HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Cicala: ''Il marchio Unesco per tutelare la nostra identità''

4/03/2020

“Candidare il ‘Sacro Monte di Viggiano, custode della venerata immagine della Madonna Nera, proclamata da San Paolo VI ‘Regina e Patrona della Lucania’, insieme ai suoi sentieri e alle sue feste a patrimonio mondiale dell’umanità, costituisce già un riconoscimento a livello internazionale di cui essere estremamente fieri”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Carmine Cicala, concludendo l’incontro organizzato a Viggiano su iniziativa del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale, del Santuario della Madonna del Sacro Monte di Viggiano e del Comitato popolare Viggiano per l’Unesco, che si è tenuto oggi presso il comune lucano.
“Il mondo imparerà a riconoscere l’identità religiosa e culturale del popolo lucano - ha sottolineato Cicala - un patrimonio che abbraccia fede e tradizioni, storia e paesaggi da interpretare, ad amare la Basilicata e ad apprezzare la forza e la lungimiranza con la quale riusciremo a valorizzarla”. Da qui l’invito del presidente della massima Assise territoriale a “lavorare uniti, tutti insieme, dai cittadini alle istituzioni alle pro loco per raggiungere un obiettivo che è di tutta la regione. La vostra presenza qui, così numerosa e partecipata – ha detto rivolgendosi agli amministratori regionali e locali, ai sindaci di 40 Comuni, ai parroci dell’area, ai rappresentanti delle associazioni e ai rappresentanti del territorio - è un segnale che si carica di grande significato, diventa manifestazione di interesse per un progetto che guarda al futuro e che può trasformarsi in occasione di crescita per le giovani generazioni. E’ la dimostrazione di un territorio dinamico, il cuore più profondo della Basilicata e che io raccolgo con grande senso di responsabilità. Il mio ruolo regionale non è solo di agevolare questa candidatura coinvolgendo le istituzioni ma anche assicurarmi che sia seguito tutto l’iter necessario. Importante è l’esperienza maturata in sede di Conferenza delle Assemblee Legislative e delle Province Autonome dove abbiamo potuto confrontarci con il professor Pier Luigi Petrillo, membro del gruppo di sei esperti che valutano le candidature Unesco. Petrillo è stato l’'artefice dei riconoscimenti delle Isole Eolie, Dolomiti, paesaggi vitivinicoli Langhe-Roero e Monferrato, Arte Pizzaiuoli Napoletani, Dieta Mediterranea, della transumanza. Grazie al contatto instaurato in quella occasione abbiamo la possibilità di avere suggerimenti per chi, come noi, ambisce a questo risultato e crede nella Basilicata”.
“I turisti - ha detto il Presidente del Consiglio regionale - individuano nell’appartenenza al patrimonio Unesco un marchio di sicura qualità e attrattiva. Un percorso che ci dà certezza di crescere, di essere maggiormente consapevoli del nostro patrimonio non solo culturale e tradizionale ma anche naturalistico e di tipicità uniche. Far immaginare il futuro della Basilicata con questo marchio Unesco significherà dare un input alla crescita economica, turistica e agricola e, aspetto importantissimo, permetterà di tutelare e mantenere la nostra identità”. “Il miglior modo per affrontare il progresso e sviluppare la nostra economia – ha concluso Cicala - è partire da ciò che siamo, da quello che offre la nostra storia e la nostra terra”.
Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Viggiano, Amedeo Cicala, gli interventi di Don Paolo D'Ambrosio, rettore del Santuario regionale della Madonna Nera di Viggiano, Patrizia Minardi, dirigente dell'ufficio Sistemi culturali e turistici e cooperazione internazionale della Regione Basilicata, Annalisa Percoco della Fondazione Eni, Enrico Mattei,. A moderare i lavori Erminia Romagnano del Comitato Unesco Viggiano. Tra i presenti il presidente della IV Commissione consiliare del Consiglio regionale, Massimo Zullino. 



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
7/07/2020 - Assessore Cupparo su programma Tis

“L’obiettivo è duplice: da un lato si intende garantire un sostegno a persone particolarmente bisognose e dall’altro si promuove un percorso di cittadinanza attiva diretto a favorire l’inclusione socio-lavorativa di persone escluse dal mondo del lavoro”
“L’avvio delle at...-->continua

7/07/2020 - Violenza di genere: inaugurata “Panchina rossa” all’Unibas

“L’iniziativa nasce dall’azione sinergica tra il mio ufficio e l’Università degli studi della Basilicata, nella persona della Rettrice Aurelia Sole, e con la collaborazione dell’Associazione Telefono Donna, Centro antiviolenza e casa rifugio, e rientra nel pan...-->continua

7/07/2020 - A rischio 15 posti di lavoro: sciopero alla Baomarc dell’indotto Fca di Melfi

L’11 giugno scorso si è svolto, nella sede della Confindustria di Basilicata, l’incontro con la direzione aziendale BAOMARC, dove la società ha comunicato il trasferimento collettivo delle attività e delle 15 maestranze da Melfi a Lanciano a partire dal mese d...-->continua

7/07/2020 - Tempesta Ex Ilva, Ugl:”La città paga ancora per incapacità politica”

“Tutelare la salute dei cittadini di Taranto appurando cosa sia successo, individuando eventuali responsabilità su quanto di inquietante e’ accaduto sabato scorso dove, la città è stata spazzata da fortissime raffiche di vento che hanno sollevato pericolose n...-->continua

7/07/2020 - San Severino Lucano: solidarietà a sindaco Fiore da minoranza

E' notizia delle ultime ore di minacce giunte al primo cittadino Fiore. I nostri consiglieri e l'intero gruppo della Primavera esprimono piena solidarietà al Dott. Fiore e alla famiglia, ricordando alla cittadinanza che la politica si fa nelle sedi opportune e...-->continua

7/07/2020 - Forestali, USB contro Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil

Con un vergognoso comunicato le OO.SS .di settore rivendicano lo scellerato accordo dell’11 Febbraio di questo anno che ha consentito la perdita di diritti acquisiti e contrattualmente tutelati, come il riconoscimento delle qualifiche e la salvaguardia delle c...-->continua

7/07/2020 - ''Si modifichino subito requisiti di accesso su sostegno per affitto per gli stranieri''

E’ incostituzionale imporre agli stranieri il requisito di lungo-residenza per accedere al fondo di sostegno all’affitto. Lo aveva stabilito già nel 2018 con sentenza la Corte costituzionale ma come sempre è necessario intervenire per ripristinare la legalità...-->continua









WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo