HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Neve: UIL FPL vicinanza a tutti gli Infermieri e i Medici pronto soccorso

11/01/2017

La Segreteria Regionale UIL FPL intende ringraziare e far sentire la propria vicinanza a tutti gli Infermieri e i Medici delle postazioni territoriali di soccorso e della centrale operativa e soprattutto agli Autisti delle ambulanze che hanno sopperito alle carenze del sistema (piano neve) per un unico scopo, ovvero essere vicini alla cittadinanza, avendo a cuore innanzitutto la salute della comunità.
Gli operatori del “118” hanno sostenuto, per molte ore, il peso di un'emergenza annunciata soprattutto nella provincia di Matera. La sicurezza di chi presta assistenza sanitaria è uno dei principi fondamentali su cui si basa l'organizzazione di un servizio di tutela della salute del cittadino. Il personale in servizio sulle ambulanze ha messo a serio rischio la propria incolumità raggiungendo le abitazioni più isolate per prestare i soccorsi, in un momento per giunta "caldo", come quello dell’epidemia influenzale, ed insieme ai colleghi della Centrale Operativa del 118, che hanno fronteggiato una intensa attività di gestione dei soccorsi e non solo, hanno reso un servizio impeccabile nonostante lo scarsissimo sostegno delle istituzioni. Non è sufficiente dichiarare agibili le grandi arterie stradali quando contemporaneamente deve essere in piena attività un servizio di emergenza che è capillare sul territorio. In questi giorni i Medici, gli Infermieri e gli Autisti del 118 e dei PSA hanno lavorato con grande responsabilità, andando, per esempio, ben oltre il previsto orario di lavoro per garantire la continuità dell'assistenza lì dove i colleghi hanno avuto difficoltà a raggiungere le sedi per il cambio turno.
È necessario programmare con tutte le parti in causa un servizio di assistenza in caso di calamità senza attendere la prossima emergenza (tra l’altro già annunciata per i prossimi giorni), per evitare altri disagi, perché il rischio, in un clima esasperato, è che si alimentino tensioni fra utenza e operatori laddove i soccorsi arrivino in ritardo per cause di forza maggiore.
Un ringraziamento particolare va a tutti gli Infermieri e i Medici della centrale operativa 118 di Basilicata, che hanno fatto sentire la loro presenza, ai colleghi delle ambulanze, anche in situazioni pesanti e particolarmente frustanti, “Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare” (Seneca)».




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
26/04/2018 - Amministrazione di Francavilla in Sinni in risposta a nota Pd

Apprendiamo con grande stupore da un comunicato del PD di Francavilla ( o di quei pochi che scrivono in nome e per conto di esso non capendo a quale titolo avendo addirittura votato alle ultime politiche Movimento Cinque Stelle!!!) che il commercio e il piccolo artigianato n...-->continua

26/04/2018 - Pisticci. Assessore De Angelis su Zone Economiche Speciali

Ormai nel nostro mondo quotidiano viviamo di acronimi e di sigle, che tutto dovrebbero spiegare, ma che, in realtà, alla maggior parte dei cittadini non dicono niente, o quasi. Dopo gli ultimi positivi accadimenti, proviamo a tracciare una linea e ripartire da...-->continua

26/04/2018 - Senatore Pepe (Lega) domani a Policoro per convegno su 'Bolkestein'

“Le concessioni balneari sono beni e non servizi’’. Basta con un’«Europa matrigna». Matteo Salvini a Rimini nel febbraio 2018 disse: la direttiva Bolkestein é "infame", "per noi non esiste". "L'impegno del governo Salvini sarà andare a Bruxelles e ricontrattar...-->continua

25/04/2018 - Monitoraggio: l’arma spuntata di Pittella, una commissione d’ indagine

Pittella non si è mai speso per rendere efficiente il sistema di monitoraggio e, oggi, fa finta di interessarsene. Quindi, quale migliore strumento per procrastinare la ricerca di responsabilità di una bella ed inutile commissione d’inchiesta?

Quando ...-->continua

25/04/2018 - Festa della Liberazione, il messaggio di Patriciello

“Il 25 aprile è una giornata di festa che appartiene a tutti gli italiani che tengono alla libertà. Una giornata di ricordo, certo, ma anche e soprattutto di impegno per il presente e per il futuro: l'emblema e la presa di coscienza dei valori fondanti della n...-->continua

24/04/2018 - PD Francavilla: il Commercio è morto

Gli ultimi anni in Italia, ma in particolare al Sud sono stati di crisi profonda, la realtà commerciale ed artigianale di Francavilla non ne è stata immune, anzi. Se prima la collocazione geografica ci avvantaggiava affidandoci il ruolo di “centro commerciale ...-->continua

24/04/2018 - G.Rosa su risparmio medicinali

Quanti soldi si potrebbero risparmiare facendo gare d’appalto a livello regionale per i farmaci? Molti. Ma per il centrosinistra i tagli alla spesa pubblica sono solo quelli che incidono sui diritti dei cittadini.

Il 20 dicembre 2017 abbiamo interroga...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo