HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
Foreste venete: un patrimonio da “far fruttare”

24/03/2018

Veneto Agricoltura e Regione, con Università di Padova, Eustafor e Crea, hanno analizzato oggi a Longarone-Bl le opportunità offerte dai boschi per la bioeconomia e la valorizzazione dell’ambiente. Dall’insegnamento della Repubblica Serenissima per la buona gestione del bosco alle politiche forestali dell’Unione Europea, esperti e tecnici si sono confrontati per migliorare la valorizzazione di un grande patrimonio boschivo che solo nel Veneto conta quasi mezzo milione di ettari di superficie.



Sono ben 465.000 gli ettari di superficie forestale nel Veneto, pari al 25% del territorio regionale. Un patrimonio, quello dei boschi veneti, gestito con oculatezza fin dai tempi della Repubblica Serenissima che, principalmente dal Cadore, Cansiglio e Montello, traeva il legname che ha contribuito a far grande la sua potenza.

Oggi le politiche forestali, a partire da quelle dettate dall’Unione Europea, si pongono una serie di obiettivi che, considerata la loro straordinaria importanza, non possono essere trascurati o sottovalutati. Anzi, sempre più devono essere definiti con precisione e perseguiti.

Il ruolo delle foreste nella lotta ai cambiamenti climatici, per esempio, è sotto gli occhi di tutti, come pure per la conservazione della biodiversità, di cui questi luoghi sono ricchi; ma le foreste sono parimenti importanti anche quando si parla di bioeconomia, vale a dire di economia sostenibile sotto il profilo ecologico e sociale, nonché di politiche di sviluppo rurale. In altre parole, i boschi e le foreste, oggi più che mai, svolgono una duplice funzione di “fabbrica di legname” e di “fornitori di beni e servizi”, non solo di carattere ambientale, che interessano l’intera comunità.

Di questi importanti temi, e in particolare delle tante opportunità offerte dalle foreste, si è discusso oggi a Longarone (Bl) ad “Agrimont” in occasione del convegno “Il risveglio della foresta. Le politiche forestali dalla Serenissima ad oggi”, evento promosso da Veneto Agricoltura e Regione, con Università di Padova, Eustafor e Crea.

Due le sessioni proposte: un focus con esperti e tecnici europei e regionali, incentrato sulle politiche forestali in atto in Europa, Italia e Veneto; una tavola rotonda con gli operatori della filiera foresta-legno-energia.

In sintesi, i lavori di Longarone hanno confermato che oggi il Veneto è attraversato da numerosi fermenti che spingono verso una valorizzazione a 360° delle foreste, vale a dire sia dal punto di vista ambientale che da quello dei prodotti e i servizi offerti. Di conseguenza, si rende necessario generare politiche forestali sempre più efficaci da parte della Pubblica Amministrazione e avviare iniziative da parte delle imprese, dei proprietari boschivi e degli Enti locali. Il Veneto, che a livello mondiale può essere definito “la Patria della selvicoltura” per aver saputo introdurre già nel XV° secolo principi e tecniche di oculata gestione del bosco, deve continuare a fare la sua parte per valorizzare al massimo il suo straordinario patrimonio forestale.

L’evento di oggi è stato, inoltre, l’occasione per presentare la pubblicazione “Il risveglio della foresta. Le politiche forestali dalla Serenissima ad oggi” edito da Veneto Agricoltura.

Ricordiamo che fino a domenica 25 sarà possibile visitare i padiglioni della Fiera che accolgono la 39^ edizione di Agrimont, l’importante kermesse dedicata alle attività legate ai territori di montagna. Molte le proposte per gli operatori e per chi vive e vuole conoscere le attività e i prodotti dell'ambiente rurale montano.


 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
1/04/2020 - Coronavirus: più contagi e tamponi. Attesa proroga delle misure restrittive

Questa sera dovrebbe essere emanato il nuovo DPCM che proroga la durata del distaccamento sociale e del lookdown fino a Pasqua, mentre continua ancora l’andamento altalenante dei dati sui contagi diffusi dalla Protezione Civile.
Il numero dei nuovi pazienti Covid è sali...-->continua

1/04/2020 - Scuola: tutti promossi e ammessi agli esami, ma nessun 6 politico

Oltre alla ripresa delle attività economiche, ciò che interessa molto è anche il ritorno a scuola che, da quanto si apprende leggendo Repubblica, appare piuttosto complicato.
Il problema, tuttavia, sarà capire come dovranno svolgersi gli esami di terza med...-->continua

1/04/2020 - Precisazioni del Viminale su divieti e limiti agli spostamenti

Le regole sugli spostamenti per contenere la diffusione del coronavirus non cambiano.

Si può uscire dalla propria abitazione esclusivamente nelle ipotesi già previste dai decreti del presidente del Consiglio dei ministri: per lavoro, per motivi di ass...-->continua

31/03/2020 - Coronavirus: nuovi casi lontani dai picchi, ma ancora tanti morti

I dati diffusi oggi dalla Protezione Civile, eccetto che per le vittime, continuano ad essere incoraggianti. Anche se il numero dei nuovi contagi è superiore a quello di ieri, resta lontanissimo dai picchi di una decina di giorni e in particolare da quando, ed...-->continua

31/03/2020 - Carabinieri NAS Lecce: comprava panettoni nei centri commerciali, per poi rivenderli come artigianal

Un pasticciere della provincia di Lecce aveva pensato bene di acquistare poco più di una quarantina di confezioni di panettoni al supermercato e, dopo averli tolti dalla confezione e rimosso l’etichetta, di rimetterli in vendita nel suo locale, spacciandoli pe...-->continua

31/03/2020 - Rogliano (CS): aggressione con accetta. Arrestato.

Nel pomeriggio di ieri i Militari della Stazione Carabinieri di Rogliano hanno tratto in arresto, in esecuzione di un’Ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, G.G., agricoltore 60enne incensurato ed originario di Parenti (CS), ma da anni resid...-->continua

31/03/2020 - Coronavirus: primo caso a Tortora

Anche a Tortora c’è il primo caso di Coronavirus che riguarda una persona che lavora in una clinica di Belvedere Marittimo, tanto che anche il Comune di Tortora ha lanciato l’allarme chiedendo, a tutti coloro che si fossero recati nella clinica “Ninetta Rosan...-->continua


CRONACA BASILICATA

1/04/2020 - Coronavirus: 3 nuovi casi a Grassano
1/04/2020 - Ritrovata a Policoro la minorenne scomparsa il 5 marzo scorso
1/04/2020 - Un altro decesso per Covid in Basilicata, di Rapolla e aveva solo 38 anni
1/04/2020 - MIUR: per le scuole lucane oltre un milione di euro per didattica a distanza

SPORT BASILICATA

31/03/2020 - Scomparsa del presidente del Paternicum, il cordoglio del LND Basilicata
30/03/2020 - Picerno:estratto del lungo intervento del DG Mitro
28/03/2020 - Volley, PVF Matera: domenica teaser de “Il settimo giocatore”
27/03/2020 - FCI Basilicata:stop all’attività ciclistica per la tutela dei tesserati

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
31/03/2020 Sospensione idrica oggi in Basilicata

Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 16:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina salvo imprevisti. MURO LUCANO: Seguenti Contrade: Contrada Bussi, Contrada Zaparone, Contrada San Luca e Contrada Santa Maria Indorata

28/03/2020 Comunicazione di sospensione idrica a Sant'Angelo Le Fratte

Sant'Angelo Le Fratte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti. SANT'ANGELO LE FRATTE: Paese e frazioni

27/03/2020 Terremoto di magnitudo 2 a Forenza

Piccola scossa di terremoto di magnitudo 2 si è verificata questa mattina a Forenza in Basilicata. Il sisma è stato registrato dalla Sala Sismica INGV-Roma alle ore 08:02 Italiana a 2 km NW Forenza (PZ) ad una profondità di 10 km. Non ci sono stati danni e nessuna replica





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo