HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Interrogazione parlamentare: 1 bambino su 10 assume psicofarmaci non prescritti

23/09/2017

Presentata lo scorso 19 settembre, presso la Camera dei Deputati, l’interrogazione a firma dell’On. Eleonora Bechis sull’abuso di psicofarmaci a bambini e adolescenti; una realtà che, fino a oggi, non ha trovato spazio nell’agenda dei media e delle istituzioni.

Secondo un recente studio del CNR, bambini e adolescenti italiani sono i maggiori consumatori di psicofarmaci non prescritti d’Europa, con una media del 10 per cento: un minorenne su dieci.

Il nostro Comitato denuncia da anni i pericoli degli psicofarmaci e la necessità di un controllo rigoroso di tali sostanze psicoattive, specialmente per quanto riguarda i minori. Plaudiamo pertanto a questa iniziativa, auspicandone la massima diffusione, e restiamo in attesa di conoscerne l’esito.

Riportiamo qui il testo integrale dell’interrogazione:

«Atto Camera - Interrogazione a risposta scritta 4-17835 - presentato da BECHIS Eleonora - martedì 19 settembre 2017, seduta n. 853. BECHIS, ARTINI, BALDASSARRE, SEGONI e TURCO. — Al Ministro della salute. — Per sapere – premesso che:

secondo lo studio ESPAD 2016 Italia realizzato dall'Istituto di fisiologia clinica del CNR di Pisa i giovani italiani sono i maggiori consumatori di psicofarmaci non prescritti, con una media del 10 per cento contro quella europea che si attesta sul 6 per cento;

dal succitato studio si evince che un adolescente su dieci utilizza gli psicofarmaci senza la ricetta del proprio medico usando ad esempio quelli che trova in casa nell'armadietto dei medicinali di famiglia, oppure li compra on line;

gli psicofarmaci più utilizzati sono i medicinali che garantiscono concentrazione nello studio, quelli per l'umore e anche per far passare il senso di fame;

dal recente report dell'Istituto di ricerche farmacologiche «IRCCS Mario Negri» di Milano sono tra i 20 mila e 30 mila i minorenni a cui in Italia vengono somministrati psicofarmaci e antidepressivi;

dal report dell'IRCCS emerge come farmaci, quali la Paroxetina, che fra gli effetti collaterali nei casi di depressione contemplano anche l'aumento della propensione al suicidio e la cui somministrazione è espressamente vietata dalla legge n. 648 del 1996 ai minori di 18 anni, vengono somministrati quotidianamente a molti adolescenti;

Palmieri Vincenza, presidente dell'Istituto nazionale di pedagogia familiare (INPEF), in una recente audizione presso la Commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza ha dichiarato che oltre il 30 per cento dei pazienti, che intraprende un percorso di sostegno per una eventuale dismissione e riabilitazione dichiara che, oltre al farmaco prescritto, acquista prodotti in farmacie, utilizzando le più svariate tecniche di convincimento, ma riuscendo comunque ad ottenere il prodotto anche senza ricetta. Ciò, come risultato di un eccesso diagnostico già in età prescolare;

la stessa ha sostenuto altresì: in Italia, 8 anni è l'età a partire dalla quale viene somministrato l'antidepressivo Prozac ai bambini, un'età in cui è possibile attivare invece con successo altri tipi di intervento non farmacologico. Il ricorso allo psicofarmaco viene pertanto utilizzato come prima risposta invece di prevedere prese in carico meno invasive –:

come, alla luce di quanto espresso in premessa, si intenda intervenire per garantire il pieno rispetto della legge n. 648 del 1996;

come si intenda monitorare il consumo di psicofarmaci nell'infanzia per evitare che l'inappropriatezza della somministrazione crei nel tempo danni ancora maggiori nello sviluppo dei bambini;

quali iniziative si intendano assumere per porre un freno al consumo di psicofarmaci senza prescrizione da parte dei minori. (4-17835)»



Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
1/08/2021 - Noepoli: cittadinanza onoraria al milite ignoto

Quando, dopo la conclusione del primo conflitto mondiale, nel corso del quale avevano perso la vita circa 650.000 militari italiani, il Parlamento approvò la legge 11 agosto 1921, n.1075, “per la sepoltura in Roma, sull’Altare della Patria, della salma di un soldato ignoto c...-->continua

1/08/2021 - Cupparo su ponte tibetano di Castelsaraceno

Il Ponte Tibetano di Castelsaraceno è innanzitutto un esempio virtuoso di spesa delle risorse del P.O. Val d’Agri: è il commento dell’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo, con deIega al Comitato di Coordinamento e Monitoraggio del P.O., che rip...-->continua

1/08/2021 - NoScorie: solidarietà a Gazzetta del Mezzogiorno

Esprimiamo tutta la ns vicinanza e solidarietà alle maestranze e giornalisti della gazzetta del mezzogiorno ,un giornale storico che per anni è stata anche la ns voce sulla carta stampata per le questioni sociali, economiche ed ambientali lucane.
In un p...-->continua

31/07/2021 - Gazzetta del Mezzogiorno, Cavallo (CISL): "Riprendere il percorso negoziale"

Pieno sostegno ai giornalisti e poligrafici della Gazzetta del Mezzogiorno arriva dal segretario generale della Cisl Basilicata, Vincenzo Cavallo, secondo cui "l'interruzione delle pubblicazioni dopo 134 anni di storia sarebbe una grave perdita per la democraz...-->continua

31/07/2021 - Gazzetta Mezzogiorno, Bardi: confido nella capacità di tutti

“Sono anni che i giornalisti e gli altri dipendenti della Gazzetta del Mezzogiorno si sono sacrificati per mantenere in edicola un pilastro della libera informazione della Basilicata e della Puglia. Purtroppo, l'interruzione delle pubblicazioni in attesa del v...-->continua

31/07/2021 - Inaugurazione Ponte Tibetano, Rosa: altra tappa del viaggio in Basilicata

“Oggi è una giornata di orgoglio, una festa che non riguarda solo la comunità di Castelsaraceno ma l’intera Basilicata che segna un altro grande passo in avanti. È questa un’opera che sicuramente rafforzerà l’attenzione dei turisti verso la nostra regione. Agg...-->continua

31/07/2021 - Turismo, Gentile (Confartigianato): 'Buone prospettive per imprese artigiane'

Le imprese artigiane nei settori interessati da domanda turistica - che in Basilicata rappresentano il 15,9% del totale e in provincia di Matera vanno oltre, sino al 17% - guardano con fiducia alle prospettive dell’economia turistica nell’estate 2021 all’inseg...-->continua













WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo