HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Cifarelli: “Più crescita d’impresa e una mano all’ambiente”

17/01/2019

Secondo l’assessore alle Politiche di sviluppo sono stati pienamente raggiunti gli obiettivi del bando “efficientamento energetico”: 262 le istanze pervenute, investimenti complessivi pari a 65 milioni ed un risparmio energetico annuo di 14 mila tonnellate equivalenti di petrolio


Più crescita di impresa e minor consumo di energia: un obiettivo, che il Dipartimento regionale alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, attraverso il bando ”Efficientamento energetico delle imprese” ha pienamente raggiunto. A parlare sono i numeri. Con investimenti complessivi pari a 65 milioni di euro - a fronte di 27 milioni di euro di contributo pubblico - sono ben 262, le istanze pervenute per interventi di efficientamento energetico e di installazione per autoconsumo di sistemi a fonte rinnovabile nelle imprese lucane. Le opere realizzate consentiranno un risparmio energetico annuo di circa 14 mila tonnellate equivalenti di petrolio, che corrispondono all’8 per cento del consumo energetico lucano nel settore residenziale. Gli stessi interventi comporteranno un abbattimento di circa il 2 per cento delle emissioni regionali di CO2 e di altri gas climalteranti. Il dirigente generale del Dipartimento alle Politiche di sviluppo, Donato Viggiano, nell’evidenziare “il forte impegno tecnico ed amministrativo degli uffici e di Sviluppo Basilicata, affidataria della gestione dell’avviso, per l’accelerazione delle procedure di concessione del bando” rileva come la transizione energetica e la decarbonizzazione dell’economia siano “le uniche strategie con cui rispondere concretamente ai target fissati dal Consiglio europeo per il periodo 2021-2030 con il pacchetto 2030, che prevede la riduzione delle emissioni di gas serra del 40 per cento rispetto al 1990, del +32,5 per cento di efficienza energetica sui consumi finali e +32 per cento di rinnovabili”. Per Viggiano “importante sarà il Piano Clima-Energia approvato di recente dal Ministero dello Sviluppo economico (Mise) e inviato alla Commissione europea. Si spera - aggiunge il dirigente - che la prevista fase di consultazione del Piano da parte degli stake-holder possa portare a scelte che rendano disponibili risorse per l’accelerazione delle tecnologie energetiche abilitanti (fra cui i cicli combinati, le tecnologie di Carbon Capture, le celle a combustibile, i sistemi di accumulo elettrochimico e termico, i super-condensatori, i combustibili solari o a basso tenore di carbonio, i sistemi avanzati di illuminazione, gli isolamenti o le chiusure domestiche innovative) rispetto alle quali il sistema regionale delle nostre imprese e della ricerca potrà recitare un ruolo da protagonista”. Nell’esprimere “soddisfazione per gli esiti del bando, che rappresentano una chiara attestazione di quanto concretamente si sta facendo per aumentare la competitività delle nostre imprese”, l’assessore regionale alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, Roberto Cifarelli, evidenzia che “abbassare il consumo energetico per unità di prodotto è oggi un fattore chiave per operare sul mercato”. “Ormai da tempo - prosegue l’esponente del governo regionale - stiamo orientando le nostre politiche verso un’accelerazione dell’innovazione delle nuove tecnologie per la transizione energetica e la decarbonizzazione della nostra economia. E’ fondamentale disaccoppiare sempre di più lo sviluppo e la crescita economica dall’aumento dei consumi energetici e delle emissioni, attraverso azioni di sostegno pubblico alla ricerca di settore, alla innovazione nei processi più energivori e al risparmio energetico come quelle messe in campo dalla Regione Basilicata”. L’assessore Cifarelli, quindi, ricorda “quale importante azione di sistema” l’approvazione della legge n. 32 del 2018 su “Decarbonizzazione e politiche regionali sui cambiamenti climatici (Basilicata Carbon Free)”. “Sta nascendo anche in Basilicata -sottolinea il rappresentante della giunta regionale - una nuova economia legata all’abbandono graduale del fossile, che gli esperti affermano che passerà a livello mondiale dai 40 miliardi di euro del 2018 ai 120 miliardi di euro del 2015 con una crescita del 15 per cento all’anno. E’ un’opportunità - conclude Cifarelli - che dobbiamo cogliere con politiche di settore efficaci, mirate e numericamente misurabili nei risultati”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
16/09/2019 - Scaglione (presidente Centro studi) su rapporto con i lucani nel mondo

Si stringe sempre più il rapporto tra la Basilicata ed i suoi Lucani nel Mondo, grazie alle azioni messe in campo negli ultimi anni ed agli eventi sollecitati ed organizzati in maniera attiva e funzionale per garantire un processo di conoscenza e di valorizzazione della terr...-->continua

16/09/2019 - Provincia Potenza ricorda l'evento tragico del 22 settembre 1929

Un atto di eroismo ed il sacrificio del macchinista Brizzi Sidrach evitò che un intero treno con 150 passeggeri a bordo venisse coinvolto IL 22 SETTEMBRE 1929, nella esondazione del torrente Platano dopo la stazione di Bella Muro, con una frana che interessò q...-->continua

16/09/2019 - UilFpl: ‘amministrazione regionale: così non va’

Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire!
Sono mesi che i sindacati chiedono udienza al Presidente Bardi e sollecitano la riunione della delegazione trattante senza avere alcun riscontro. Nel frattempo, dimenticando tutti i problemi del personale, si ...-->continua

15/09/2019 - Ass.re Rosa in risposta alle dichiarazione del consigliere Cifarelli

“Ritengo che le dichiarazioni dei consiglieri di minoranza, in questi giorni, denotino forte nervosismo da parte di chi ha sempre gestito potere, ha sempre millantato rivoluzioni e, oggi, bocciato dagli elettori, si ritrova ad assistere impotente al cambio di ...-->continua

15/09/2019 - Venosa:il Gruppo maggioranza M5s in risposta alle accuse del gruppo di minoranz

- L’accanimento del consigliere Mollica contro la decisione del Sindaco Iovanni di mantenere la Giunta così com’è composta, sta assumendo toni davvero esasperanti.
Quale problema abbia Francesco Mollica con le donne non lo sappiamo e non ci interessa, ma s...-->continua

15/09/2019 - Benedetto detrofront su Bardi?'Io male interpretato' ma poi non risponde

‘’Una interpretazione non proprio giusta”. Risponde così, Nicola Benedetto, leader di IDeA Basilicata quando, telefonicamente, gli chiediamo un commento ulteriore su quanto avrebbe dichiarato (con i virgolettati riportati da Cronache Lucane) nel corso del con...-->continua

15/09/2019 - Cupparo e Leone (Forza Italia): Benedetto chiarisca al tavolo della maggioranza

Al di là di interpretazioni giornalistiche, confessiamo di non aver compreso le motivazioni delle parole polemiche usate nei confronti del Presidente Bardi da Nicola Benedetto, che rappresenta in Basilicata il Movimento Idea che ha contribuito a scrivere il pr...-->continua







WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo