HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Idonei al concorso scuola 2016 scrivono al Governo

12/07/2018

Al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti
Al Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dello Sviluppo Economico,
del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Di Maio
Egregi Ministri,
siamo un gruppo di cittadini italiani laureati in diverse discipline scientifiche e non. Nel mese di marzo 2016 avemmo la possibilità di presentare ricorso per la partecipazione al concorso scuola 2016 anche se non eravamo e non siamo abilitati. Vincemmo il ricorso e partecipammo alle prove suppletive superando con esito positivo sia la prova scritta sia la prova orale. Ora siamo consapevoli, e vogliamo riportare questa consapevolezza alla Vostra cortese attenzione, che in questa situazione siamo in migliaia in tutta Italia, e stiamo attendendo con ansia la sentenza del TAR del Lazio che avrebbe dovuto indire l’udienza lo scorso 12/06/2018 in cui si sarebbe dovuta prendere la decisione in merito allo scioglimento della riserva per poter essere inseriti, nelle graduatorie di merito. Ebbene il TAR del Lazio ha pensato di riunirsi il 12/06/2018 per rinviare l’udienza al giorno 11/07/2018. Vorremmo portare la nostra istanza ad un Vostro tavolo di discussione. In tal senso pensiamo di avere gli stessi diritti al pari di tutti gli altri. E con ''tutti gli altri'' si intende che siamo stati messi tutti nelle condizioni di poter accedere all'insegnamento nella scuola pubblica, ma le stesse sono state finora disattese, o meglio nessuno sa dare o non vuole dare risposte. E allora la domanda è: perché della nostra situazione nessuno ne parla? Perché si dà la possibilità di partecipare ad un concorso pubblico mediante ricorso e, poi pur superandolo, noi che siamo i vincitori veniamo tenuti fuori dalle dinamiche di assunzione, con tutti i costi che ne derivano e ne sono già derivati? noi tutti speriamo che queste parole vengano prese in considerazione in una eventuale azione positiva che possa portare ad una soluzione nel tuo governo per noi giovani italiani. In tal senso vogliamo sottoporVi un estratto dalla redazione di Orizzonte Scuola:

Fonte: redazione Orizzonte Scuola: Comitato idonei 2016 –
“All’indomani della nascita del nuovo Governo, è doveroso ricordare la situazione degli idonei al concorso scuola 2016.
La 107/2015 introduce, per la prima volta nella storia delle assunzioni concorsuali nella scuola pubblica, un limite alle graduatorie di merito: un tetto del 10% computato sulla base dei posti banditi, oltre il quale non è consentito graduare i candidati che hanno superato le prove concorsuali.
Questo primo schiaffo al merito di chi con tanti sacrifici personali, affettivi ed economici, si è speso per prepararsi al concorso e superarlo, viene ulteriormente vilipeso da un falso tentativo di considerazione introdotto con l’art. 17 del D.lgs 59/2017. che da una parte prevede la possibilità di assumere anche oltre il 10% entro i tre anni dalla individuazione di chi ha superato le prove (ora esteso a 4), dall’altra rappresenta una falsa tutela, specie per le classi di concorso in esubero. Gli idonei al concorso 2016 hanno già superato un concorso, un concorso selettivo, se non addirittura due (nel caso si tratti di idonei abilitati con il tfa).
Oggi, noi idonei 2016, ci ritroviamo, a distanza appena di un anno, a ri-sostenere le stesse prove per un concorso “imbuto”, non selettivo, che è aperto a una platea infinita di concorrenti.
Per come è stata strutturata la tabella titoli, molti di noi (specie per il maxi punteggio attribuito al servizio) rischiano di finire in fondo alle nuove GMRA, sorpassati da colleghi già di ruolo (che utilizzeranno il concorso come escamotage per una mobilità territoriale), se non addirittura dai colleghi bocciati al concorso 2016.
Tutto questo configura una inaccettabile forma di discriminazione e di non-senso politico: L’insensata preclusione dalle graduatorie, sprezzante di ogni profilo di equità e trasparenza nella p.a, costituzionalmente sanciti, la pubblicazione di elenchi graduati degli idonei extra 10% validi per l’assunzione ma al contempo non assimilabili a graduatorie di merito, l’elaborazione di una tabella titoli esplicitamente sbilanciata, il non-senso di doversi sottoporre ad una nuova procedura valutativa per esser graduati nella medesima regione che ci ha già selezionato e graduato, che realizza l’assurda possibilità di “posizionarsi dopo se stessi”, in presenza di graduatorie nella maggior parte dei casi in corso di validità, in spregio alla vocazione naturale della P.a che dovrebbe rispondere a criteri di efficienza ed economicità.E’ giunto il momento di praticare la paventata discontinuità rispetto alle politiche del precedente esecutivo, la grave discriminazione ai danni degli idonei va sanata.Siamo consapevoli che una componente importante del nuovo governo ha condiviso e sostenuto le nostre rivendicazioni affermando senza ambiguità la necessità di razionalizzare il piano di reclutamento e in tale ottica di prevedere la prioritaria assunzione di vincitori e idonei al concorso 2016 , prima di procedere all’assunzione di altre categorie di docenti. Siamo persuasi che l’esecutivo possa condividere questa soluzione di buon senso e ci rendiamo disponibili ad interloquire con il Miur per individuare le soluzioni più consone.”


Fatto il punto della situazione, vorremmo essere propositivi nella individuazione di “soluzioni” / proposte risolutive da intendersi come puri e meri suggerimenti da sottoporre ai destinatari della presente missiva, ossia:
1. Prima “soluzione”/proposta: scioglimento, mediante soluzione politica, della riserva per tutti i vincitori delle prove suppletive concorso scuola 2016 con inserimento a pieno titolo nelle GaE successive ed accantonamento dei posti, ossia di quei posti che "spetterebbero" ai ricorrenti al pettine che vengono, dunque, “congelati”, e verranno “scongelati” e assegnati a chi di diritto;
2. Seconda “soluzione”/ proposta: accesso diretto al percorso FIT, per chi ha sostenuto e superato tutte le prove, scritta, pratica (per alcune classi di concorso) ed orale suppletive del concorso scuola 2016, pertanto dichiarati vincitori da una regolare commissione di docenti, ed ha già conseguito i 24 CFU.


Sicuri di avere un Vostro accoglimento
Distinti saluti
Gruppo laureati idonei con riserva



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
18/07/2019 - Provincia Matera amplia offerta dei trasporti per Bari-Palese

La Provincia di Matera è costantemente impegnata al servizio dei cittadini. In questa direzione, è stata predisposta dell’amministrazione provinciale un’ampia programmazione, mirata all’ampliamento e al miglioramento dei servizi offerti, ponendo in primo piano le esigenze de...-->continua

18/07/2019 - Ambiente, Rosa: doppio appuntamento in Val d’Agri

Doppio appuntamento in Val d’Agri, nella giornata di ieri, per l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, che è stato prima a Marsico Nuovo - nella sede della Fondazione Farbas, per una verifica delle potenzialità del Centro di monitoraggio ambientale - ...-->continua

18/07/2019 - ‘’Il Presidente Pappaterra si dimette. Anzi no’’

Come è noto, il Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, Pappaterra, è stato nominato Direttore Generale di ARPACAL, cioè dell’Ente che deve controllare lo stato dell’Ambiente su tutto il territorio regionale, compreso perciò il versante calabrese del...-->continua

18/07/2019 - I giovani democratici di Policoro parteciperanno al Matera Heroes Pride 2019

La nostra adesione è una scelta di campo: non dobbiamo arretrare neanche di un millimetro sui diritti e sulle libertà conquistati in questi anni. Soprattutto quando forze conservatrici che si trovano al Governo cercano di portarci indietro di 50 anni.
In u...-->continua

18/07/2019 - Ferrosud Matera, l’Ugl su incontro Regione, Confapi e Azienda

La Ugl Matera e la Segreteria Regionale dell’Ugl Basilicata metalmeccanici, in una nota fanno il sunto su quanto si sta’ consumando in fase di vertenza Ferrosud Matera. Nella giornata dei ieri 16 giugno c.a. si è tenuto un’incontro al Dipartimento Attività Pro...-->continua

18/07/2019 - Pericolo antenne 5G: le associazioni scrivono al sindaco di Policoro

Le associazioni ambientaliste Mediterraneo no triv, Mamme Libere, Cova Contro, Medici per l'Ambiente e No Scorie Trisaia, facendo seguito all'incontro formale avvenuto in data 13 Giugno, hanno inviato via pec una nota formale al Sindaco Enrico Mascia e per so...-->continua

18/07/2019 - ‘Codice Rosso’ contro la violenza di genere. ‘Una legge di civiltà e dignità’

In Senato abbiamo approvato disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, abbiamo apportato modifiche al codice penale e al codice di procedura penale con lo scopo di contrastare la discriminazione e la violenza.
21 art...-->continua







WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo