HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Asili nido e servizi per l’infanzia: l’Istat fotografa la situazione

11/01/2017

L'Istat presenta per la prima volta i risultati del Censimento delle unità pubbliche e private che offrono servizi socio-educativi per la prima infanzia. L'indagine colma un rilevante vuoto informativo integrando le statistiche su questa tipologia di servizi con i dati relativi alla dotazione delle strutture sia nel settore pubblico sia nel settore privato.Nell'anno scolastico 2013/14 sono state censite sul territorio nazionale 13.459 unità che offrono servizi socio-educativi per la prima infanzia, il 35% è pubblico e il 65% privato. I posti disponibili, in tutto 360.314, coprono il 22,4% del potenziale bacino di utenza, ossia i bambini sotto i tre anni residenti in Italia.
Per i servizi socio-educativi rivolti alla prima infanzia i Comuni hanno impegnato nel 2013 circa 1 miliardo 559 milioni di euro: il 3% in meno rispetto all'anno precedente.
Pressoché invariata, fra il 2012 e il 2013, la cifra incassata dai Comuni per la compartecipazione alla spesa da parte delle famiglie che è pari a circa 310 milioni di euro. Nell'arco del decennio 2003-2013, la quota a carico delle famiglie aumenta dal 17,5% al 20% della spesa comunale complessiva per gli asili nido.
Le differenze territoriali nella quota di bambini presi in carico dai servizi pubblici o finanziati dal settore pubblico sono ancora forti. Al Centro-nord i posti censiti nelle strutture pubbliche e private coprono il 28,2% dei bambini sotto i 3 anni, mentre nel Mezzogiorno si hanno 11,5 posti per cento bambini residenti. Oltre il 17% dei bambini del Centro-nord è accolto in servizi comunali o finanziati dai Comuni. Nel Mezzogiorno è meno del 5%.
Notevoli anche le differenze nella spesa comunale in rapporto al potenziale bacino di utenza. Confrontando i Comuni capoluogo di Provincia, la spesa più alta si ha a Trento, con 3.560 euro per bambino residente, seguono Bologna con oltre 3.400 e Roma con quasi 2.950 euro pro-capite; sul versante opposto si trovano i Comuni di Reggio Calabria (31 euro per bambino), Vibo Valentia (57 euro), Catanzaro (67 euro).
“In Basilicata – dichiara Lina Bonomo, presidente regionale di Federsolidarietà-Confcooperative – l’indicatore di presa in carico degli utenti è tra i più bassi del Paese. Sono necessarie – aggiunge Bonomo - misure di sostegno alle famiglie per l’accesso agli asili nido e, ancora più urgenti, misure di sostegno per l’accessibilità dei bambini con disabilità anche relativamente alle scuole materne”.




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
21/01/2017 - Antonio Pace su miglioramento sismico scuola Avigliano

Il nuovo anno è iniziato e, a riconferma del solito andazzo, gli impegni assunti dell’amministrazione comunale di Avigliano puntualmente vengono smentiti dai fatti: un Sindaco ed una giunta totalmente inadatta, che quasi nulla fa per la nostra comunità e quando si trova a fa...-->continua

21/01/2017 - Siamo la generazione tradita da De Luca

Quando in una notte di giugno, il centro destra per la prima volta nella sua storia, vinse le elezioni, avemmo il sentore che qualcosa stava cambiando. A Distanza di due anni da quella notte, abbiamo la certezza che il cambiamento è stato in peggio.

U...-->continua

21/01/2017 - Gioventù Nazionale Potenza: Siamo la generazione tradita da De Luca

Quando in una notte di giugno, il centro destra per la prima volta nella sua storia, vinse le elezioni, avemmo il sentore che qualcosa stava cambiando. A Distanza di due anni da quella notte, abbiamo la certezza che il cambiamento è stato in peggio.

U...-->continua

20/01/2017 - Latronico (Cor) su Governo e Mezzogiorno

“La Camera dei Deputati sta esaminando un decreto del Governo di fine dicembre che richiama almeno nel titolo interventi urgenti per la coesione sociale e territoriale nel Mezzogiorno. Un Mezzogiorno piegato ed impoverito dalla crisi che dal 2007 ha visto inde...-->continua

20/01/2017 - Perrino M5s:puzza di uova marce a Trivellopoli

Le immagini dello scorso 14 dicembre provenienti da Viggiano, che raffiguravano una densa colonna di fumo nero innalzarsi dai camini del Centro Oli ENI, riproposero nuovamente il problema dell’impatto ambientale dell’impianto sulla popolazione e il territorio ...-->continua

20/01/2017 - Ugl scuola:“Dirigenti scolastici,impegni e responsabilità,ma quale stipendio?”

“Il preside sceriffo non esiste più. I suoi tanto discussi poteri di scelta tramite chiamata diretta (già ampiamente ridotti con la cosiddetta chiamata per curriculum) sono stati sconfessati dal nuovo accordo per la mobilità dei docenti. Cosa resta? Figure sov...-->continua

20/01/2017 - Bolognetti: l'inglese per tutti, il petrolio per pochi

Facite ammuina! Lunedì 23 gennaio, Sua Grazia Serenissima, l'ambasciatore britannico in Italia, visiterà la colonia lucana.
A darne notizia, con uno stile e una sobrietà che ricordano un po' il carnevale di Rio e un po' la lettera di Troisi e Benigni a Sa...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Il sistema di accoglienza è una bomba. La miccia chi ce l'ha?
di Mariapaola Vergallito

Quello che è accaduto e che, anzi, sta accadendo da tempo a Chiaromonte, un paese che ha dimostrato di saper accogliere i migranti che, a loro volta, hanno dimostrato di poter convivere con le comunità , è un serio campanello d’allarme, non il primo, rimasto fino ad ora inascoltato dalle istituzioni, Prefettura in primis. Lo denunciano, da mesi, gli amministratori e lo segnalano i cittadini, sulla cui testa, spesso, pende la spada delle decisioni non concertate. Perché? Perché “siamo in emergenza”. Nel caso di una protesta a Chiaromonte si è verificato anche il ferimento, per fortuna di lieve entità, di uno dei ragazzi coinvolti nella lite. E’ stato subito allertato il 118 ma, in quei concitati momenti, era disponibile solo un’ambulanza proveniente da...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo