HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Galella FdI-AN sui locali previsti sotto il nuovo ponte pedonale del parco fluvi

20/04/2017

Tra le tante magie di cui la burocrazia è capace, eccone una che fa improvvisamente sparire l’unica struttura ricreativa e ricettiva prevista all'interno del parco.

Circa un anno fa, infatti, nel corso di una Commissione Urbanistica, ci fu presentato il progetto di realizzazione del ponte pedonale nel Parco fluviale del Basento al di sotto del quale era prevista la realizzazione di bagni pubblici e di un locale da dare in gestione attraverso un bando.

Due settimane fa nel corso di un sopralluogo, invece, ci siamo accorti che non c’erano nemmeno le predisposizioni per eventuali bagni.

Solo oggi scopriamo dall'audizione degli uffici comunali che qualcuno avrebbe deciso di sacrificare i locali a causa dell’allargamento del ponte richiesto dall’Autorità di bacino in considerazione di una eventuale piena, cosa che si verifica ogni cinquecento anni. Forse.

Il parco fluviale dovrà rappresentare uno dei più importanti salti di qualità della vita dei potentini, che, ad oggi, non hanno molte aree idonee per la corsa e per andare in bici.

Per evitare però che questo parco diventi un ennesimo parco sporco, abbandonato, distrutto dagli incivili e mal frequentato, c'è assoluto bisogno di una struttura all’interno del parco che svolga il fondamentale ruolo di aggregatore e di controllore.

Per questo, se proprio non ci sarà il modo di realizzare il locale di oltre 50 mq previsto originariamente dal progetto, vuol dire che il Sindaco o gli Assessori competenti debbano prevedere immediatamente un bando che dia la possibilità ad un privato di realizzarlo e di utilizzarlo per diversi decenni.

Bisogna farlo subito, per permettere una inaugurazione complessiva della struttura che dia subito modo a tutti di vivere il parco nel migliore dei modi.

Finalmente il fiume Basento può tornare ad essere una risorsa per la città, contribuendo a dare una degna cornice che il ponte Musmeci merita, rendendolo visitabile e dandogli il prestigio che merita.

Inoltre, per rendere maggiormente fruibile il parco, bisognerebbe prevedere anche una zona vicina al ponte per l’organizzazione di eventi, come concerti, che godrebbero di uno sfondo magnifico, il Ponte Musmeci, struttura architettonica che potrebbe diventare patrimonio dell’UNESCO. Non tralasciando l’occasione di aprire il fiume alla pesca, rendendolo un attrattore naturalistico e sportivo, per pescatori ed appassionati.

Gli errori del passato fatti con strutture realizzate e poi abbandonate all’incuria e alla desolazione non devono assolutamente essere ripetuti. Per questo è necessario avere la massima attenzione e soprattutto prendere provvedimenti immediati.

Forza Potenza.

Potenza, 20 Aprile 2017

Alessandro Galella, Consigliere comunale Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Città di Potenza



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/10/2017 - Forum giovani Basilicata sul tour 'ambiente, risorse e giovani'

Forum Giovani Basilicata, al via tour su risorse regionali
Un viaggio alla scoperta delle enormi risorse presenti sul territorio della Basilicata ed il loro utilizzo strategico per il futuro della regione.
E’ questo l’obiettivo del progetto “Ambiente, risorse e Giov...-->continua

19/10/2017 - Montalbano, emergenza cinghiali: il sindaco emette ordinanza

Dopo la nota inviata il 15 giugno scorso al Presidente dell'Amministrazione Provinciale di Matera e all'Assessore alle Politiche agricole e Forestali della Regione Basilicata, il sindaco di Montalbano Jonico, Piero Marrese torna ad accendere i riflettori sull'...-->continua

19/10/2017 - Modarelli FI,richiesta delucidazioni su assistenza alunni con disabilità

Con una nota protocollata in Regione Basilicata in data 19 Ottobre 2017, indirizzata al Presidente della IV Commissione Consiliare Permanente Dott. Luigi Bradascio, il Consigliere Provinciale di Forza Italia Dott. Gianluca Modarelli ha chiesto un incontro urge...-->continua

19/10/2017 - Tavolo Verde Basilicata sulla crisi del settore agricolo zootecnico

L’amministrazione provinciale insieme ai comuni ha dato inizio alle Conferenze di Servizio per ridefinire il dimensionamento della rete scolastica triennio 2018/2021; si tratta di rimodulare il rapporto tra le scuole di ogni ordine e grado e il territorio al f...-->continua

19/10/2017 - Leggieri e Perrino (M5S) sulla vicenda dei medici di continuità

Paradossale è la vicenda che stanno vivendo i medici del servizio di continuità assistenziale al centro di una storia tipica italiana.
Appare a dir poco surreale che oggi la Regione Basilicata richieda la restituzione di somme erogate a favore dei medici ...-->continua

19/10/2017 - Piviero FdI-AN sulla vicenda del murales celebrativo tra Pittella e Sawiris

L’assurda vicenda del murales celebrativo dell’accordo tra il Governatore Pittella e l’egiziano Sawiris per la sostituzione etnica dei Lucani mortifica i cittadini di Rivello. Il ‘mostro’ dovrebbe essere installato a due passi dal Monastero cinquecenteso del B...-->continua

19/10/2017 - Sanità: oggi incontro a Lauria promosso dal Partito Democratico

Questo pomeriggio alle ore 18.00 a Lauria si terrà l'incontro "Sostenibilità del sistema salute. Sanità tra ospedale e territorio: opportunità e aspettative alla luce del riordino del Servizio Sanitario Regionale della Basilicata" , presso la Saletta Convegni ...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo