HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Neve: UIL FPL vicinanza a tutti gli Infermieri e i Medici pronto soccorso

11/01/2017

La Segreteria Regionale UIL FPL intende ringraziare e far sentire la propria vicinanza a tutti gli Infermieri e i Medici delle postazioni territoriali di soccorso e della centrale operativa e soprattutto agli Autisti delle ambulanze che hanno sopperito alle carenze del sistema (piano neve) per un unico scopo, ovvero essere vicini alla cittadinanza, avendo a cuore innanzitutto la salute della comunità.
Gli operatori del “118” hanno sostenuto, per molte ore, il peso di un'emergenza annunciata soprattutto nella provincia di Matera. La sicurezza di chi presta assistenza sanitaria è uno dei principi fondamentali su cui si basa l'organizzazione di un servizio di tutela della salute del cittadino. Il personale in servizio sulle ambulanze ha messo a serio rischio la propria incolumità raggiungendo le abitazioni più isolate per prestare i soccorsi, in un momento per giunta "caldo", come quello dell’epidemia influenzale, ed insieme ai colleghi della Centrale Operativa del 118, che hanno fronteggiato una intensa attività di gestione dei soccorsi e non solo, hanno reso un servizio impeccabile nonostante lo scarsissimo sostegno delle istituzioni. Non è sufficiente dichiarare agibili le grandi arterie stradali quando contemporaneamente deve essere in piena attività un servizio di emergenza che è capillare sul territorio. In questi giorni i Medici, gli Infermieri e gli Autisti del 118 e dei PSA hanno lavorato con grande responsabilità, andando, per esempio, ben oltre il previsto orario di lavoro per garantire la continuità dell'assistenza lì dove i colleghi hanno avuto difficoltà a raggiungere le sedi per il cambio turno.
È necessario programmare con tutte le parti in causa un servizio di assistenza in caso di calamità senza attendere la prossima emergenza (tra l’altro già annunciata per i prossimi giorni), per evitare altri disagi, perché il rischio, in un clima esasperato, è che si alimentino tensioni fra utenza e operatori laddove i soccorsi arrivino in ritardo per cause di forza maggiore.
Un ringraziamento particolare va a tutti gli Infermieri e i Medici della centrale operativa 118 di Basilicata, che hanno fatto sentire la loro presenza, ai colleghi delle ambulanze, anche in situazioni pesanti e particolarmente frustanti, “Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare” (Seneca)».




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
24/06/2018 - Iallorenzi:i cittadini di Satriano sono un bancomat elettorale

I Cittadini di Satriano sono diventati un bancomat per la giunta che amministra il paese. Lo dico dal 2013, le scelte in materia finanziaria e contributiva su alcuni ambiti quali, Rifiuti e servizi a domanda semplice, hanno tassato i cittadini di Satriano piu’ di quanto acca...-->continua

23/06/2018 - I lavori del consiglio comunale di Pisticci

Il Consiglio Comunale di Pisticci si è riunito a Marconia per una seduta ordinaria incentrata su ben nove punti all’ordine del giorno: la massima assise cittadina si è aperta con un minuto di silenzio per la prematura scomparsa di un giovane pisticcese, travol...-->continua

23/06/2018 - Il parco risponde all’ennesimo attacco di Legambiente

“L’attenzione riservata da Legambiente Basilicata, e dal responsabile delle aree protette, al Parco Nazionale dell’Appennino Lucano è giunta ormai ai livelli della insostenibilità, sia per le falsità con le quali si riempiono giornali e dossier (nei quali l’as...-->continua

22/06/2018 - L’Ordine dei Giornalisti della Basilicata su scomparsa di Leonardo Sacco

La scomparsa di Leonardo Sacco lascia un vuoto enorme nel mondo della cultura in Basilicata.
Studioso, giornalista, ma soprattutto memoria storica e coscienza critica di Matera, della Basilicata, del Mezzogiorno d’Italia, Sacco è stato un grande testimone ...-->continua

22/06/2018 - Comitato Metasiris: parte anche la raccolta firme su Change.org

“Ciò che è emerso dalla risposta della Rai al Consigliere Regionale Gianni Leggieri è una verità che da tempo stiamo evidenziando. Tante persone, senza ragione ma per voci non fondate e non sancite da alcun atto formale, davano per scontato il Capodanno a Veno...-->continua

22/06/2018 - Psr: due milioni di euro ai Comuni, firmati i decreti della misura 7.4

“Si parte con l’attuazione delle 21 progettualità finanziabili con le risorse appostate relative ai servizi nei comuni. Firmati oggi i decreti di concessione della Misura 7.4 del Psr Basilicata 2014-2020”.
Lo comunica l’assessore regionale alle Politiche a...-->continua

22/06/2018 - ‘La Provincia di Potenza non dimentichi la periferia dell'impero’

E' la storia di sempre che si ripete. Più lontani si è dal sole e meno ci si conta. E la Provincia di Potenza e suoi comuni di competenza non sfuggono a questa ferrea legge del "sole che scalda chi è più vicino".
Se poi mettiamo che Terranova del Pollino è...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo