2012 era collegata ad un’altra di sgombero – dovuta al medesimo sisma – per il locale privato dove in precedenza si svolgeva l’attività della consigliera”.
La questione di incompatibilità era stata respinta, ma nella successiva riunione la consigliera di opposizione Ines Fittipaldi aveva parlato di “conflitto di interessi”, poiché alla votazione circa la propria incompatibilità aveva partecipato la stessa Franzese: ed, effettivamente, l’ipotesi di incompatibilità era stata respinta grazie ai 9 voti della maggioranza (gli 8 consiglieri più il sindaco), con i 4 contrari dell’opposizione.
Ma la vicenda non si era chiusa lì ma era finita sulla scrivania del prefetto di Potenza Vardè, che ad agosto aveva inviato una nota al Comune chiedendo delucidazioni circa “una notizia di una possibile causa di incompatibilità a carico di un consigliere/assessore”.
Il Comune aveva risposto con una cronistoria di quanto accaduto negli anni precedenti, parlando dello stato dei lavori del locale privato occupato in passato dalla consigliera e spiegando che l’immobile ex edificio scolastico era stato inserito nel piano delle alienazioni ma, “visto che le aste erano andate sempre deserte”, nel secondo Consiglio Comunale ad un mese dalle elezioni (il 26 giugno) la maggioranza aveva approvato il passaggio dell’immobile in Contrada Piano Incoronata “dall’alienazione alla locazione”, con modifica della destinazione d’uso “da residenziale a commerciale”. Precisando, inoltre, che sono in corso “di predisposizione gli atti del procedimento, ad evidenza pubblica, per la locazione”.
E, dopo il primo avviso con una base d’asta a salire di 100 euro, cui nessuno aveva risposto, nello scorso mese di gennaio è stato pubblicato il nuovo bando, sempre per la stessa cifra, andato a buon fine.
Ovviamente, l’affidamento è stato appannaggio di una persona terza senza alcun incarico politico a livello locale.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

18/02/2020 - Sanitopoli: cade l’accusa di corruzione per Quinto e Meale.Rinvio a giudizio per Pittella
18/02/2020 - Balvano: perde la vita dopo un incidente stradale
17/02/2020 - ''Mamma Olimpia in attesa di giustizia continua a subire ingiustizie''
17/02/2020 - ''Le competenze vanno riconosciute per la crescita del territorio''

SPORT

18/02/2020 - Volley: la Riascita Lagonegro e coach Falabella si separano
18/02/2020 - Volley Serie C: la DMB Pallavolo Villa d’Agri ad un passo dall’impresa
18/02/2020 - Equitazione: una grande trasferta romana per l’A.S.D. FM Equestrian Club
17/02/2020 - Volley: ancora una sconfitta per la Geovertical Lagonegro

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

18/02/2020 Sospensione idrica a Ruvo del Monte e San Fele

Ruvo del Monte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 20:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina salvo imprevisti. RUVO DEL MONTE: Contrade:Fronti.Cerrutolo.S.Elia.Bosco Bucito e zone limitrofe
Ruvo del Monte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 20:00 del giorno 20-02-2020 alle ore 07:00 del giorno 21-02-2020 salvo imprevisti.

San Fele: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 20:00 di domani alle ore 07:00 del giorno 20-02-2020 salvo imprevisti.
San Fele: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 20:00 di domani alle ore 07:00 del giorno 20-02-2020 salvo imprevisti.

17/02/2020 Sospensioni idriche 17 febbraio 2020

--Castronuovo di Sant'Andrea: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:30 alle ore 13:30 di oggi salvo imprevisti. CASTRONUOVO DI SANT'ANDREA: Zona bassa centro abitato

15/02/2020 Sospensione idrica

Palazzo San Gervasio: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 12:15 di oggi fino al termine dei lavori. PALAZZO SAN GERVASIO: Via Pisa.

Sospendete il campionato di Eccellenza:per il lutto e per una umana riflessione
di Mariapaola Vergallito

Forse ancora non abbiamo capito bene quello che è accaduto domenica scorsa davanti al piazzale della Ferrovia dismessa di Vaglio Scalo. E non mi riferisco alla dinamica dei fatti, spiegata senza troppi giri di parole dal Procuratore, dal Questore e da chi ha indagato e sta indagando.
Forse ancora, però, non abbiamo compreso bene la portata di quanto accaduto. L’assurdità di questa tragedia che ha nomi e cognomi e, tra questi, forse ‘’Calcio’’ è uno di qu...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo