HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Elezioni Potenza.Basilicata Possibile: Lega nega fondi e diritti ai nostri figli

6/06/2019

Un bambino a Potenza vale meno di un bambino nato a Treviso o a Varese.
Il perché chiedetelo alla Lega. Chiedetelo a quel partito che – con l’autonomia differenziata – vuole far crescere ancora di più questa disuguaglianza. Questa ingiustizia contro la nostra gente. La Lega chiede il consenso al Sud ma intanto lo depreda, gli taglia i finanziamenti, gli nega i diritti fondamentali.
Lo confermano i dati del sito ufficiale governativo Opencivitas per il 2019.
Se sei un bambino, se sei un anziano non autosufficiente, se sei uno studente, se hai bisogno di servizi sociali come l’asilo nido, la mensa scolastica, il trasporto per i pendolari, c’è una differenza enorme se vivi a Potenza o a Treviso. Una differenza, in termini di finanziamenti pubblici erogati per garantire i servizi fondamentali alla popolazione, che riconosce alla comunità di Treviso oltre due milioni di euro in più rispetto a Potenza.
Per i servizi sociali e gli asili nido, il fabbisogno riconosciuto per un bambino di Potenza è di 109 euro. Per un bambino di Treviso vengono riconosciuti 130 euro. Per un bambino di Varese 146 euro.
Per i servizi comunali di istruzione, a un bambino di Potenza sono riconosciuti 67 euro. A un bambino di Treviso 85 euro. A un bambino di Varese 94,50.
Il partito del Nord non riconosce alla nostra gente la medesima dignità e i medesimi diritti riconosciuti invece a chi vive nel Settentrione.

Questa differenza di finanziamento viene moltiplicata sulla base del numero di bambini e anziani che fruiscono dei servizi: molti di più al nord rispetto al sud.



Ma non le basta ancora. La Lega al governo chiede ora la secessione delle regioni ricche: vuole eliminare ogni residuo spirito solidale della nazione. La Lega è un Robin Hood all’incontrario che vuole togliere ai poveri per dare ai ricchi.
Se questo infausto progetto non sarà fermato, nel nostro Sud diventerà più difficile creare lavoro, fare impresa, offrire opportunità che possano spingere i nostri ragazzi a restare o a tornare.
Questo è il modello di Paese e di città della Lega. Una Lega che resta Lega Nord per ideologia e portafoglio, anche quando cancella per convenienza il termine Nord dalla sua sigla. Una Lega che considera i nostri figli meno uguali dei figli degli altri italiani.
Contro questa palese ingiustizia sono stati chiamati a pronunciarsi i tribunali amministrativi e gli organi vigilanti sul rispetto dei principi affermati dalla Costituzione.
Ma, anche prima di questi pronunciamenti, è la nostra gente che deve mostrarsi capace di avere un sussulto di dignità. Che deve dire no, con le proprie scelte, perché non possiamo affidare i nostri destini, il futuro dei nostri figli, ai nemici del Sud. A chi ci declassa da cittadini a sudditi.

Valerio Tramutoli si farà promotore, su tutti i tavoli istituzionali, di una battaglia di equità per ottenere pari diritti e i finanziamenti necessari a garantire i servizi essenziali alla nostra comunità.

Si può cominciare da Potenza. Si può cominciare dal voto del 9 giugno.
Anche tu puoi fare la tua parte.
Il 9 giugno, contro la Lega, scegli Valerio Tramutoli Sindaco di Potenza.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
25/02/2020 - M5S. Bardi dovrebbe chiedere scusa per la gestione disastrosa delle ultime quarantott'ore

Ci voleva l’emergenza corona virus per dimostrare l’approssimazione che pervade l’esecutivo Bardi e la maggioranza consiliare a suo sostegno.

La voglia di like sui social e le pressioni propagandistiche del fu capitan Mojito hanno fatto sì che in Basilicata si produ...-->continua

25/02/2020 - Braia: necessaria, chiara, definita e completa comunicazione istituzionale unitaria

“E’ importante costruire un momento di riflessione consiliare comune per arrivare ad una risoluzione regionale chiara che possa traguardare alla comunicazione trasparente e lineare delle modalità di comportamento che il sistema Basilicata tutto deve condivider...-->continua

25/02/2020 - Castelluccio Inferiore: 'Nessun pericolo, scuole aperte'

Paolo Campanella, sindaco di Castelluccio Inferiore, ha diramato una nota con la quale ha comunicato anche che, nel suo Comune, le scuole rimarranno regolarmente aperte.

"Constatata l'assenza di pericolo di contagio ed alla luce delle ordinanze preven...-->continua

25/02/2020 - ''L’Italia ai tempi del Coronavirus e la lunga quarantena della democrazia''

Fuoco amico, fuoco nemico, smarcamenti e marcature, fughe in avanti e retromarce. Questa Italia scombinata non sta dando certo buona prova di sé e, per dirla tutta, da due mesi a questa parte stiamo assistendo a un autentico carnevale. Chi ieri era definito al...-->continua

25/02/2020 - Leggieri M5S. Coronavirus, l’ordinanza di Bardi crea confusione e situazioni paradossali

“L’ordinanza del 23 febbraio - riferisce il consigliere del Movimento 5S - sull’emergenza epidemiologica da Covid-19, adottata dalla Regione Basilicata, ha sollevato un vespaio di polemiche e dubbi. Fin da subito, il governatore lucano non ha avuto le idee chi...-->continua

25/02/2020 - Basilicata. Coronavirus, Corecom rinvia convegno

La decisione assunta per la situazione determinata dalla diffusione del coronavirus nel Paese e in ottemperanza all’ordinanza a firma del presidente della Regione Basilicata
Rinviato a data da destinarsi il convegno “Corecom: nuove frontiere tecnologich...-->continua

24/02/2020 - Psr, annullati incontri su bando agriturismi a Tito e Genzano di Lucania

Gli incontri di presentazione del bando 6.4.2 “Sostegno alla costituzione e sviluppo di agriturismi e fattorie multifunzionali” previsti il 25 febbraio a Tito e il 26 febbraio a Genzano di Lucania sono annullati. L’afflusso del pubblico non avrebbe consentit...-->continua







WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo