HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Roccanova: minoranza su mensa, trasporto e edificio scolastici

9/10/2019

Riceviamo e pubblichiamo la nota che segue da parte del gruppo consiliare di minoranza 'Libera Comunità Roccanova' su mensa, trasporto e edificio scolastici.
A seguito delle sollecitazioni ricevute da numerosi cittadini e genitori abbiamo ritenuto
opportuno formulare alcune considerazioni sul delicato tema del diritto allo studio con
riferimento particolare al servizio mensa, al servizio di trasporto scolastico ed ai lavori
sull’edificio scolastico.
In merito all’affidamento del servizio mensa rileviamo quanto segue.
Non è stata fatta una gara che avrebbe potuto mettere in concorrenza piu operatori economici con
possibile riduzione del costo del pasto a vantaggio dell’Ente e delle famiglie.
Ci sembra che la durata del servizio sia stata frazionata senza motivazioni (l’affidamento é solo
fino a Dicembre) sebbene sia noto a tutti che la durata del servizio mensa corrisponde a quella dell’
anno scolastico ossia da Settembre a Giugno.
Chiediamo al Sindaco ed alla Giunta (visto che ancora oggi non abbiamo riscontro sulle deleghe
degli assessori) di fare chiarezza su questo punto, sulle procedure adottate e sulle intenzioni per il
futuro. (Nuovo affidamento alla stessa ditta?).
Chiediamo pure in quale luogo-centro di cottura sono preparati i pasti, con quali mezzi si effettua il
loro trasporto e con quali tempi considerato che gli stessi arrivano alle ore 12.00 e sono
somministrati agli alunni della scuola secondaria di primo grado alle ore 13.30 (Vengono
riscaldati??? E’ normale tutto questo???)
Ribadiamo che il prezzo fissato (4,17 euro con un incremento di circa il 40% rispetto al passato) risulta assolutamente non sostenibile per tante famiglie e
sarebbe necessario operare riduzioni dello stesso con un maggior contributo da parte del
Comune .
Quanto ai locali mensa ed ai lavori di ristrutturazione dell’ edificio scolastico siamo pronti ad
un immediato confronto pubblico con la nuova amministrazione. Anzi, chiederemo la
convocazione di un apposito consiglio comunale sull’ argomento.
Intanto possiamo affermare senza timore di smentita che i locali mensa sono stati ristrutturati anche
con il rifacimento delle pavimentazioni che versavano da decenni in condizioni pietose.
Sono state anche acquistate alcune attrezzature mancanti nella cucina nei limiti delle previsioni di
progetto.
Nel mese di maggio é stato effettuato un sopralluogo tecnico per verificare le condizioni di utilizzo
dei locali mensa ed in particolare della cucina.
Dal sopralluogo non sono emerse criticita’ di rilievo in merito all’utilizzo della cucina e della mensa
se non per la mancanza della canna fumaria che, evidenziamo, non c’era mai stata in passato.
In ogni caso dobbiamo anche dire che in oltre tre mesi di nuova amministrazione sarebbe stato
possibile, se voluto, realizzare modesti interventi (nuova canna fumaria, attrezzature varie, etc) per
una piena funzionalità della mensa e della cucina tanto più che la nuova amministrazione nel mese
di luglio ha impegnato circa 100.000,00 euro per il mantenimento del patrimonio di cui fa parte
anche la cucina e la mensa.
Evidentemente la volonta’ dell’ amministrazione é stata quella di non utilizzare la cucina della
mensa scolastica per proprie scelte e non per impedimenti insuperabili.
Chi governa deve tutelare il patrimonio dell’ Ente e non deve trascurarlo ricorrendo a
soluzioni semplificate e “di comodo”.
Con questa logica della semplificazione e del riversare le colpe ad altri potrebbe accadere, giusto
per fare un esempio, che questa amministrazione decida di dare in concessione a privati la gestione
delle strade comunali con istituzione di un “bel” pedaggio.
Purtroppo tante false affermazioni sono state fatte su mensa ed edificio scolastico come la notizia
ridicola della sparizione della cappa (per la cronaca abbiamo accertato che la cappa é stata
depositata da tempo nel locale deposito della mensa su disposizione del responsabile del servizio
tecnico, Geom. Rocco Graziano).
Nel merito dei lavori effettuati sulla scuola si precisa che gli stessi sono stati realizzati in attuazione
di due distinti progetti e finanziamenti con il controllo dei tecnici comunali. Gli atti sono pubblici.
A tal proposito riteniamo che sia stato fatto tutto quanto necessario all’esecuzione di lavori
per l’adeguamento dell’edificio alle attuali normative antisismiche dando priorita’ agli
interventi strutturali, a tutela della VITA UMANA, rispetto a quelli di rifinitura peraltro in gran
parte realizzati nei limiti dei fondi assegnati. E grazie a questo risultato (riscontrato dalla Regione
Basilicata) e’ stato possibile ottenere un secondo finanziamento per l’efficientamento energetico e
per l’esecuzione di opere accessorie ivi compresi nuovi arrredi.
Purtroppo, ricordiamo che con Rocco Greco Sindaco, dal 1999 al 2009, l’edificio scolastico e’
rimasto non adeguato sismicamente, con rifiniture fatiscenti e senza accatastamento. Ed ora il
Sindaco Greco, rieletto, si presenta in una riunione ringraziando il dirigente scolastico per aver
impedito agli alunni di rientrare nel mese di maggio 2019 in un “edificio pericolante”.
Ci vuole coraggio a fare tali assurde affermazioni che manifestano ingiustificata rabbia nei
confronti di chi ha amministrato in precedenza.
Infine, sul tema dell’agibilità dell’edificio abbiamo visionato il relativo documento in quanto
eravamo certi che gli uffici avrebbero potuto produrlo perchè vi erano tutti i presupposti per il suo
rilascio in virtù dei lavori realizzati e delle certificazioni emesse, eccezion fatta per la scala di
emergenza che da poche settimane ci risulta essere stata sottoposta a collaudo strutturale benchè la
sua realizzazione risalga a circa venti anni fà.
Comunque la scuola era utilizzabile anche prima (Maggio 2019) che il certificato di agibilità
fosse prodotto tant’e’ che nel periodo estivo la stessa e’ stata utilizzata, su autorizzazione del
Sindaco, per attivita’ di aggregazione giovanile.
Il certificato di agibilità è un mero atto ricognitivo dei requisiti che uno stabile deve possedere
per essere utilizzato. Tant’ è che il responsabile dell’area tecnica Geom. Rocco Graziano non ha
avuto difficoltà a sottoscriverlo prima dell’apertura delle attività didattiche senza la necessità di
ulteriori interventi.
L’assenza del certificato di agibilita’ non determina in automatico la non agibilità di un immobile.
Sono i certificati degli impianti ed i collaudi strutturali gli elementi essenziali ai fini della sicurezza.
Il Sindaco Giulio Emanuele (e non il responsabile dell’area tecnica come erroneamente affermato
sempre dal Sindaco Rocco Greco nella riunione con i genitori) ha comunicato al dirigente scolastico
con nota prot. 1692 del 17.05.2019 e nota prot. 1734 del 21.05.2019 lo stato di idoneità
dell’edificio scolastico alla luce delle certificazioni presenti ad avvenuta ultimazione dei lavori.
Cio’ nell’ambito di un impegno assunto con il dirigente scolastico a tenerlo costantemente
informato sull’andamento dei lavori. E proprio in quelle note il Sindaco Emanuele comunicava
semplicemente che l’edificio era di fatto nella disponibilita’ del dirigente scolastico rimettendo a
quest’ ultimo ogni decisione in merito al trasferimento delle attivita’ didattiche.
Passando al trasporto scolastico prendiamo atto del fatto che un servizio da decenni gratuito è
divenuto a pagamento per deliberata, quantunque legittima, scelta dell’amministrazione.
Evidentemente hanno sbagliato le amministrazioni degli ultimi 30 anni a mantenerlo gratuito.
In ogni caso 20,00 euro al mese gravano non poco sul bilancio di tante famiglie e si poteva
quantomeno pensare ad una tariffa realmente “simbolica” come il Vicesindaco - Rocco Motta -
aveva affermato durante una riunione dedicata al trasporto scolastico con alcuni genitori e dirigente
scolastico. Forse per il Vicesindaco, direttore di banca, 20,00 euro al mese sono una cifra simbolica.
O forse no.
Magari la decisione dei venti euro e’ stata presa a sua insaputa considerato che abbiamo notato la
sua assenza alla seduta di Giunta con la quale e’ stato approvato il piano per il diritto alla studio.
Anche sul trasposto scolastico avanziamo una previsione sperando che non si avveri. Il servizio
prima o poi (piu’ prima che poi) sarà esternalizzato con ulteriore aggravio di spesa per le casse
comunali.
E se dovesse accadere immaginiamo gia’ le solite motivazioni: veicolo vecchio e non adeguato
alla normativa vigente, assenza di dipendenti con patente, costi di manutenzione elevati, etc. etc.
Concludendo, DICIAMO ai genitori che non intendono aderire ad un siffatto servizio mensa e di
trasporto scolastico che LIBERA COMUNITA’ chiederà:
1) al dirigente scolastico di permettere agli alunni di pranzare a casa senza conteggiare le
conseguenti ore di assenza o, in alternativa, di permettere la consumazione a scuola di un
pasto preparato a casa (pasto domestico) come accade in tante altre scuole e Comuni d’ Italia;
2) al Sindaco ed alla Giunta di MODIFICARE le tariffe del servizio mensa scolastica e del
servizio di trasporto scolastico nonche’ di PROVVEDERE al ripristino del locale cucina.
Ribadiamo che il gruppo consiliare LIBERA COMUNITA’ intende svolgere il proprio ruolo di
gruppo di opposizione con correttezza, impegno e rispetto dei ruoli ribadendo il principio che gli
INTERESSI della COMUNITA’ devono essere anteposti a quelli dei SINGOLI.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
23/10/2019 - Trasporto pubblico regionale Tavella: “Si avvii nuova fase di trasparenza'

“Nel mentre continua un dibattito ozioso e stanco sulla definizione dei bacini, il trasporto pubblico in Basilicata versa in condizioni disastrose”. È quanto afferma il segretario generale Filt Cgil Basilicata Franco Tavella.
“Servizio inefficiente, mezzi insicuri, preca...-->continua

23/10/2019 - Petrolio, Rosa: non prendiamo lezioni da Pittella

“Le dichiarazioni dell’opposizione non mi stupiscono e sono contento che, anche solo dopo aver perso il governo della Regione, hanno compreso che esiste un mondo economico oltre il settore no oil che, date le loro politiche precedenti, evidentemente non conosc...-->continua

23/10/2019 - Fca, Spera (Ugl):” Favorevoli a assemblaggio batterie in sito di Mirafiori”

“Alla notizia che Fca realizzerà a Torino un centro di assemblaggio di batterie in una prima fase d’investimento previsto di circa 50 milioni di euro, l’Ugl plaude con soddisfazione per un progetto che vedrà impiegate 1.200 persone dedicate alla produzione del...-->continua

23/10/2019 - Braia: necessario proseguire le attività promozionali post Matera 2019

“A 5 anni dalla nomina di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e a pochi mesi dalla fine dell’anno, è necessario aprire immediatamente un tavolo tecnico con la Fondazione Matera 2019 e l’Amministrazione Comunale di Matera per individuare tutte le forme ...-->continua

23/10/2019 - M5S. Cosa intende fare la Regione Basilicata sul rinnovo dell’AIA a Tecnoparco?

Il rapporto tra Tecnoparco Valbasento e il territorio circostante non è mai stato idilliaco. Il grosso impatto che lo stabilimento ha a livello ambientale è stato spesso al centro di polemiche e non solo.
Dal 2010, l’azienda ha modificato la sua "mission"...-->continua

22/10/2019 - Sanità privata, audito in quarta Commissione Paduanelli

Marcello Paduanelli, presidente dell’Aiop Basilicata, "Associazione Italiana Ospedalità Privata" è stato audito in quarta Commissione consiliare in merito a problematiche di carattere sanitario. “Come Associazione - ha precisato Paduanelli - rivolgendosi al pr...-->continua

22/10/2019 - Trattative Petrolio Eni-Total, Coviello replica a Polese

“Nella qualità di capogruppo in Consiglio regionale del partito Lega Basilicata per Salvini Premier, intendo replicare alle gravissime accuse e illazioni mosse dal consigliere Polese in ordine all’opportunità di escludere la Lega dai tavoli inerenti la trattat...-->continua







WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo