HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Potenza e provincia:Controlli dei Carabinieri a Ferragosto. 8 persone denunciate

16/08/2019



Il Comando Provinciale Carabinieri di Potenza, attraverso i Reparti dipendenti, in occasione del Ferragosto, ha intensificato le attività di controllo del territorio.
In tale contesto, nei vari comuni potentini e lungo le principali arterie di comunicazione, in ragione delle diverse violazioni accertate, i Carabinieri dei locali Comandi Stazione e Compagnia, hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria 8 persone, per reati quali porto in luogo pubblico di armi od oggetti atti ad offendere, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, guida sotto l’influenza dell’alcool e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, in particolare, a:
- Lavello (PZ), un 26enne di Melfi (PZ), che, a seguito di perquisizione effettuata a bordo del veicolo di proprietà, è stato trovato in possesso, senza giustificato motivo, di un coltello del genere proibito, del tipo “da sub”, lungo 32 cm, contenuto nel vano porta oggetti. L’arma impropria è stata sequestrata;
- Tolve (PZ), un 23enne di Genzano di Lucania (PZ), che, a seguito di perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso, senza giustificato motivo, di un coltello a serramanico, del genere proibito, e di una “noccoliera”, entrambi sottoposti a sequestro;
- Moliterno, Grumento Nova e Laurenzana (PZ), ove, rispettivamente, un 37enne di origini romene, un 59del luogo e un 63enne di Calvello (PZ), a seguito di controllo alla circolazione stradale, sono stati sorpresi alla guida delle loro autovetture con un tasso alcolemico superiore al limite consentito. Ai tre sono stati ritirati i documenti di guida, mentre i veicoli sono stati sottoposti a sequestro amministrativo;
- Castelsaraceno (PZ), un 56enne del posto, il quale, a seguito di incidente stradale, è stato sottoposto ad accertamento tramite apparecchio “etilometro”, al cui esito è risultato avere un tasso alcolemico superiore al valore consentito. All’uomo è stato ritirato il documento di guida, mentre il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo;
- Maratea (PZ), un 35enne del luogo, il quale, a seguito di incidente stradale, è stato sottoposto ad accertamenti tossicologici presso l’ospedale di Lagonegro (PZ), ove è risultato positivo all’assunzione di sostanze stupefacenti. All’uomo è stato ritirato il documento di guida;
- Lavello (PZ), un 30enne di Montemilone (PZ), che, sottoposto a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di sei involucri in cellophane, contenenti, complessivamente, 14 grammi di “marijuana”, occultati all’interno degli abiti indossati.

Sono state, inoltre, segnalate alle competenti Prefetture, per uso personale di stupefacenti, 13 persone residenti a Rionero in Vulture, Rivello, Spinoso, Lavello, Venosa (PZ) e nelle province di Brescia e Foggia, sequestrando complessivamente ulteriori 15 grammi circa tra “cocaina” e “hashish”.

Nei giorni a venire, analogamente, si susseguiranno le iniziative nel potentino dell’Arma dei Carabinieri, nell’ambito dei quotidiani servizi d’istituto, al fine di assicurare sempre maggiore sicurezza per i cittadini e turisti anche durante la fase finale della stagione estiva.



ALTRE NEWS

CRONACA

17/09/2019 - Matera, controlli straordinari carabinieri. Due persone Denunciate
17/09/2019 - Senise: il Consorzio di Bonifica sigilla le bocchette per l’irrigazione
17/09/2019 - San Giorgio Lucano: furti e vandalismi nelle campagne
16/09/2019 - Potenza, si è riunito il Tavolo Regionale Anticaporalato

SPORT

17/09/2019 - Mondiali seniores di bowling: il potentino Petracca arriva 27°
15/09/2019 - Il Potenza espugna il campo del Bisceglie con un secco 3-0
15/09/2019 - Primo squillo del Castelluccio che batte il Senise per 5-2
15/09/2019 - La Pielle Matera al Mennea Day

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

17/09/2019 Sant'Arcangelo:un arresto per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti

A Sant’Arcangelo un uomo è stato arrestato dai Carabinieri, perchè all'interno della sua abitazione, in seguito ad una perquisizione, è stata rinvenuta sostanza stupefacente. L'uomo coltivava cannabis sul terrazzo di casa e deteneva la marijuana ai fini di spaccio.
In particolare i carabinieri hanno rinvenuto anche un bilancino di precisione ed alcune banconote, provento molto probabilmente dalla vendita della droga. L'uomo è accusato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti.

17/09/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 17 in Basilicata

Tursi, Montalbano Jonico: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.

Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 16:00 di oggi alle ore 08:00 di domani, salvo imprevisti, nelle contrade Zaparone, Bussi, Santa Maria Indorada

Montemurro: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 19:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Saliero, Foresta, Servigliano, Sorgia, Santissimo, Migliarino, Cifalupo, Madonna delle Grazie, Castelluccio, Le Piane, Buttacarro, Romantica e zone limitrofe.

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, è in corso la sospensione dell'erogazione dell'acqua potabile in via Torino e zone limitrofe. Il ripristino è previsto la termine dei lavori.

Nova Siri: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in vico I Gramsci resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

16/09/2019 Sospensione idrica a Matera

Matera: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile al borgo Picciano A sarà sospesa dalle ore 08:00 alle ore 16:00 di oggi, salvo imprevisti.

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo