HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Galdo-Pollino: ultimatum dei sindaci, minacciate azioni forti

9/10/2019



Anni di promesse puntualmente disilluse che, più volte, hanno indotto i sindaci della Valle del Mercure a scrivere alle Istituzioni per chiedere di fare qualcosa per la Galdo-Pollino.
Basti pensare che, hanno fatto sapere gli stessi sindaci, “nella programmazione della viabilità dell’Area Interna Mercure, Alto Sinni, Val Sarmento, il tratto viario della Galdo-Pollino non fu inserito, siccome da finanziare con i “certi” ulteriori fondi”.
Ecco spiegato perché hanno deciso di trasmettere una nuova nota, usando parole anche piuttosto esplicite, minacciando azioni forti qualora non si arrivi a qualcosa di concreto.

La missiva – I sindaci di Viggianello, Rotonda, Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore e Lauria hanno deciso di inviare una nota al governatore Bardi, agli assessori Regionali alle Infrastrutture e Attività Produttive, rispettivamente, Donatella Merra e Franco Cupparo, e al presidente della Provincia di Potenza Rocco Guarino, precisando che, “nel caso in cui – si legge nella missiva – l’intervento non dovesse essere realizzato vanificando l’ipotesi progettuale elaborata e volta a garantire la pubblica incolumità dei cittadini delle nostre comunità, gli scriventi metteranno in atto ogni azione utile e necessaria alla tutela della pubblica incolumità”.
Aggiungendo che “è di assoluta evidenza che ove non sia assunta una concreta azione nel termine di 15 giorni dalla presente, i sottoscrittori al fine di tutelare le comunità e i territori da loro rappresentati, assumeranno eclatanti iniziative volte a sensibilizzare prima e dare soluzione in seguito all’annoso problema della viabilità nella Valle”.

La storia recente della Galdo-Pollino – Dunque, la questione Galdo-Pollino torna al centro del dibattito politico dopo che nello scorso mese di agosto Paolo Campanella, sindaco di Castelluccio Inferiore, ci aveva detto che erano pronti i 17 milioni da investire nell’arteria.
Ipotesi successivamente confermata da Cupparo e Merra, che però avevano spiegato che prima bisogna che la Regione programmi gli interventi.
I sindaci, infatti, hanno confermato l’interesse degli assessori neo eletti puntualizzando che “hanno sempre rassicurato riguardo l’intervento”.
La Galdo-Pollino è un’arteria che comprende tre fondamentali bretelle: la ex SS 19 e le SP 4 e 34.
Da anni ne raccontiamo le vicissitudini, tutte rammentate nella missiva inviata dai primi cittadini, a partire dal famoso accordo di Mormanno sulle compensazioni in seguito al crollo del Viadotto Italia negate alla Basilicata, fino alla promessa di Marcello Pittella di anticipare gli ormai celeberrimi 17 milioni prima che l’ex presidente fosse travolto dallo scandalo “sanitopoli”.
I problemi della Galdo-Pollino concernono non solo il fondo stradale, pessimo, ma anche l’ampiezza della carreggiata che in diversi punti non consente il passaggio contemporaneo dei tanti mezzi pesanti che la percorrono: si ricordino, in proposito, gli autotreni della Centrale del Mercure e della San Benedetto, o i bus scolastici.

Le parole del sindaco di Viggianello – “Insieme agli altri sindaci – ci ha detto il primo cittadino di Viggianello Antonio Rizzo – abbiamo deciso di scrivere per una questione che negli anni è sempre parsa sul punto di essere risolta, salvo poi, in concreto, non si è mai fatto nulla. Anche confrontandoci con il Governo Regionale ci è sempre stato dimostrato impegno e collaborazione, ma di formale ancora niente: tanto che la progettazione non si è mossa di un millimetro”.
“Ecco perché – ha proseguito Rizzo – abbiamo deciso di inviare questa nota per chiedere alle Istituzioni di essere ricevuti, altrimenti, da qui a 15 giorni, saremmo costretti a propendere per altre soluzioni. Compreso anche il coinvolgimento del popolo fino allo svincolo autostradale, per manifestare contro la negligenza dimostrata per la Galdo-Pollino: che continua ad essere caratterizzata da una viabilità pessima, sulla quale insistono i mezzi pesanti di due insediamenti produttivi e che mette anche a rischio la sicurezza di chi la percorre e, tra questi, ci sono tanti studenti che devono raggiungere Lauria e Lagonegro. Senza dimenticare i presidi ospedalieri che si trovano proprio nei centri di Lauria e Lagonegro e che costringono a percorrere questa arteria”.
“I cittadini della Valle del Mercure – ha concluso il sindaco di Viggianello – sono in pericolo tutti i giorni, lo abbiamo scritto più volte e abbiamo anche fatto diverse riunioni al Ministero, alla Regione e alla Provincia. Abbiamo lavorato ai progetti, abbiamo fatto sopralluoghi ma ripeto che ad oggi, formalmente, ancora non c’è traccia di questi 17 milioni di euro né della progettazione”.


Gianfranco Aurilio
lasiritide.it

foto di repertorio



ALTRE NEWS

CRONACA

28/05/2020 - Chiaromonte: la Giunta ha deliberato l’esonero dal pagamento della Tosap
28/05/2020 - Emergenza Covid-19, aggiornamento del 28 maggio (dati 27 maggio)
27/05/2020 - Lauria e Genzano di Lucania:sanzionate 21 persone per violazione normativa Covid
27/05/2020 - ''Vogliamo un tavolo istituzionale per risolvere i problemi degli agricoltori''

SPORT

26/05/2020 - Serie D: 31 club diffidano la FIGC e la LND
24/05/2020 - Rotonda, sitting: la Saxvolley ha presentato la squadra maschile e femminile
23/05/2020 - Retrocessione Grumentum? Petraglia: 'Decisione di burocrati di palazzo che non possono guidare il calcio'
23/05/2020 - Picerno, Mitro: “Siamo ambiziosi. Insieme con mister Giacomarro”

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

26/05/2020 Sospensioni idriche

Pisticci bassa pressione/mancata erogazione temporanea in Contrade San Leonardo, San Gaetano, Terranova, Caporotondo, Castelluccio, San Pietro, Ficagnole, Fondo Messere, Coppo, Cannile.: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 09:00 di oggi fino al recupero del livello.

Balvano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 14:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti. BALVANO: BALVANO ZONE RURALI: C/da Tusciano; Acqua del Signore; Vallaro; Croce; Rossa; Castagno; Platano; Sevinosa; Iuzzolino; Melassano e Gaudino.

22/05/2020 Reddito di Emergenza Da oggi le domande dal sito internet dell’Istituto

A partire da oggi, le domande per il Reddito di Emergenza (REm) possono essere inoltrate all’Inps utilizzando il servizio online disponibile sul sito internet dell’Istituto.
Le domande dovranno essere presentate all’Inps esclusivamente in modalità telematica entro il 30 giugno 2020, autenticandosi con PIN, SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica.
Per la presentazione della domanda ci si potrà avvalere anche degli istituti di patronato.
Previsto dal DL 34/2020 per supportare i nuclei familiari in difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19, il REm è subordinato al possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali indicati all’articolo 82 del decreto.

22/05/2020 Sospensione idrica a Craco Sant'Angelo vecchio

CRACO SANT'ANGELO (VECCHIO) PERDITA SU ADDUTTRICE FRIDA: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 13:00 di oggi fino al termine dei lavori.

Dopo questi mesi di emergenza vorrei...
di autori vari

Mi piacerebbe che non andasse via la consapevolezza di far parte tutti dello stesso mondo, di essere uguali e di avere, tra le mani, gli stessi remi per guidare la medesima barca nell’identica direzione. Mi piacerebbe che ognuno di noi capisse davvero che, se il pericolo di veder distrutta la nostra salute o la nostra stessa vita, ci ha portato a privazioni e muri innalzati tra le persone, allora i nostri stili di vita, spesso dissoluti, dovrebbero cambiare ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo