HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

New Taranto - Bernalda Futsal: 2-7. I ragazzi di Do Amaral allungano nel finale

12/01/2019



Più difficile di quanto non dica il risultato, gli uomini di Do Amaral vincono 7-2 sull'ostico terreno del PalaCurtivecchi di Montemesola contro un pugnace Taranto. Il Bernalda cinico e pratico è emerso alla distanza colpendo nei momenti topici del match bello e dai contenuti agonistici accesi. Una “prova del nove” importante per Gallitelli e compagni anche sotto il profilo del temperamento contro i pugliesi, autentica bestia nera del Bernalda in questa stagione, almeno fino alla gara odierna. In evidenza nelle fila lucane Bidinotti (autore di una doppietta) e Caetano (tripletta). Quinta vittoria consecutiva per il team lucano che può guardare con moderato ottimismo al prosieguo del torneo.

Cronaca. Il tecnico rossoblu Do Amaral si presenta il quintetto bernaldese con: Del Ferraro, Caetano, Bidinotti, Fusco e Murò. Dall'altra parte il Taranto con: Bianco, Lacarbonara, Loconte, Bottiglione, Teodoro. Il Taranto approccia bene al match: nei primi secondi di gara Teodoro con un fendente sfiora il palo, mentre al 3' gli ionici passano in vantaggio con Lacarbonara (su scarico di Bottiglione). Con il passare dei minuti il Bernalda conquista campo: al 9' i lucani acciuffano il pari al culmine di una bella azione corale con Bueno che pesca Caetano lesto al tap-in vincente. Al 15' doppia opportunità per il Bernalda: staffilata di Fusco respinta del portiere Bianco, sulla palla arriva Bidinotti che in rovesciata chiama alla deviazione in angolo l'estremo tarantino. Sull'azione susseguente gli ospiti vicini al gol con Caetano, il suo destro viene respinto sulla linea da Lingesso. Al 17' il Bernalda raddoppia: Caetano serve con il contagiri Bidinotti, la sua conclusione si insacca nel sette. Pochi istanti più tardi in ripartenza Bidinotti allarga per Caetano che scarica prontamente sul secondo palo a Bueno, l'argentino coglie il palo a pochi passi dalla porta. Al 18' si rivede il Taranto: Lingesso tenta il colpo si tacco davanti a Del Ferraro che è attento e blocca. Al 15'' dal suono della sirena Taranto sfrutta una disattenzione difensiva bernaldese con Bottiglione che in mezza girata griffa il 2-2 risultato con il quale termina la prima frazione.

Nella ripresa approccia bene il Bernalda: al 2' doppio intervento di Bianco sui tiri di Bidinotti e Gallitelli. Risponde un minuto dopo Lacarbonara che impegna Del Ferraro. Al 5' punizione di Caetano, Bianco respinge, riprende ancora il brasiliano che calcia oltre la traversa. Passano una manciata di secondi per il nuovo vantaggio lucano: Gallitelli lancia in banda Bidinotti il suo diagonale si insacca sul primo palo. Un minuto più tardi, invece, Gallitelli (tutto solo davanti alla porta) si fa murare dallo strepitoso Bianco. Non si lascia attendere la reazione di Taranto: al 8' Bottiglione chiama all'intervento Del Ferraro. Un minuto dopo il portiere bernaldese è costretto ad altri due interventi su Teodoro e lo stesso Bottiglione. La gara è bella e intensa con rapidi capovolgimenti di fronte e occasioni da rete per entrambe le squadre. Al 13' il Taranto resta in inferiorità numerica per l'espulsione per doppia ammonizione (la seconda per proteste) di Lingesso. Gli ionici raggiungono anche il bonus dei 5 falli. Al 14' l'estremo tarantino Bianco respinge il destro teso di Bidinotti ma nulla può un minuto più tardi sulla conclusione ravvicinata di Fusco (servito da Caetano) che frutta la quarta rete bernaldese. Il tecnico Reale si gioca la carta del quinto di movimento (Loconte) ma sono gli ospiti a sfiorare la quinta rete sul rinvio lungo di Del Ferraro che lambisce il palo. Al 16' il Bernalda, a seguito del sesto fallo tarantino, guadagna un libero. Dal dischetto bomber Gallitelli non sbaglia per il 5-2 lucano. Al 17' i ragazzi di Do Amaral scrivono i titoli di coda sul match in ripartenza: Bidinotti per Caetano che con un colpo da biliardo insacca coadiuvato dal palo per la sesta rete bernaldese. Non demorde Taranto che coglie due legni con Loconte quando non è il palo ad opporsi ai pugliesi c'è comunque il portiere Del Ferraro a metterci una mano. Il Bernalda è più cinico rispetto ai padroni di casa: al 19' Bueno scarica all'indisturbato Caetano che infila il settimo gol ospite griffando la personale tripletta. Quasi sul suono della sirena Lemma di testa coglie il palo della porta tarantina. Finisce 7-2 per il Bernalda.

TABELLINO

NEW TARANTO: Bianco, Lacarbonara, Loconte, Mero, Lingesso, Sessa, Bottiglione, Bianco, Boccadamo, Susco, Teodoro, De Risi. All. Reale

BERNALDA FUTSAL: Del Ferraro Bidinotti, Lemma, Caetano, Quinto, Lecluerq, Murò, Gallitelli, Grossi, D'Amelio, Bueno, Fusco. All. Do Amaral

Arbitri: 1^ Dalla Costa di Schio, 2^ Barracane di Treviso, cronometrista Lacalamita di Bari

Ammoniti: Bottiglione, Lacarbonara per il Taranto; Gallitelli per il Bernalda;

Espulso: 13' s.t. Lingesso per doppia ammonizione

Marcatori: 3' p.t. Lacarbonara (T), 9' p.t. Caetano (B), 17' p.t. Bidinotti (T), 19'45'' Bottiglione (T), 5' s.t. Bidinotti (B), 14' s.t. Fusco (B), 16' s.t. (tiro libero) Gallitelli (B); 17' e 19' s.t. Caetano (B)


ALTRE NEWS

CRONACA

17/09/2019 - Matera, controlli straordinari carabinieri. Due persone Denunciate
17/09/2019 - Senise: il Consorzio di Bonifica sigilla le bocchette per l’irrigazione
17/09/2019 - San Giorgio Lucano: furti e vandalismi nelle campagne
16/09/2019 - Potenza, si è riunito il Tavolo Regionale Anticaporalato

SPORT

17/09/2019 - Mondiali seniores di bowling: il potentino Petracca arriva 27°
15/09/2019 - Il Potenza espugna il campo del Bisceglie con un secco 3-0
15/09/2019 - Primo squillo del Castelluccio che batte il Senise per 5-2
15/09/2019 - La Pielle Matera al Mennea Day

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    



NEWS BREVI

17/09/2019 Sant'Arcangelo:un arresto per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti

A Sant’Arcangelo un uomo è stato arrestato dai Carabinieri, perchè all'interno della sua abitazione, in seguito ad una perquisizione, è stata rinvenuta sostanza stupefacente. L'uomo coltivava cannabis sul terrazzo di casa e deteneva la marijuana ai fini di spaccio.
In particolare i carabinieri hanno rinvenuto anche un bilancino di precisione ed alcune banconote, provento molto probabilmente dalla vendita della droga. L'uomo è accusato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti.

17/09/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 17 in Basilicata

Tursi, Montalbano Jonico: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.

Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 16:00 di oggi alle ore 08:00 di domani, salvo imprevisti, nelle contrade Zaparone, Bussi, Santa Maria Indorada

Montemurro: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 19:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Saliero, Foresta, Servigliano, Sorgia, Santissimo, Migliarino, Cifalupo, Madonna delle Grazie, Castelluccio, Le Piane, Buttacarro, Romantica e zone limitrofe.

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, è in corso la sospensione dell'erogazione dell'acqua potabile in via Torino e zone limitrofe. Il ripristino è previsto la termine dei lavori.

Nova Siri: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in vico I Gramsci resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

16/09/2019 Sospensione idrica a Matera

Matera: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile al borgo Picciano A sarà sospesa dalle ore 08:00 alle ore 16:00 di oggi, salvo imprevisti.

EDITORIALE

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo