HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Caccia, Giunta approva calendario venatorio 2021-2022

21/07/2021

La stagione venatoria 2021-2022 aprirà il prossimo 19 settembre e si concluderà il 31 gennaio 2022, ad eccezione della specie colombaccio che sarà cacciabile a partire dal 2 ottobre e fino al 10 febbraio 2022. È quanto stabilito dal calendario venatorio regionale 2021-2022, approvato dalla Giunta regionale, su proposta del vicepresidente e assessore alle Politiche agricole e Forestali, Francesco Fanelli.

“A seguito del lavoro di confronto e concertazione fra tutti gli attori interessati e tenendo conto delle osservazioni dell’Ispra – ha spiegato il vicepresidente Fanelli – abbiamo approvato il nuovo calendario venatorio per la stagione 2021/2022, contemperando le esigenze del mondo venatorio e agricolo. Stiamo mettendo in campo tutti gli strumenti per fronteggiare la costante espansione numerica dei cinghiali: oltre a causare danni alle colture, la loro presenza nelle vicinanze dei centri abitati desta preoccupazione e allarmismo e mette a rischio l'incolumità delle persone. Solo con misure straordinarie, da parte del Governo nazionale – ha concluso Fanelli - sarà possibile combattere quella che oramai rappresenta una vera e propria emergenza”.



Il calendario specifica limitazioni di tempi e carnieri per le singole specie. In particolare, il prelievo venatorio sarà possibile, per alcune specie, nelle seguenti date:

dal 13 ottobre al 9 gennaio 2022 per il cinghiale, nei giorni di mercoledì, sabato e domenica;

nelle due giornate di pre-apertura del 1° e 5 settembre e dal 19 settembre al 3 ottobre prossimi per la tortora, con un carniere annuo ridotto del 50% rispetto alla passata stagione venatoria;

nelle due giornate di pre-apertura del 26 e 29 settembre e dal 2 ottobre al 31 ottobre per la quaglia;

esclusivamente nelle giornate del 1, 4, 5, 8, 11, 12, 15 e 18 settembre e fino al 12 gennaio 2022 per le specie gazza, cornacchia grigia e ghiandaia;

dal 19 settembre al 30 dicembre per la lepre, il merlo e la volpe, periodo esteso, per questa ultima specie, fino al 30 gennaio 2022 per il prelievo in squadre organizzate con l'ausilio dei cani da seguita previo piano di abbattimento;

dal 2 ottobre al 20 gennaio 2022 per le seguenti specie: frullino, pavoncella, marzaiola, mestolone, fischione, gallinella d’acqua, porciglione, folaga, germano reale, canapiglia, codone, tordo sassello, alzavola, cesena, tordo bottaccio, beccaccia, beccaccino;

dal 2 ottobre al 30 dicembre per l’allodola;

dal 2 ottobre al 30 gennaio 2022 per fagiano e starna, previa verifica dello status delle popolazioni naturali mediante monitoraggi standardizzati e la stima dell’incremento utile annuo.

Per i cacciatori non residenti e non domiciliati in Basilicata, l’accesso agli ambiti territoriali di caccia sarà consentito dal 2 ottobre al 30 gennaio 2022 limitatamente al prelievo venatorio delle specie migratorie.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
31/07/2021 - Gazzetta del Mezzogiorno, Cavallo (CISL): "Riprendere il percorso negoziale"

Pieno sostegno ai giornalisti e poligrafici della Gazzetta del Mezzogiorno arriva dal segretario generale della Cisl Basilicata, Vincenzo Cavallo, secondo cui "l'interruzione delle pubblicazioni dopo 134 anni di storia sarebbe una grave perdita per la democrazia e il plurali...-->continua

31/07/2021 - Gazzetta Mezzogiorno, Bardi: confido nella capacità di tutti

“Sono anni che i giornalisti e gli altri dipendenti della Gazzetta del Mezzogiorno si sono sacrificati per mantenere in edicola un pilastro della libera informazione della Basilicata e della Puglia. Purtroppo, l'interruzione delle pubblicazioni in attesa del v...-->continua

31/07/2021 - Inaugurazione Ponte Tibetano, Rosa: altra tappa del viaggio in Basilicata

“Oggi è una giornata di orgoglio, una festa che non riguarda solo la comunità di Castelsaraceno ma l’intera Basilicata che segna un altro grande passo in avanti. È questa un’opera che sicuramente rafforzerà l’attenzione dei turisti verso la nostra regione. Agg...-->continua

31/07/2021 - Turismo, Gentile (Confartigianato): 'Buone prospettive per imprese artigiane'

Le imprese artigiane nei settori interessati da domanda turistica - che in Basilicata rappresentano il 15,9% del totale e in provincia di Matera vanno oltre, sino al 17% - guardano con fiducia alle prospettive dell’economia turistica nell’estate 2021 all’inseg...-->continua

31/07/2021 - Trasporto Stellantis, Giordano (Ugl):”Disagio a senso unico’.

“Una soluzione urgente e immediata per i tanti operai che dai paesi materani viaggiano quotidianamente da anni con pullman e che da lunedì 2 agosto prossimo non sanno come raggiungere la zona industriale Stellantis di Melfi (PZ)”.

E’ quanto chiede P...-->continua

31/07/2021 - La Gazzetta del Mezzogiorno deve continuare ad esistere

Le vicende legate all'editore di uno storico quotidiano come La Gazzetta del Mezzogiorno mi preoccupano prima di tutto come cittadino e lettore, che, ogni giorno, si reca in edicola per acquistare i quotidiani locali e alcuni nazionali. Privare i lettori di un...-->continua

31/07/2021 - I prodotti agroalimentari locali proposti ai turisti della costa jonica

I prodotti agroalimentari del marchio “Io sono lucano” promosso dalla Coldiretti per la prima volta sulle tavole degli ospiti di un villaggio turistico della costa jonica della Basilicata. E' l'iniziativa promossa dalla cooperativa “La nuova aurora” che ha fat...-->continua













WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo