HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

A rischio l'unione dei Comuni della Val Sarmento

24/01/2020



Il prefetto di Potenza, con una nota inviata nelle scorse ore, minaccia di azzerare l’unione dei comuni della Valle del Sarmento. Una unione, a quanto scrive il rappresentante del governo, che si è fermata anni fa, subito dopo l’approvazione dello statuto e degli organi amministrativi. Da quel voto più nulla. Ecco allora il richiamo forte e deciso ai sindaci della Valle. Il primo cittadino di San Paolo Albanese, Mosè Antonio Troiano, senza perdere tempo, ha organizzato una riunione urgente nel comune arbëreshë con i colleghi di Noepoli, San Giorgio Lucano, Cersosimo, Terranova di Pollino e San Costantino Albanese. Dall’incontro è uscita la volontà di riprendere con determinazione una strada tracciata da tempo ma a quanto pare interrotta bruscamente e quindi impegnarsi di nuovo con più slancio e determinazione in un progetto che tante speranze aveva acceso nelle popolazioni di un territorio ricco di risorse ambientali, cultura, arte e storia. Il Sindaco di San Paolo, nelle prossime ore, si dovrebbe recare a Potenza e rappresentare la volontà dei colleghi, ma anche chiedere tempo per riordinare carte e idee. Da quasi trent’anni il tema dell’unione e della fusione dei comuni è perennemente presente nel dibattito politico e amministrativo del nostro Paese. Forme per gestire alcuni servizi certamente, ma anche una visione di buon senso e una proiezione verso un futuro possibile, quello che vede persone attorno ad uno stesso tavolo per parlare assieme di area vasta e omogenea, di territorio ben oltre i propri confini. Un interesse ad associarsi che ha coinvolto negli anni specialmente le realtà più piccole, per colpa, se così si può dire e almeno all’inizio, di restrizioni finanziare sempre più pesanti e asfissianti. Un argomento che continua ad appassionare ancora oggi amministratori e cittadini con alti e bassi, una corsa ad ostacoli specialmente nella nostra Regione, dove le difficoltà e i problemi sembrano maggiori rispetto a tante altre aree. Un’unione, come nel Sarmento ma non solo, più volte annunciata e auspicata, per tante ragioni necessaria ma ad oggi ancora al palo, come si è visto dal richiamo del Prefetto. “Eppure la volontà dei sindaci – ha spiegato Troiano - è stata sempre chiara e favorevole, gruppi di lavoro e una serie di tavoli tecnici si sono organizzati negli anni per varare una serie di progetti, in grado di favorire lo sviluppo unitario di un territorio ricco ma ancora indietro, che non riesce a sfruttare le enormi potenzialità che lo potrebbero fare uscire da una crisi perenne che alimenta sfiducia. Il termometro sociale continua a segnare rosso – sottolinea ancora Troiano - la temperatura continua a salire e tocca picchi preoccupanti sia sul fronte economico che su quello civile e sociale. Lo spopolamento è uno dei sintomi o meglio degli effetti più evidenti e clamorosi. Si lasciano i propri paesi alla ricerca di una madre migliore, visto che apparentemente la nostra terra ha le sembianze di una matrigna che non vuole proprio saperne di dispensare amore, sorrisi, opportunità, lavoro e speranze. Ecco allora l’importanza di unire le forze, se si aspira a diventare protagonisti e attori del proprio futuro. La legge ha incentivato questo processo – ha continuato il sindaco - anche se non lo ha mai reso obbligatorio e da quel decreto datato 2010, ad oggi, una serie di proroghe ha calendarizzato un processo che sembra non avere fine, anche la Corte costituzionale ne ha sottolineato alcuni aspetti con una recente sentenza che fa riflettere. Comunque sia - ha concluso Troiano - è arrivato il momento di capire a fondo, di agire al più presto, anche perché i comuni continuano a perdere autonomia politica e di conseguenza forza di rappresentanza, un’emorragia che indebolisce anche le volontà dei più forti, in un quadro sempre più fosco che mortifica la storia e il futuro di tanti territori.

Vincenzo Diego



ALTRE NEWS

CRONACA

23/02/2020 - Ciittadino cinese tornato in Basilicata: intervista al sindaco di Nova Siri
22/02/2020 - Coronavirus, task force: nessun contagio per lucani provenienti da Codogno
22/02/2020 - Scanzano: il 24 febbraio Commissione Antimafia in missione in Basilicata
22/02/2020 - Carabinieri: sorpreso alla guida di un’auto rubata. Sottoposto a fermo

SPORT

23/02/2020 - Futsal: il Senise batte in casa il Potentia calcio a 5
22/02/2020 - Serie D/H, Lazic: ‘Vittoria importante, ormai ogni partita vale 6 punti’
22/02/2020 - Serie D/H: il Francavilla espugna Agropoli e torna in zona play-out
21/02/2020 - Serie D/H: il Francavilla anticipa sul campo del fanalino di coda Agropoli

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

21/02/2020 Sospensioni idriche

TURSI Viale Sant'Anna, Via Cristiano, Via del Gelseto e zone limitrofe: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 di oggi fino al termine dei lavori.

Montemurro: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 19:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti. MONTEMURRO: Contrade: Santissimo, Migliarino, Cifalupo, Madonna delle grazie, Castelluccio, Le Piane, Buttacarro, Romantica e zone limitrofe.

Lavello, Venosa, Montemilone, Genzano di Lucania, Banzi, Palazzo San Gervasio: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 16:00 del giorno 25-02-2020 alle ore 08:00 del giorno 26-02-2020 salvo imprevisti. LAVELLO: contrade Finocchiaro, Santa Lucia e zone limitrofe; VENOSA: contrade Rendina, Inviso, Boreano, Sant’Angelo, Grotta Piana e zone limitrofe MONTEMILONE: contrada Macinali, Spina Amara e zone limitrofe GENZANO DI LUCANIA: contrade Basentello, Masseria Mastronicola, Spada, Monte Pote e Terre D’Apulia, Li Cugni, Cerreto e zone limitrofe BANZI: contrade Mattina Grande, Masseria dell’Agli, Silos Mancusi, Parco Cassano, Carrera della Regina e zone limitrofe PALAZZO SAN GERVASIO: contrada Piani, Terzo di Capo, e zone limitrofe.

Sant'Angelo Le Fratte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti. SANT'ANGELO LE FRATTE: intero abitato

20/02/2020 Sospensioni idriche

ROTONDELLA Contrada Trisaia-Rotondella 2 e zone limitrofe: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori.

Filiano: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 13:30 di oggi fino al termine dei lavori. FILIANO: Corso Giovanni XXIII °.

19/02/2020 Sospensione idrica a Maratea

Maratea: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti. MARATEA: Loc. Massa via Prato e via Pizarrone

Sospendete il campionato di Eccellenza:per il lutto e per una umana riflessione
di Mariapaola Vergallito

Forse ancora non abbiamo capito bene quello che è accaduto domenica scorsa davanti al piazzale della Ferrovia dismessa di Vaglio Scalo. E non mi riferisco alla dinamica dei fatti, spiegata senza troppi giri di parole dal Procuratore, dal Questore e da chi ha indagato e sta indagando.
Forse ancora, però, non abbiamo compreso bene la portata di quanto accaduto. L’assurdità di questa tragedia che ha nomi e cognomi e, tra questi, forse ‘’Calcio’’ è uno di qu...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo