HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Indotto Tempa Rossa, presidio e sciopero a oltranza se non arriveranno risposte

24/05/2023



È in corso il presidio di Fim Fiom e Uilm davanti ai cancelli del Centro Oli Tempa Rossa di Total, a Corleto Perticara (Potenza). I lavoratori, riuniti in assemblea, hanno deciso che in assenza di risposte e della riapertura di un tavolo di confronto, partirà il presidio permanente con lo sciopero a oltranza davanti ai cancelli del Centro oli Tempa Rossa di Total.


I sindacati chiedono la immediata convocazione del tavolo regionale per evitare l’ulteriore aumento delle tensioni sociali e ai sindaci dell’area di sostenere la vertenza del secondo sito di estrazione petrolifera in Europa. Allo stesso tempo i lavoratori e i sindacati sollecitano gli organi ispettivi a mettere in campo azioni di vigilanza a tutela della sicurezza all’interno del Centro Oli della Total e al prefetto di Potenza di intervenire affinché si evitino ulteriori tensioni davanti ai cancelli di Tempa Rossa.


Sono più di 200 i lavoratori dell’indotto Tempa Rossa in presidio davanti al Centro Oli, che da anni subiscono ingiustamente condizioni economiche e di lavoro inferiori rispetto ai lavoratori diretti. L’assemblea ha espresso massima solidarietà ai precari e ai somministrati impiegati nell’indotto Total, anello più debole della vertenza, rivendicando il giusto riconoscimento economico e contrattuale e una prospettiva di un futuro stabile all’interno del Centro Oli. Sarebbe un paradosso se gli utili per Total derivanti dalle estrazioni petrolifere del sito Tempa Rossa escludessero proprio i benefici di chi quel petrolio lo produce. L’assemblea resta aperta in attesa di novità.


 


Fim Fiom Uilm




ALTRE NEWS

CRONACA

22/02/2024 - Crisi politica a Senise: sopravvissuti o soprassedenti?
22/02/2024 - Rionero in Vulture: i carabinieri sventano furto alle poste dopo che ignoti hanno fatto saltare il bancomat
22/02/2024 - Policoro: i carabinieri incontrano gli studenti dell’istituto comprensivo statale “l. Milani”.
22/02/2024 - Monte Cotugno, lavori su muro. «Ritardi dopo alcune prescrizioni in fase di valutazione»

SPORT

22/02/2024 - Policoro pronta ad accogliere i “Cadetti” del Judo
20/02/2024 - Serie C, svolta storica: prima lega europea con la referee cam
20/02/2024 - Rotonda, mister Pagana: ‘Gli avversari ci rispettano e questo mi gratifica’
19/02/2024 - Successo per la prima edizione di Basilicata Sport Awards

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

Non con i miei soldi. Non con i nostri soldi
di don Marcello Cozzi

Parlare di pace in tempi di guerra è necessario, ma è tardi.
Non bisogna aspettare una guerra per parlarne. Bisogna farlo prima.
Bisogna farlo quando nessuno parla delle tante guerre dimenticate dall'Africa al Medio Oriente, quando si costruiscono mondi e società sulle logiche tiranniche di un mercato che scarta popoli interi dalla tavola dello sviluppo imbandita solo per pochi frammenti di umanità; bisogna farlo quando la “frusta del denaro”, come ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo