HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Asili nido e servizi per l’infanzia: l’Istat fotografa la situazione

11/01/2017

L'Istat presenta per la prima volta i risultati del Censimento delle unità pubbliche e private che offrono servizi socio-educativi per la prima infanzia. L'indagine colma un rilevante vuoto informativo integrando le statistiche su questa tipologia di servizi con i dati relativi alla dotazione delle strutture sia nel settore pubblico sia nel settore privato.Nell'anno scolastico 2013/14 sono state censite sul territorio nazionale 13.459 unità che offrono servizi socio-educativi per la prima infanzia, il 35% è pubblico e il 65% privato. I posti disponibili, in tutto 360.314, coprono il 22,4% del potenziale bacino di utenza, ossia i bambini sotto i tre anni residenti in Italia.
Per i servizi socio-educativi rivolti alla prima infanzia i Comuni hanno impegnato nel 2013 circa 1 miliardo 559 milioni di euro: il 3% in meno rispetto all'anno precedente.
Pressoché invariata, fra il 2012 e il 2013, la cifra incassata dai Comuni per la compartecipazione alla spesa da parte delle famiglie che è pari a circa 310 milioni di euro. Nell'arco del decennio 2003-2013, la quota a carico delle famiglie aumenta dal 17,5% al 20% della spesa comunale complessiva per gli asili nido.
Le differenze territoriali nella quota di bambini presi in carico dai servizi pubblici o finanziati dal settore pubblico sono ancora forti. Al Centro-nord i posti censiti nelle strutture pubbliche e private coprono il 28,2% dei bambini sotto i 3 anni, mentre nel Mezzogiorno si hanno 11,5 posti per cento bambini residenti. Oltre il 17% dei bambini del Centro-nord è accolto in servizi comunali o finanziati dai Comuni. Nel Mezzogiorno è meno del 5%.
Notevoli anche le differenze nella spesa comunale in rapporto al potenziale bacino di utenza. Confrontando i Comuni capoluogo di Provincia, la spesa più alta si ha a Trento, con 3.560 euro per bambino residente, seguono Bologna con oltre 3.400 e Roma con quasi 2.950 euro pro-capite; sul versante opposto si trovano i Comuni di Reggio Calabria (31 euro per bambino), Vibo Valentia (57 euro), Catanzaro (67 euro).
“In Basilicata – dichiara Lina Bonomo, presidente regionale di Federsolidarietà-Confcooperative – l’indicatore di presa in carico degli utenti è tra i più bassi del Paese. Sono necessarie – aggiunge Bonomo - misure di sostegno alle famiglie per l’accesso agli asili nido e, ancora più urgenti, misure di sostegno per l’accessibilità dei bambini con disabilità anche relativamente alle scuole materne”.




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
17/10/2017 - Recupero petrolio fuoriuscito:'utilizzano solventi o disperdenti?'

Il Comitato Mediterraneo No Scorie (già Mediterraneo notriv) rappresentato dall’Avvocato Giovanna Bellizzi, l'associazione Briganti D'Italia in persona dell'Avv. Antonio Grazia Romano, l'Ing. Antonio Alberti e la Prof.ssa Albina Colella (Comitato Ambiente e Salute a Sud), ha...-->continua

17/10/2017 - Sanità: incontro a Lauria promosso dal Partito Democratico

Giovedi 19 ottobre alle ore 18.00 a Lauria si terrà l'incontro "Sostenibilità del sistema salute. Sanità tra ospedale e territorio: opportunità e aspettative alla luce del riordino del Servizio Sanitario Regionale della Basilicata" , presso la Saletta Convegni...-->continua

16/10/2017 - Giordano (Ugl) e Di Giuseppe (Ugl Comun.) incontrano i lavoratori di PI

“La nuova riorganizzazione attuata da Poste Italiane sta creando gravi disagi, ritardi, mancate consegne della corrispondenza e caos ai cittadini. Siamo spiacenti di dover comunicare e informare ancora una volta la cittadinanza di Matera e tutto il territorio ...-->continua

16/10/2017 - Noi con Salvini Basilicata contro la richiesta di rimborso a guardie mediche

Noi Con Salvini Basilicata denuncia la richiesta da parte della Regione Basilicata della restituzione delle indennità dei medici di guardia. La domanda nasce spontanea: la corresponsione delle indennità di rischio alle guardie mediche l’ha decisa la Regione B...-->continua

16/10/2017 - Giornate Innovazione: presentati i progetti per industria e ricerca

Si è tenuto questa mattina a Potenza, nella Sala Inguscio della Regione Basilicata, il quarto appuntamento delle "Giornate dell'Innovazione", serie di eventi organizzati per far conoscere quanto messo in campo per favorire l'innovazione tecnologica e la ricerc...-->continua

16/10/2017 - Molinari (Articolo uno-Mdp) su guardie mediche e richiesta Regione

Il responsabile organizzativo provinciale di Potenza di Articolo Uno-Mdp, Antonello Molinari, ha rilasciato la seguente dichiarazione:
“La decisione della Giunta Regionale di Basilicata di chiedere alle guardie mediche lucane la restituzione di presunte in...-->continua

16/10/2017 - Idv: Patrizia Gerardi nuova segretaria cittadina di Potenza

Patrizia Gerardi è la nuova segretaria cittadina di Potenza dell’Italia dei Valori.
L’elezione è avvenuta durante l’assemblea cittadina di IdV alla presenza del segretario regionale Angelo Rosella che ha illustrato ad iscritti e simpatizzanti le nuove line...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo