HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Melfi: deteneva illegalmente armi e munizioni nascoste in un deposito agricolo

26/10/2020



I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Melfi hanno arrestato in flagranza di reato un 46enne del luogo, responsabile di detenzione illegale di armi comuni e da guerra, oltre che del relativo munizionamento.
In particolare, nelle prime ore del mattino, i militari durante lo svolgimento di specifici servizi predisposti per il controllo del territorio, con l’ausilio di un’unità per la ricerca di armi ed esplosivi del Nucleo Cinofili Carabinieri di Tito (PZ), hanno effettuato una perquisizione presso l’azienda agricola dell’uomo, al fine di verificare se questi disponesse di armi.
Ipotesi investigativa che è risultata quanto mai fondata, tanto che i Carabinieri, col valido ed efficace ausilio del cane “Dax”, nel mentre conducevano le operazioni di ricerca all’interno di un deposito della proprietà, hanno rinvenuto e sequestrato un fucile da caccia calibro 12, un mitra calibro 45, quale arma da guerra, due pistole calibro 22 e 32, oltre al relativo munizionamento, costituito da più di 130 proiettili, insieme a 3 caricatori per pistola, calibro 6.35 e 7.65, il tutto abilmente occultato sotto alcune pile di sacchi di avena.
Le armi, custodite in panni e buste di plastica, si presentavano in perfette condizioni, correttamente oleate e pronte all’uso.
Si tratta, peraltro, di armi non comuni, risalenti agli anni ’50 e ’60, alcune di produzione e provenienza estera, particolarmente apprezzate da appassionati e collezionisti, motivo per cui sono in corso approfondimenti da parte dei Carabinieri per valutare possibili destinazioni od anche il pregresso utilizzo del piccolo arsenale ritrovato.
All’esito degli accertamenti, gli operanti hanno proceduto all’arresto del soggetto che è stato associato alla locale Casa Circondariale.





ALTRE NEWS

CRONACA

5/12/2020 - Covid19 Basilicata: 145 nuovi positivi, 155 guariti e 8 decessi
5/12/2020 - COVID-19: Ordinanza n. 47 del Presidente della Regione Basilicata
5/12/2020 - Maltempo in Basilicata: instabilità e allerta gialla
5/12/2020 - ''L'odissea di mio padre 77enne, deceduto all'ospedale di Matera''

SPORT

5/12/2020 - Il Futsal schianta il Real Terracina e vince la sua prima partita in Serie B
5/12/2020 - Serie B/F: nel pomeriggio il Futsal Senise in campo a Terracina
4/12/2020 - Lauria: è morto l’ingegner Papaleo, presidente della Ruggiero in Interregionale
4/12/2020 - Serie D/H, Picerno: guariti i due giocatori positivi lo scorso 12 novembre

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

4/12/2020 Comunicazione Sospensione idrica in Basilicata

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 10:15 alle ore 12:15 di oggi salvo imprevisti. POTENZA: C.da Botte, C.da Torretta e zone limitrofe

Barile: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:00 di oggi fino al termine dei lavori. BARILE: RIONE CONVENTO

1/12/2020 Sospensione Idrica oggi in Basilicata

Marsico Nuovo: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:15 di oggi fino al termine dei lavori. MARSICO NUOVO: Rione Fontanelle e zone limitrofe

Tolve: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori. TOLVE: Contrade: Fontana Caporale, Stinco, Colonna Vecchia e zone limitrofe

29/11/2020 Sospensione idrica oggi in Basilicata

Montemurro: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 08:15 di oggi fino al termine dei lavori. MONTEMURRO: Vicolo francesco bozzari e zone limitrofe

La violenza sulle donne: quanta strada da fare
di don Marcello Cozzi

Ci sono Aisha, Waris, Nada, Ayaan, infubalate e costrette a sposarsi ancora bambine.
E poi Sampat, Diana, Hevrin, Marielle, Ruth, Roxane che hanno pagato con la vita, con la fuga o con la discriminazione il diritto alla libertà sessuale, ad un'appartenenza di casta o al colore della pelle
C'è Malala, pakistana, condannata a morte dai talebani perché reclama il diritto allo studio per le donne.
C'è Ipazia, filosofa e matematica che agli albori de...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo