HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Braia: presentata mozione su vertenza Ferrosud

19/11/2019

“La semplice l’idea che la Ferrosud possa chiudere è un paradosso, oltre che una responsabilità senza attenuanti. Nel prossimo decennio in Italia gli investimenti previsti nel settore ferroviario saranno, come esplicitato dal piano industriale di Ferrovie dello Stato, di circa 95 miliardi di euro, e la capacità nazionale installata complessiva non è in grado di rispondere a questa immensa risorsa economica messa a disposizione.”
Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia, Avanti Basilicata.
“Esprimo la massima solidarietà ai dipendenti di Ferrosud che cercano di comprendere quale sarà il loro futuro insieme alle loro famiglie - prosegue il consigliere Braia. Ho presentato una mozione che sarà discussa nel prossimo Consiglio Regionale. Non basta solo continuare a sensibilizzare l’opinione pubblica e soprattutto le istituzioni, a tutti i livelli, con iniziative pubbliche come quella organizzata da Cgil Cisl e Uil e sindacati metalmeccanici di categoria, nei giorni scorsi, una di numerose altre che nel tempo si susseguono. Occorre adoperarsi per fornire soluzioni, da parte del Governo Regionale , a cui chiediamo di agire con un intervento deciso e coordinato con il Governo nazionale nella direzione di una soluzione che confermi la Ferrosud come operatore del settore ferroviario in un momento di grandi investimenti nel settore.
Il governo regionale, mettendo a disposizione impegno e risorse, deve trovare le soluzioni praticabili per sbloccare la vertenza, al fine di scongiurare il fallimento dell'azienda, salvaguardare l’occupazione e mantenere le specificità aziendali. Occorre creare prima possibile le condizioni per un ripartenza industriale nel settore ferroviario del sito materano e mettere in campo un intervento deciso e coordinato.
Il presidente Bardi deve, oggi più che mai, attivarsi senza sosta, non solo come regolatore e garante della correttezza delle procedure, ma anche come promotore di interventi pubblici diretti, passaggio essenziale in questa vertenza, a prescindere dalle vicissitudini giudiziarie di cui si attende l’esito.
Al massimo della sua potenza produttiva - conclude Braia - la fabbrica materana vedeva impiegati più di 800 dipendenti, oggi sono meno di 80, con il pericolo incombente della chiusura di ogni produzione. Il nome Ferrosud non è solo un marchio industriale, è patrimonio di chi ci lavora, di chi ci ha lavorato in passato, a volte pagando anche con la vita, come accaduto alle diverse vittime a causa dell’amianto. Ferrosud è, soprattutto, patrimonio dei territori della Basilicata e della Puglia ma anche un patrimonio della nazione.”






archivio

ALTRI

La Voce della Politica
9/07/2020 - Cicala e Aliandro: ''Attivare subito tavolo trasparenza petrolio''

“Durante l’incontro sul tema del lavoro legato alle attività estrattive in Val d’Agri, organizzato dai sindaci del comprensorio valdagrino, insieme all’altro consigliere dell’area, Nario Aliandro, abbiamo preso l’impegno di far attivare quanto prima il tavolo della trasparen...-->continua

9/07/2020 - Consigliere comunale Alba: Approvare il regolamento urbanistico è un’occasione di rilancio per la città

“Sarebbe davvero un peccato ed un errore non approvare in via definitiva il Regolamento Urbanistico della città di Matera”. E’ quanto dichiara il Consigliere comunale del Gruppo Matera Cultura Carmine Alba, che invita sindaco e colleghi consiglieri a non sprec...-->continua

9/07/2020 - On. Gianluca Rospi (Popolo Protagonista): “Troppi furti in pochi giorni nelle attività commerciali di Matera

Ho chiesto a più riprese, visto il ripetersi di atti criminosi, l’istituzione di una sezione della Direzione Investigativa Antimafia nel metapontino, fondamentale per la sua posizione baricentrica e strategica, in quanto coprirebbe tutto l’arco dell’alto ionio...-->continua

9/07/2020 - Uil: nelle tasche dei lavoratori lucani in cig mancano oltre 38 milioni di euro

38 milioni 318 mila euro: è quanto manca nelle tasche dei lavoratori dipendenti lucani, al netto dell’IRPEF nazionale e delle addizionali regionali e comunali che, a causa del COVID – 19, sono stati posti in cassa integrazione nei mesi di aprile e maggio (14,9...-->continua

9/07/2020 - Indotto Eni , vertenza lavoratori Nico: ‘’una piccola buona notizia’’

Questa mattina la Nico spa, azienda operante all’interno dell’indotto Eni di Viggiano, ci ha comunicato, in merito al mancato rinnovo dei contratti di lavoro, che, nonostante tutte le difficoltà emerse in queste settimane nei tavoli aziendali e regionali, i co...-->continua

9/07/2020 - Venosa: ripresi i lavori la realizzazione di un impianto di compostaggio della frazione umida dei rifiuti

Il dopo Covid19 della Provincia di Potenza, è segnato dall’avvìo di una intensa attività nel settore dei Lavori Pubblici.
Da quelli relativi alla rete stradale, a quella dell’edilizia scolastica, a quella dei servizi ambientali.
Sono infatti ripresi...-->continua

9/07/2020 - Pacchetto turismo: 1.604 istanze presentate, 784 già in liquidazione

Cupparo sottolinea “la tempestività del lavoro svolto dagli uffici dipartimentali con l’obiettivo di garantire liquidità ai titolari di impresa, duramente colpiti dagli effetti della pandemia, che stanno affrontando la stagione turistica 2020”
Sono stati ...-->continua









WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo