HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Regione ‘contro’ Eni: ‘posizioni offensive, stop consultazioni’

17/10/2019



Gli assessori regionali Francesco Fanelli, Gianni Rosa e Francesco Cupparo, dopo essersi consultati con il Presidente Bardi, hanno ritenuto saggio interrompere immediatamente ogni consultazione con Eni al tavolo della trattativa sulle compensazioni ambientali e le politiche di sviluppo. Gli esponenti della giunta hanno ritenuto la posizione dell’Eni offensiva nei confronti della comunità lucana e hanno evidenziato che “non convince la pregiudiziale messa sul tavolo da Eni. Abbiamo inteso sospendere la riunione in quanto era impraticabile qualsiasi altra argomentazione in tema di compensazioni ambientali. Secondo l’interpretazione della compagnia petrolifera, infatti, non ci sarebbe la possibilità di firmare gli accordi in assenza di rinnovo formale della concessione da parte del Ministero. Ma Eni - specificano gli esponenti dell’esecutivo Bardi - continuerà ad estrarre anche dopo il 26 ottobre, data di scadenza della concessione, perché lo consente una legge del governo Monti, secondo la quale le attività possono proseguire anche in mancanza di un’autorizzazione esplicita nei confronti del proponente. Eni - ribadiscono - continuerà ad estrarre, e per questo i lucani hanno diritto di ricevere le compensazioni ambientali legate all’utilizzo del territorio e alle emissioni nell’atmosfera e nel sottosuolo. Ci rifiutiamo di credere che le motivazioni rilasciate dalla compagnia petrolifera siano uno strumento per fare melina ed agire in danno dei lucani”.

Contemporaneamente il governatore Bardi ha chiesto un incontro al ministero dello Sviluppo economico e dell’Economia e delle finanze per aprire un immediato tavolo di confronto sulla vicenda delle estrazioni del petrolio lucano insieme alle royalties che lo Stato deve per legge fornire alla Regione.




ALTRE NEWS

CRONACA

11/07/2020 - Restituita a Gorgoglione un scultura trafugata nel 2008
11/07/2020 - Matera. Polizia sequestra piantine di marijuana e sventa furto in enoteca
11/07/2020 - Covid in Basilicata: positivo un 60enne di Castelluccio Inferiore
11/07/2020 - Melfi:danneggiamento della sede della CISL. Arrestato l’autore

SPORT

10/07/2020 - Mister Raffaele:' risultato storico di cui deve essere orgogliosa tutta la città
9/07/2020 - Serie C: segna França al 96’ e il Potenza va avanti
9/07/2020 - Maretta confermato alla Rinascita Volley Lagonegro
9/07/2020 - Bernalda Futsal. Borges: “Tutti insieme raggiungeremo obiettivi importanti”

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

9/07/2020 Sospensione idrica a Potenza e Tursi

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:45 alle ore 17:45 di oggi salvo imprevisti. POTENZA: C.da Riofreddo, c.da Caira, parte di c.da San Luca Branca e zone limitrofe

Tursi: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 15:45 di oggi fino al termine dei lavori. TURSI: Zona Alta: ViaOliva, Vitt. Emanuele, Toselli, Calata Da Bormida, Zone Limitrofe.

8/07/2020 Corso gratuito operatore di marketing culturale

Fino al 14 di luglio è possibile iscriversi al corso professionale Omcti operatore di marketing culturale e turismo integrato val d'agri rivolto a tutti i disoccupati o studenti età 18/50 anni; corso on line dal 3 agosto dalle 15 alle 19. CORSO GRATUITO con 12 docenti. Per info Fernanda Ruggiero cell 3486050283

8/07/2020 Sospensioni idriche

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 10:45 alle ore 12:45 di oggi salvo imprevisti. POTENZA: Via Leonardo da vinci e zone limitrofe.

Melfi: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 11:30 di oggi fino al termine dei lavori. MELFI: Solo c.de Amendolecchia e Piani di Colobella.

La criminalità: una malapianta in continua crescita
di don Marcello Cozzi

Domanda e offerta. Sono le regole del mercato, e anche di quello criminale. E anche in Basilicata, oggi come ieri.
Le recenti e ultime inchieste giudiziarie coordinate dalla DDA di Potenza - da quella della settimana scorsa nel vulture melfese a quella di queste ore nella provincia materana - non ci dicono solo che la malapianta malavitosa purtroppo non smette mai di crescere e anzi rifiorisce di continuo tra vecchi nomi e nuove leve, non ci dicono solo ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo