HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Vulture-Melfese: perseguita e minaccia l’ex compagna, arrestato 40enne

21/06/2024



Non sempre la fine di una relazione viene accettata e troppo spesso la naturale tristezza per un progetto di vita fallito lascia spazio a sentimenti di rancore, ingiustificata gelosia e vero e proprio senso di possesso verso l’ex partner. Sarà stato tutto questo e chissà cos’altro che aveva pervaso l’anima di un 40enne del vulture che proprio non poteva accettare che quella donna, fino a poco tempo fa al suo fianco, non fosse più “sua”. Ha pensato così di aggredirla prima emotivamente e poi fisicamente. Successivamente le persecuzioni ed infine i ricatti sfociati nella spregevole minaccia di pubblicare alcuni scatti fotografici che la ritraevano.


Tutto questo per costringerla a tornare con lui. La giovane donna, per fortuna non si è arresa e ha trovato il coraggio di varcare la soglia della Stazione Carabinieri competente per territorio dove i militari dell’Arma l’hanno accolta ed ascoltata. La sua narrazione, ricca di preziosi indizi e particolari, ha fatto sì che i Carabinieri, in ossequio al “protocollo Codice Rosso” immediatamente attivato, potessero porre in essere una minuziosa attività investigativa che ha portato all’arresto dell’ex partner sancendo, di fatto, la fine delle sue paure. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato associato, come disposto dall’Autorità Giudiziaria potentina, presso la Casa Circondariale di Potenza in attesa di rito direttissimo.


Nel corso dell’udienza celebratasi nella giornata di ieri presso il Tribunale di Potenza, veniva convalidato l’arresto operato dai Carabinieri ed emessa, a carico dell’indagato, la misura cautelare degli arresti domiciliari con l’apposizione del braccialetto elettronico. Quanto prima con la precisazione che, per l’uomo, vige la presunzione di innocenza sino a sentenza definitiva di condanna. Una donna che può riprendere in mano le redini della propria vita nonché l’ennesima testimonianza di come possa davvero essere risolutivo il rivolgersi tempestivamente ai presidi dell’Arma sul territorio o al Numero Unico di Emergenza 112. Veri e propri strumenti che, come in questo caso, possono regalare l’opportunità di poter volgere il proprio sguardo avanti senza più il timore di doversi guardare le spalle.




ALTRE NEWS

CRONACA

12/07/2024 - Carabinieri: Campagna di prevenzione delle truffe in danno degli anziani
12/07/2024 - ''Subito ordinanza per il divieto di lavoro nelle ore calde anche nei cantieri''
11/07/2024 - Salta a Matera la rassegna ''Fuori dal Comune''. Arrestato direttore artistico
11/07/2024 - Tre lavoratori in nero, sospesi due stabilimenti balneari lucani

SPORT

12/07/2024 - Per il Rotonda Calcio niente Serie D, il futuro passa per il settore giovanile
12/07/2024 - Antonio Petraglia cede la maggioranza dell'Fc Matera
11/07/2024 - Melfi: Al via i lavori di rifacimento dello stadio e della piscina comunale
11/07/2024 - La Libertas Montescaglioso riconferma Petruzzo e Montemurro

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

Non con i miei soldi. Non con i nostri soldi
di don Marcello Cozzi

Parlare di pace in tempi di guerra è necessario, ma è tardi.
Non bisogna aspettare una guerra per parlarne. Bisogna farlo prima.
Bisogna farlo quando nessuno parla delle tante guerre dimenticate dall'Africa al Medio Oriente, quando si costruiscono mondi e società sulle logiche tiranniche di un mercato che scarta popoli interi dalla tavola dello sviluppo imbandita solo per pochi frammenti di umanità; bisogna farlo quando la “frusta del denaro”, come ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo