HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Total, rispondono gli esclusi dalla selezione: ‘Ingiustizia sulla nostra pelle’

25/10/2021



Gli esclusi dalla selezione indetta dalla Total per la formazione di 20 “Operatori di produzione”, hanno risposto alla lettera aperta a firma dei 14 ammessi, e lo hanno fatto rivolgendosi: al governatore Vito Bardi; all’assessore regionale alle Attività Produttive, Francesco Cupparo; Alla Procura della Repubblica di Potenza; al sindaco del Comune di Corleto Perticara, Mario Montano; al sindaco del Comune di Guardia Perticara, Pasquale Montano; al sindaco del Comune di Gorgoglione, Carmine Nigro; al sindaco del Comune di Castelmezzano, Nicola Valluzzi e alle segreterie regionali di CGIL, CISL E UIL.


 


La risposta degli esclusi


 


Illustrissimi Presidente, Assessore, Procuratore, Sindaci e Sindacati vi scriviamo queste poche righe dopo aver appreso dai media locali di una lettera aperta divulgata da 14 fortunati ammessi alla selezione indetta da Totalenergies EP Italia S.p.a. per la formazione di 20 “Operatori di produzione”. Gli autori della richiamata lettera aperta si appellano all’umanità, alla comprensione delle istituzioni e dell’opinione pubblica, affermando di sentirsi lesi e vittime di quanto accaduto nella loro dignità e nella loro professionalità.


Dimenticano che anche noialtri viviamo lo stesso stato d’animo a cui necessariamente deve aggiungersi un sentimento di rabbia determinato dall’ennesima ingiustizia che a nostro malgrado si è consumata sulla nostra pelle.


Come dovremmo sentirci noialtri dopo aver partecipato ad una selezione farsa in cui la seconda prova, di natura squisitamente tecnica, è stata somministrata ai candidati attraverso due fogli, di cui uno contenente le domande ed un altro le risposte, che non sono stati firmati e, conseguentemente, facilmente interscambiabili?


In particolare, sul foglio contenente le domande è stato chiesto a ciascun candidato di apporre in carattere stampatello le proprie generalità mentre il foglio dove il candidato ha apposto le risposte è rimasto assolutamente anonimo e quindi facilmente interscambiabile o sostituibile.


Questo è il modello di trasparenza e di rispetto della meritocrazia a cui questi cittadini agognano dall’alto del loro ampio bagaglio di esperienze di studio e professionali? Speriamo di no, considerato che cotanta cultura dovrebbe aver reso ancora più sensibili costoro verso nobili principi e la loro difesa.


E poi, perché costoro sbandierano una profonda cultura tecnica ed una importante esperienza pregressa eppure temono come il loro peggior spauracchio delle loro vite l’eventualità che le selezioni si ripetano?


Proprio in forza del richiamato Protocollo e dei principi che lo ispirano ritengono costoro, forse, che un laureato (che magari è stato a Tempa Rossa solo un mese come segretaria) in Giurisprudenza oppure al Dams possa rispondere a quei requisiti di “elevati standard scolastici e di formazione”? E gli altri esclusi, magari in possesso di maggiori competenze settoriali sia in termini di studio che di esperienza, non hanno anche loro sogni nel cassetto, famiglie a casa e non vivono anche loro la schiavitù della precarietà e della disoccupazione?


Sarebbe opportuno, poi , che si verificassero le accuse sollevate da alcuni candidati secondo cui le risposte esatte sarebbero state consegnate anticipatamente ad alcuni i quali hanno riferito di essere venuti a conoscenza che le risposte esatte erano o quelle più lunghe o quelle contenute nella lettera C. Ancor più grave risulta il tutto alla luce di una lettera anonima diffusa prima della formazione della graduatoria finale in cui sono stati riportati i nomi dei raccomandati che effettivamente sono risultati in seguito essere selezionati.


E poi perché Adecco non rende pubbliche ed accessibili le graduatorie? Questo lede profondamente i nostri diritti. Al di là delle appartenenze politiche, che a noi non interessano, noi vogliamo solo che la nostra intelligenza e la nostra dignità vengano rispettate, auspichiamo in una nuova selezione improntata davvero alla trasparenza ed alla legalità. 


Siamo anche noi esseri umani degni di rispetto!


E siamo convinti ad andare fino in fondo a questa storia anche attraverso un presidio permanente del Centro Oli “Tempa Rossa” e denunciando in Procura questo sistema insopportabile, illegale e iniquo che altro risultato non ha ottenuto se non metterci odiosamente gli uni contro gli altri.


A noi non interessano i nomi, interessano le modalità ed i metodi utilizzati da un sistema radicato e malato che lascia vittime su un ideale campo di battaglia non solo gli esclusi ma soprattutto i selezionati, vittime inconsapevoli del solito sistema.


Sperando che se non ci ascolterete voi, ci ascolti il procuratore Dr. Curcio.




ALTRE NEWS

CRONACA

6/12/2021 - Covid: 4 nuovi casi su 462 tamponi molecolari
6/12/2021 - S. Arcangelo: perché in Basilicata i farmacisti non possono ancora vaccinare?
6/12/2021 - Il Sinni rompe l'argine, inondata un'area nel territorio di Latronico
5/12/2021 - Potenza: incendio in un prefabbricato

SPORT

5/12/2021 - Serie D/H: il Rotonda vince a Nardò e si tira fuori dalla zona calda
5/12/2021 - Volley: il Lagonegro vince 3 a 1 contro il Brescia
5/12/2021 - Serie D, H: il Francavilla perde a Cerignola e lascia la vetta
5/12/2021 - Serie D/H: il Lavello batte in rimonta il Bitonto e si rilancia

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

1/12/2021 Ultimo lotto Bradanica, domani alle 11.30 l’apertura al traffico

Come annunciato nei giorni scorsi verrà aperto domani, 2 dicembre, l’ultimo lotto “La Martella” della strada Statale “Bradanica”.
L’apertura al traffico è in programma alle ore 11.30 al km 135 lato La Martella.
Sarà presente l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra.

28/11/2021 Poste Italiane: estesi orari apertura di tre uffici postali lucani

Poste Italiane comunica che a partire lunedì 29 novembre, gli Uffici Postali di Matera 5, Melfi e Moliterno saranno interessati da un potenziamento degli orari di apertura al pubblico.
In particolare, gli uffici postali di Melfi e Moliterno (PZ) saranno aperti dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:20 – 19:05, il sabato dalle ore 8:20 alle 12:35. Matera 5 osserverà l’orario di apertura su 6 giorni lavorativi. Lun/ven 08:20 – 13:45, sabato  08:20 – 12:45.
Questi interventi confermano la vicinanza di Poste Italiane al territorio e alle sue comunità e la volontà di continuare a garantire un sostegno concreto all’intero territorio nazionale. Anche durante la pandemia, infatti, Poste Italiane ha assicurato con continuità l’erogazione dei servizi essenziali per andare incontro alle esigenze della clientela, tutelando sempre la salute dei propri lavoratori e dei cittadini.
L’Azienda coglie l’occasione per rinnovare l’invito ai cittadini a recarsi negli Uffici Postali nel rispetto delle norme sanitarie e di distanziamento vigenti, utilizzando, quando possibile, gli oltre 8.000 ATM Postamat disponibili su tutto il territorio nazionale e i canali di accesso da remoto ai servizi come le App “Ufficio Postale”, “BancoPosta”, “Postepay” e il sito www.poste.it. 

15/11/2021 Obbligo di catene o pneumatici da neve

E’ stata emessa questa mattina e trasmessa alla Prefettura ed a tutte le Forze dell’ordine, l’ordinanza firmata dal Dirigente dell’Ufficio Viabilità e Trasporti della Provincia, l’ing. Antonio Mancusi, con la quale si fa obbligo:“A tutti i conducenti di veicoli a motore, che dal 01 Dicembre 2021 fino al 31 Marzo 2022 transitano sulla rete viaria di competenza di questa Provincia di Potenza, di essere muniti di pneumatici invernali (da neve) conformi alle disposizioni della direttiva comunitaria 92/33 CEE recepita dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 30/03/1994 e s.m.i. o a quelle dei Regolamenti in materia, ovvero di avere a bordo catene o altri mezzi antisdrucciolevoli omologati ed idonei ad essere prontamente utilizzati, ove necessario, sui veicoli sopraindicati.

Tale obbligo ha validità, anche al di fuori del pericolo previsto in concomitanza al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio”.

Abbiamo già vinto...e ad ognuno la sua storia
di Paolo Sinisgalli

Finalmente 11 luglio, la finale del campionato d'Europa di calcio è a poche ore.
Vinceremo. Abbiamo già vinto, tutti.
Sì, comunque vada sarà stato bello. Persino per chi è uscito al primo turno.

Da Italiano voglio che l'azzurro trionfi stasera. Sai che bello: battere in casa gli avversari e alzare al cielo le braccia e la coppa in quel tempio del calcio in quel quartiere londinese di Wembley.
Credo che può accadere, vi dico perché. Metti...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo