HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Sequestrati 52 depuratori lucani, 8 indagati

24/01/2017



A seguito di indagini dirette dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Potenza è stata data esecuzione di decreto di sequestro preventivo di 52 impianti di depurazione lucani. Il sequestro è stato emesso dal gip di Potenza. Gli impianti sono tutti in gestione, per la maggior parte e fino dal 2008, ad Acquedotto Lucano. Il provvedimento cautelare è stato richiesto e adottato a parziale conclusione di indagini coordinate dalla Procura e condotte dall'ex comando provinciale di Potenza del Corpo Forestale dello Stato (attualmente regione carabinieri forestale Basilicata), nel corso delle quali è stata rilevata la presenza di un notevole numero di depuratori (52 su un totale di 125 impianti), che sono tutti quelli colpiti dal provvedimento cautelare reale in esame, che se pur sprovvisti dalla prescritta autorizzazione unica ambientale risultano regolarmente funzionanti. In pochi casi l'autorizzazione risultava scaduta tra il 2010 e il 2014. La fattispecie per la quale, allo stato si procede, a carico di 8 indagati e quella della omissione reiterata e sistematica di atti d'ufficio ex articolo 328 cp ipotizzata a carico dei vertici dirigenziali e delle figure professionali di riferimento nel settore, all'interno di Acquedotto Lucano, individuato quale soggetto giuridicamente tenuto a munirsi del prescritto titolo abilitativo, in quanto gestore del servizio idrico integrato e concessionario ex legge dei depuratori, trattandosi di infrastrutture e strumentali al predetto servizio. La sussistenza allo stato del reato contestato dall'ufficio ha fondati motivi nelle comprensibili ragioni di igiene e sanità, a tutela della collettività, che il rilascio della predetta autorizzazione garantirebbe. Per alcuni impianti l'ente gestore, sebbene notiziato da alcuni uffici preposti al controllo, del superamento dei valori limiti ha proseguito nella contestata omissione, con ciò integrando anche l'ipotesi di rifiuto di atti. Infatti per molti di questi impianti, risulta un invito formulato lo scorso ottobre dalla Provincia di Potenza a munirsi delle prescritte autorizzazioni e per altri sono state riscontrate attività di campionamento Arpab svolta negli ultimi anni con riscontro del superamento dei valori limite per vari parametri, quali ad esempio escherichia coli, azoto ammoniacale, cloro attivo libero ed altri elementi pericolosi. Gli impianti di depurazione oggetto di sequestro sono in gestione ad Acquedotto Lucano dal 2008. Per la maggior parte di essi non è mai intervenuta alcuna autorizzazione, mentre per i restanti la prescritta autorizzazione risulta essere scaduta in un arco di tempo tra il 2011 e il 2014. Su conforme richiesta della Procura della Repubblica, né stata comunque concessa da Acquedotto Lucano la facoltà d'uso, subordinata all'onere prescrizionale di dotarsi, entro tre mesi dal sequestro, dell'Autorizzazione Unica ambientale e di espletare tutte le propedeutiche incombenze tecniche, amministrative documentali finalizzate al rilascio della citata autorizzazione, il tutto nell'ottica di favorire un pronto ripristino delle condizioni di legalità formale e sostanziale degli impianti stessi. La predetta prescrizione, ove rispettata, consentirà per i controlli alle analisi che dovranno essere effettuati, di avere impianti non solo efficienti, ma in grado di svolgere in pieno l'attività di depurazione cui sono preposti. Di seguito l'elenco dei comuni in cui sono stati sequestrati gli impianti di depurazione:

Abriola, Acerenza, Albano di Lucania, Anzi, Banzi, Barile, Bella, Cancellara, Castelsaraceno, Castelmezzano, Forenza, Genzano di Lucania, Ginestra, Latronico, Lavello, Maratea, Marsico Nuovo, Maschito, Melfi, Missanello, Montemilione, Oppido Lucano, Paterno, Pietrapertosa, Rapolla, Rionero in Vulture, Rivello, Ruoti, San Martino d'Agri, San Fele, San Paolo Albanese, Sant'Angelo Le Fratte, Savoia di Lucania, Tolve, Tramutola, Trecchina, Venosa.



ALTRE NEWS

CRONACA

6/12/2021 - Revocato l’incarico a Stabile, presidente della Lucana Film Commission
6/12/2021 - Covid: 4 nuovi casi su 462 tamponi molecolari
6/12/2021 - S. Arcangelo: perché in Basilicata i farmacisti non possono ancora vaccinare?
6/12/2021 - Il Sinni rompe l'argine, inondata un'area nel territorio di Latronico

SPORT

5/12/2021 - Serie D/H: il Rotonda vince a Nardò e si tira fuori dalla zona calda
5/12/2021 - Volley: il Lagonegro vince 3 a 1 contro il Brescia
5/12/2021 - Serie D, H: il Francavilla perde a Cerignola e lascia la vetta
5/12/2021 - Serie D/H: il Lavello batte in rimonta il Bitonto e si rilancia

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

1/12/2021 Ultimo lotto Bradanica, domani alle 11.30 l’apertura al traffico

Come annunciato nei giorni scorsi verrà aperto domani, 2 dicembre, l’ultimo lotto “La Martella” della strada Statale “Bradanica”.
L’apertura al traffico è in programma alle ore 11.30 al km 135 lato La Martella.
Sarà presente l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra.

28/11/2021 Poste Italiane: estesi orari apertura di tre uffici postali lucani

Poste Italiane comunica che a partire lunedì 29 novembre, gli Uffici Postali di Matera 5, Melfi e Moliterno saranno interessati da un potenziamento degli orari di apertura al pubblico.
In particolare, gli uffici postali di Melfi e Moliterno (PZ) saranno aperti dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:20 – 19:05, il sabato dalle ore 8:20 alle 12:35. Matera 5 osserverà l’orario di apertura su 6 giorni lavorativi. Lun/ven 08:20 – 13:45, sabato  08:20 – 12:45.
Questi interventi confermano la vicinanza di Poste Italiane al territorio e alle sue comunità e la volontà di continuare a garantire un sostegno concreto all’intero territorio nazionale. Anche durante la pandemia, infatti, Poste Italiane ha assicurato con continuità l’erogazione dei servizi essenziali per andare incontro alle esigenze della clientela, tutelando sempre la salute dei propri lavoratori e dei cittadini.
L’Azienda coglie l’occasione per rinnovare l’invito ai cittadini a recarsi negli Uffici Postali nel rispetto delle norme sanitarie e di distanziamento vigenti, utilizzando, quando possibile, gli oltre 8.000 ATM Postamat disponibili su tutto il territorio nazionale e i canali di accesso da remoto ai servizi come le App “Ufficio Postale”, “BancoPosta”, “Postepay” e il sito www.poste.it. 

15/11/2021 Obbligo di catene o pneumatici da neve

E’ stata emessa questa mattina e trasmessa alla Prefettura ed a tutte le Forze dell’ordine, l’ordinanza firmata dal Dirigente dell’Ufficio Viabilità e Trasporti della Provincia, l’ing. Antonio Mancusi, con la quale si fa obbligo:“A tutti i conducenti di veicoli a motore, che dal 01 Dicembre 2021 fino al 31 Marzo 2022 transitano sulla rete viaria di competenza di questa Provincia di Potenza, di essere muniti di pneumatici invernali (da neve) conformi alle disposizioni della direttiva comunitaria 92/33 CEE recepita dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 30/03/1994 e s.m.i. o a quelle dei Regolamenti in materia, ovvero di avere a bordo catene o altri mezzi antisdrucciolevoli omologati ed idonei ad essere prontamente utilizzati, ove necessario, sui veicoli sopraindicati.

Tale obbligo ha validità, anche al di fuori del pericolo previsto in concomitanza al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio”.

Abbiamo già vinto...e ad ognuno la sua storia
di Paolo Sinisgalli

Finalmente 11 luglio, la finale del campionato d'Europa di calcio è a poche ore.
Vinceremo. Abbiamo già vinto, tutti.
Sì, comunque vada sarà stato bello. Persino per chi è uscito al primo turno.

Da Italiano voglio che l'azzurro trionfi stasera. Sai che bello: battere in casa gli avversari e alzare al cielo le braccia e la coppa in quel tempio del calcio in quel quartiere londinese di Wembley.
Credo che può accadere, vi dico perché. Metti...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo