HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
Carnevale, origini, significato e le maschere tipiche

21/02/2023

Le origini del Carnevale sono antichissime, affondano le radici nei riti etruschi ed in quelli romani volti a celebrare il ritorno della fertilità ed il passaggio dall’inverno alla primavera.
Nell’antica Roma nel mese di febbraio si celebravano i Saturnalia, dei lunghi giorni di festa dedicati al dio Saturno: secondo la mitologia, Saturno è il dio dell’età dell’oro, un’età in cui l’uguaglianza, l’abbondanza e la felicità erano alla portata di tutti.
La celebrazione dei Saturnalia consisteva nel riprodurre l’età dell’oro attraverso sontuosi banchetti e balli sfrenati a cui conseguiva l´elezione di un Princeps vestito di abiti sgargianti e maschera. La consuetudine di travestirsi sembrerebbe invece risalire all’antico Egitto in occasione dei festeggiamenti in onore della dea Iside, dove era tradizione indossare delle maschere. Anche i Babilonesi celebravano la creazione del mondo, e quindi del sole e della luna, attraverso la realizzazione di carri allegorici.
Con il passare del tempo si iniziò a parlare di Festa dei Pazzi e sebbene la Chiesa Cattolica ne avesse vietato per un lungo periodo le celebrazioni, la tradizione continuò a tramandarsi sino ai nostri giorni.

Significato del Carnevale
Il Carnevale che noi tutti festeggiamo oggi è strettamente legato alla religione, al periodo della Pasqua. La Pasqua viene preceduta dal periodo di Quaresima durante il quale, per cinque settimane, è vietato mangiare carne ed il Carnevale precede proprio questo periodo. La parola Carnevale deriva infatti dal latino “carnem levare” che vuol dire “eliminare la carne” e sta ad indicare il banchetto del martedì grasso prima del digiuno della Quaresima che inizia con il mercoledì delle ceneri. La data del Carnevale non è fissa ma si calcola in base a quella della Pasqua.

Le maschere italiane
La settimana del Carnevale è quindi dedita ai travestimenti, al divertimento ed al buon cibo e viene celebrata non soltanto in Italia ma anche in molte altre parti del mondo.
Le maschere di Carnevale più famose della tradizione italiana sono: Arlecchino, Beppe Nappa, Brighella, Burlamacco, Capitan Spaventa, Dottor Balanzone, Fagiolino, Gianduja, Gioppino, Colombina, Meneghino, Meo Patacca, Pantalone, Pierrot, Pulcinella, Rosaura, Rugantino, Sandrone, Stenterello, Tartaglia.
Tra gli eventi spettacolari e ricchi di suggestione, ricordiamo:
Il Carnevale di Venezia, di Viareggio, di Putignano e di Acireale.

Dolci tipici di Carnevale

Partiamo dalle classiche castagnole, conosciute in diversi nomi e tante varianti a seconda della regione sia dolci che salate! Le frappe, bugie o chiacchiere così friabili e deliziose. Per non parlare della cicerchiata, tipica di molte regioni del Centro Italia. Le frittelle, le ciambelline, i bomboloni da farcire con confettura, creme o Nutella. Per Carnevale, ogni dolce vale!!!


Com’è nato il Carnevale
Secondo la leggenda, Carnevale era un Re, forte e potente, ma soprattutto generoso.
Le porte del suo palazzo erano sempre aperte e chiunque poteva entrare nelle cucine della reggia, fornite di cibi prelibati, e saziarsi a volontà.
Ma i sudditi, invece di rallegrarsi di avere un sovrano così generoso, approfittarono del suo buon cuore e a poco a poco si presero tanta confidenza, da costringere il povero re a non uscire più dal suo palazzo per non essere fatto oggetto di beffe ed insulti.
Egli allora si ritirò in cucina e lì rimase nascosto, mangiando e bevendo in continuazione.
Ma un brutto giorno, era sabato, dopo essersi abbuffato più del solito, cominciò a sentirsi male.
Grasso come un pallone ,il volto paonazzo ed il ventre gonfio, capì che stava per morire; la sua ingordigia lo aveva rovinato.
Tutto sommato era felice per la vita allegra che aveva condotto, ma non voleva andarsene così, solo, abbandonato da tutti, proprio lui, il potente Re Carnevale.
Si ricordò allora di avere una sorella, una donnina fragile, snella e un po’ delicata, di nome Quaresima, che lui, un giorno, aveva cacciato di corte.
La mandò a chiamare e lei, generosa, accorse; gli promise di assisterlo e farlo vivere altri tre giorni, domenica, lunedì e martedì, ma in cambio pretese di essere l’erede del regno.
Re Carnevale accettò e passò gli ultimi tre giorni della sua vita divertendosi il più possibile.
Morì la sera del martedì e sul trono, come precedentemente avevano stabilito, salì Quaresima.

Da qui la divertente Poesia di Gabriele D´Annunzio che rievoca il vero spirito del Carnevale di un tempo, una festa irridente e crapulòna, fatta di burle e di grandi mangiate, in attesa delle privazioni della Quaresima.
Carnevale vecchio e pazzo
Carnevale vecchio e pazzo
s’è venduto il materasso
per comprare pane, vino,
tarallucci e cotechino.
E mangiando a crepapelle
la montagna di frittelle
gli è cresciuto un gran pancione
che somiglia ad un pallone.
Beve, beve e all’improvviso
gli diventa rosso il viso
poi gli scoppia anche la pancia
mentre ancora mangia, mangia.
Così muore il Carnevale
e gli fanno il funerale:
dalla polvere era nato
e di polvere è tornato.

Ferdinando Cuccaro

 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
23/06/2024 - Arrestato a Sala Consilina il latitante Luigi Galizia

E’ stato arrestato in nottata a Sala Consilina, in provincia di Salerno, il latitante Luigi Galizia, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catanzaro il 28 dicembre 2023. L’uomo era ricercato da ...-->continua

23/06/2024 - Ennesimo tragico incidente sulla statale 106: muore giovane di 24 anni a Cropani (CZ)

L’Organizzazione di Volontariato Basta Vittime Sulla Strada Statale 106 comunica con grande dolore l’ennesimo tragico incidente stradale avvenuto sulla Statale 106 nel comune dí Cropani (CZ). Nel tragico impatto ha perso la vita un giovane di 24 anni. Code e r...-->continua

23/06/2024 - Incidente mortale sulla Palermo-Sciacca: muoiono bimbo e ventenne,

Un bimbo e una ragazza di vent'anni sono morti e un'altra giovane è in gravi condizioni in seguito a un incidente stradale avvenuto all'alba di stamane sulla Palermo - Sciacca, all'altezza di Giacalone. Una donna alla guida, secondo i carabinieri, aveva un tas...-->continua

21/06/2024 - In una Villa liberty confiscata alla criminalità, nasce il primo Info – Point della Strada Regia delle Calabri

“Il 29 Giugno inaugurazione della Strada Regia delle Calabrie, nasce il primo Info – Point turistico sulla Strada Regia delle Calabrie. Ben 2200 anni di storia, 260 chilometri, 8 anni di studio, 45 città e piccoli borghi, 15 paesi sedi delle antiche stazioni d...-->continua

21/06/2024 - A Napoli grande successo per convegno GIS Aifi neuroscienze

Il 14 e 15 giugno scorsi Napoli ha ospitato il convegno 'Neuroriabilitazione: dalla neurofisiologia all'esercizio terapeutico'. Organizzato dal GIS (Gruppo di Interesse Specialistico) in Fisioterapia Neurologica e Neuroscienze dell'Associazione Italiana di Fis...-->continua

21/06/2024 - Operazione antindrangheta in tutta Italia: 26 indagati

Nella mattinata odierna, 21 giugno 2024, i Carabinieri del ROS e del Comando
Provinciale di Vibo Valentia con il supporto in fase esecutiva dai militari dei Comandi
Provinciali Carabinieri di Reggio Calabria, Pescara, Chieti e Torino, hanno dato
es...-->continua

20/06/2024 - Cura dei cani in estate: le regole d'oro

L'estate porta con sé giornate lunghe, sole splendente e temperature elevate. Per molti, è la stagione delle vacanze e del relax all'aperto. Tuttavia, per i nostri amici a quattro zampe, l'estate può rappresentare un periodo di sfide particolari. Il caldo inte...-->continua


CRONACA BASILICATA

23/06/2024 - Basilicata. Allarme siccità, da Acquedotto Lucano appello al consumo responsabil
22/06/2024 - Foggia: 8 arresti per associazione a delinquere, rapine e furti aggravati anche in Basilicata
22/06/2024 - Rionero: una comunità paralizzata dalla chiusura dell'ufficio postale centrale
22/06/2024 - Sanità, un tavolo tecnico con il dg del Miulli di Acquaviva

SPORT BASILICATA

23/06/2024 - Orsola D’Onofrio vince l’Open league di Roma
23/06/2024 - Scherma, Palumbo campionessa d'Europa
23/06/2024 - Rotonda Calcio: due under nel mirino dell’Enna
22/06/2024 - Volley. Un nuovo centrale per la Rinascita: ecco Gabriele Tognoni

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
1/12/2021 Ultimo lotto Bradanica, domani alle 11.30 l’apertura al traffico

Come annunciato nei giorni scorsi verrà aperto domani, 2 dicembre, l’ultimo lotto “La Martella” della strada Statale “Bradanica”.
L’apertura al traffico è in programma alle ore 11.30 al km 135 lato La Martella.
Sarà presente l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra.

28/11/2021 Poste Italiane: estesi orari apertura di tre uffici postali lucani

Poste Italiane comunica che a partire lunedì 29 novembre, gli Uffici Postali di Matera 5, Melfi e Moliterno saranno interessati da un potenziamento degli orari di apertura al pubblico.
In particolare, gli uffici postali di Melfi e Moliterno (PZ) saranno aperti dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:20 – 19:05, il sabato dalle ore 8:20 alle 12:35. Matera 5 osserverà l’orario di apertura su 6 giorni lavorativi. Lun/ven 08:20 – 13:45, sabato  08:20 – 12:45.
Questi interventi confermano la vicinanza di Poste Italiane al territorio e alle sue comunità e la volontà di continuare a garantire un sostegno concreto all’intero territorio nazionale. Anche durante la pandemia, infatti, Poste Italiane ha assicurato con continuità l’erogazione dei servizi essenziali per andare incontro alle esigenze della clientela, tutelando sempre la salute dei propri lavoratori e dei cittadini.
L’Azienda coglie l’occasione per rinnovare l’invito ai cittadini a recarsi negli Uffici Postali nel rispetto delle norme sanitarie e di distanziamento vigenti, utilizzando, quando possibile, gli oltre 8.000 ATM Postamat disponibili su tutto il territorio nazionale e i canali di accesso da remoto ai servizi come le App “Ufficio Postale”, “BancoPosta”, “Postepay” e il sito www.poste.it. 

15/11/2021 Obbligo di catene o pneumatici da neve

E’ stata emessa questa mattina e trasmessa alla Prefettura ed a tutte le Forze dell’ordine, l’ordinanza firmata dal Dirigente dell’Ufficio Viabilità e Trasporti della Provincia, l’ing. Antonio Mancusi, con la quale si fa obbligo:“A tutti i conducenti di veicoli a motore, che dal 01 Dicembre 2021 fino al 31 Marzo 2022 transitano sulla rete viaria di competenza di questa Provincia di Potenza, di essere muniti di pneumatici invernali (da neve) conformi alle disposizioni della direttiva comunitaria 92/33 CEE recepita dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 30/03/1994 e s.m.i. o a quelle dei Regolamenti in materia, ovvero di avere a bordo catene o altri mezzi antisdrucciolevoli omologati ed idonei ad essere prontamente utilizzati, ove necessario, sui veicoli sopraindicati.

Tale obbligo ha validità, anche al di fuori del pericolo previsto in concomitanza al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio”.





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo