HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

La Commissione Ue apre alla liberalizzazione dei vitigni protetti da Dop e Igp

16/02/2016

La Commissione Ue apre alla liberalizzazione del nome dei vitigni protetti da Dop e Igp. Per la Puglia sono a rischio Primitivo e Aleatico, l’Aglianico invece per la Basilicata. Il M5S chiede al ministro Martina di intervenire con una risoluzione

Il “comitato di esperti” della Commissione Ue punta a liberalizzare il nome dei vitigni così da poterli utilizzare liberamente in etichetta. Una decisione che potrebbe rivelarsi dannosa per le posizioni raggiunte dai vini italiani. La complicata materia comunitaria fa riferimento sia al Regolamento 1308/2013 (OCM unica) sia al Regolamento 607/2009 per quanto riguarda l’applicazione dell’etichettatura del vino come applicazione del precedente regolamento sull’OCM (Reg. 409/2008) e che, per questo, la Commissione intende rivedere. Bruxelles, infatti, manterrebbe l’elenco delle deroghe concesse ai singoli Stati membri di esclusività del nome di un vitigno laddove vi è anche l’indicazione d’origine protetta però vorrebbe introdurre la possibilità di allargare le maglie ad altri Paesi: sarebbe sufficiente un disciplinare di produzione ed una notifica alla Commissione. Per intendersi, oggi Romania o Spagna non possono utilizzare il nome “Primitivo” ma, con la modifica proposta, stabilendo un disciplinare di produzione e notificandolo alla Commissione potrebbero iniziare a produrre il “Primitivo di Bucarest” o il “Primitivo di Barcellona”.

“Liberalizzare il nome dei vitigni è molto pericoloso per quei produttori italiani che hanno puntato tutto il marketing sul nome del vitigno e non sull’indicazione geografica in quanto territorio – commenta il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura alla Camera – Nella nostra Regione a poterne pagare lo scotto sarebbero il Primitivo di Manduria e l’Aleatico di Puglia mentre in Basilicata rischierebbe l’Aglianico del Vulture. È proprio perché difendere le certificazioni Dop e Igp del vino italiano che, per definizione, riportando in etichetta il nome del vitigno, garantiscono la provenienza dell’eccellenza made in Italy e, quindi, il suo legame con il territorio – continua L’Abbate (M5S) – che abbiamo presentato una risoluzione in Commissione Agricoltura contro la revisione in atto da parte della Commissione Ue delle norme vigenti che disciplinano l’etichettatura dei vini. A maggior ragione, in vista di accordi internazionali come il Ttip (Trans Trade and Investment Partnership), è bene ricordare che il legame con il territorio non è un brand che può essere ceduto a qualunque produttore di qualsiasi Paese”.

Con la risoluzione, i 5 Stelle chiedono al ministro Maurizio Martina (Agricoltura) ed al Governo Renzi di impegnarsi a tutelare in sede europea gli interessi dell’Italia e di tutto il comparto vitivinicolo. “Non è accettabile assistere né tantomeno essere complici dell’ennesima svendita delle eccellenze made in Italy”, conclude Giuseppe L’Abbate (M5S).




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
18/09/2021 - Potenza: Guarino inaugura il villaggio dello Sport voluto dal CSI

Al Parco Baden Powell, spazio messo a disposizione dalla Provincia, si è inaugurato oggi il villaggio dello Sport voluto dal CSI alla presenza di giovani e gruppi sportivi che per due giorni si sfideranno in maniera non competitiva.
“Lo spirito che come ente - ha rilevat...-->continua

18/09/2021 - Il cordoglio dell'Alsia per la morte della madre del governatore Bardi

“Si fatica a trovare le parole giuste in questi momenti, per dare conforto e sostegno alla persona che abbia appena perduto uno dei suoi cari. Posseduti da una affettuosa impazienza, vorremmo restituire come d’incanto la serenità a quella persona, cancellare d...-->continua

18/09/2021 - Amministrative: domani Giuseppe Conte a Melfi

Domenica 19 settembre il Presidente Conte verrà a Melfi per sostenere la lista del M5S e Alessia Araneo, candidata alla carica di Sindaca del Comune di Melfi.
A partire dalle ore 15 il Presidente Conte passeggerà tra i cittadini lungo viale Gabriele D'Annu...-->continua

18/09/2021 - Cupparo, Leone, Piro: ''rinnovata stima a Berlusconi''

“I nostri sentimenti di solidarietà e vicinanza, la rinnovata stima che esprimiamo al Presidente Berlusconi in questa fase particolare della sua vita, sono sentimenti coerenti con la nostra storia politica cominciata con Berlusconi che è stato per noi sempre...-->continua

18/09/2021 - Scomparsa madre del presidente Bardi, il cordoglio della politica

Il Presidente della Provincia di Potenza, Rocco Guarino, anche a nome dell’intero Consiglio Provinciale, è vicino al Presidente della Regione, Vito Bardi, per la scomparsa della cara madre ed esprime le più sentite condoglianze lui e a tutta la sua famiglia. <...-->continua

18/09/2021 - Trivelle e Pitesai:’per chi ci governa l’acqua e la bellezza non contano nulla'

Abbiamo ripresentato presso il Ministero della Transizione Ecologica le nostre osservazioni sulla inidoneità delle ricerche ed estrazioni petrolifere in Basilicata, nello Jonio e nell' Adriatico meridionale, nell'ambito della procedura di consultazione pubblic...-->continua

17/09/2021 - A Potenza, evento nazionale per i 70 anni della FENAL UIL

Nella prossima settimana – il 22 e il 23 settembre – Potenza ospiterà l’evento nazionale dei 70 anni della Feneal, la federazione dei lavoratori delle costruzioni aderente alla Uil.

La scelta di Potenza non è certo casuale. La FENEAL UIL nasce come FE...-->continua













WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo