HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Coppa . Bernalda - Feldi Eboli 5-6. I rossoblu accarezzano la grande impresa

7/11/2019



Una partita avvincente ed equilibrata in un PalaCampagna ribollente di entusiasmo e sold out per una gara storica contro la Feldi Eboli, compagine di massima serie e ricca di nazionali. Il Bernalda è andato vicino alla grande impresa giocando alla pari con una compagine di due categorie superiore e spinta dalla “bolgia” del PalaCampagna. Un match con una girandola di emozioni sconsigliata ai deboli di cuore: tantissime le occasioni da rete per un incontro che si è dipanato su continui botta e risposta a suon di gol tra le due compagini. La sconfitta dei ragazzi di Volpini per 5-6, incassata per due sfortunate autoreti, dimostra ancora una volta la bontà dell’organico e le ambizioni di una squadra che oggi più che mai ambisce al primato.



Cronaca. Primi minuti appannaggio degli ospiti che al 2’ passano in vantaggio con Boaventura. La Feldi Eboli pressa alto ma il Bernalda con il passare dei minuti anche grazie all’avanzamento del portiere Boschiggia da quinto di movimento riesce ad uscire dalla morsa campana. Al 7’ Fusco in pressione recupera palla e viene atterrato in area da un avversario e l’arbitro decreta il penalty. Dal dischetto Gallitelli non sbaglia per 1-1. Il Bernalda sulle ali dell’entusiasmo ribalta il risultato: al 8’ calcio di punizione di seconda con staffilata di Bocca che insacca il 2-1. La Feldi reagisce e sfiora il pari: Tres per Ercolessi che calcia a botta sicura ma Boschiggia è strepitoso ad evitare la capitolazione. E’ il preludio al pari degli ospiti che arriva al 13’: Boschiggia atterra un avversario e il direttore di gara assegna il rigore: Boaventura dal dischetto realizza il 2-2. Il Bernalda tenta la sortita in ripartenza: Lion ribatte una conclusione di Bidinotti. Al 16’ lo stesso Lion tenta la battuta a rete dalla lunga distanza, Boschiggia respinge e agevola la ripartenza rossoblu con Gallitelli per l’indisturbato Bidinotti che insacca il 3-2. Al 18’ la Feldi pericolosa: Poletto si fa murare da Boschiggia. Il portiere bernaldese si ripete poco dopo su Bugatini. Sul suono della sirena Bidinotti impegna ancora Lion. Le squadre vanno al riposo con il Bernalda in vantaggio per 3-2.



Ad inizio ripresa la Feldi agguanta il pari: al 3’ splendida girata mancina di Bagatini è utile per il 3-3. Il Bernalda reagisce con la rasoiata di Gallitelli respinta da Lion. Al 4’ i campani ribaltano la situazione con una rapida ripartenza e il tocco sotto misura di Tres per il 3-4. La Feldi insiste: Mancha chiama all’intervento Boschiggia. Al 9’ il portiere bernaldese è ancora decisivo su Mancha. I rossoblu reagiscono con Botta: Lion respinge. I campani vanno vicini alla quinta rete in un paio di circostanze ma Boschiggia è superlativo. Al 10’ ci pensa la stoccata di Grossi a fare esplodere il PalaCampagna griffando il 4-4. Il Bernalda vola e al culmine di una rapida trama di gioco al 11’ libera al tiro l’indisturbato Bocca che fredda Lion per il 5-4. Gli ospiti compiono il massimo sforzo ma prestano il fianco alle ripartenze bernaldesi: la partita diventa spettacolare con occasioni per entrambe le squadre. Al 15’ l’Eboli agguanta il pari: Bocca è protagonista di una sfortunata carambola con la palla che si insacca nella propria porta per il 5-5. Al 17’ i campani ribaltano nuovamente il risultato tiro di Tres deviato da Grossi per il 5-6. Il Bernalda tenta l’assalto finale avanzando Boschiggia da quinto di movimento ma è tutto inutile. Vince la Feldi, il Bernalda però esce dal PalaCampagna tra i meritati applausi.



BERNALDA FUTSAL: 3 Bidinotti, 6 Quinto, 7 Bocca, 8 Murò, 9 Gallitelli 10 Laurenzana, 11 Grossi, 12 D’Amelio, 13 Caetano, 14 Piliero, 22 Fusco, 31 Boschiggia. All. Volpini



FELDI EBOLI: 2 Laion, 4 Romano, 10 Arrieta, 11 Tres, 12 Fiuza, 13 Saponara, 14 Bagatini, 15 Poletto, 22 Ercolessi, 24 Caponigro, 70 Boaventura, 92 Mancha. All. Cipolla



Ammoniti: Gallitelli (B), Arietta (E)



Arbitri: 1^ Marco Villanova di Bari, 2^ Impedovo di Bari, cronometrista D’Alessandro di Policoro



Marcatori: 2’ p.t. Boaventura (E), 7’ p.t. (rig.) Gallitelli (B), 8’ p.t. Bocca (B), 13’ p.t. (rig.) Boaventura, 16’ p.t. Bidinotti (B), 3’ s.t. Bagatini (E), 4’ s.t. Tres (E), 10’ s.t. Grossi (B) , 11’ s.t. Bocca (B), 15’ s.t. (aut.) Bocca (E), 17’ s.t. (aut.) Grossi (E)



Ufficio stampa Bernalda Futsal



ALTRE NEWS

CRONACA

16/11/2019 - Castelluccio Inf.: da Berlino le prime storiche foto della Olla
16/11/2019 - In Basilicata allerta gialla, da domani ancora rovesci e temporali
16/11/2019 - Lavello: sorpreso nel bagno di un bar a cedere cocaina ad una ragazza
16/11/2019 - Latronico: asilo nido gratuito e report lavori pubblici per oltre 2 milioni

SPORT

16/11/2019 - Serie C: il Picerno in trasferta contro il Rende
15/11/2019 - Serie D/H: il Francavilla non teme il Taranto
15/11/2019 - Futsal: la Svamoda San Gerardo attende la temibile Sipremix Limatola
15/11/2019 - L’Olimpia Basket Matera cerca col Ruvo il primo colpo esterno stagionale

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    



NEWS BREVI

16/11/2019 Viggiano: sospensione idrica

Per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 23:00 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina, salvo imprevisti.

16/11/2019 San Fele: sospensione idrica

Per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 17:00 di oggi alle ore 07:30 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Palazzuolo, Grillo, Fondone, Boschetto e zone limitrofe.

16/11/2019 Filiano: interruzione idrica

Per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile in contrada Sterpito e nelle zone limitrofe resterà sospesa fino al recupero del livello dei serbatoi.

EDITORIALE

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo