HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

Torna il Pollino Music Festival, alla sua 26esima edizione

1/07/2022

Torna il 29 e 30 luglio 2022 il Pollino Music Festival, da 26 anni nel cuore del Parco Nazionale del Pollino: performance inedite e live set esclusivi che iniziano al tramonto immersi nella splendida location, inaugurata lo scorso anno, del Giardino di Mulino Iannarelli, a San Severino Lucano (Potenza).

Anche nel 2022 il festival ospita Open Sound, il format che, dopo quattro anni dal suo esordio nel programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, continua a creare e mettere in scena produzioni originali basate sul dialogo tra musica contemporanea e suoni appartenenti ai rituali della tradizione.

Dub Fx & Paolo Baldini DubFiles, Alioscia aka BBDai (Casino Royale), Max Casacci, go-Dratta, Robert Bisha, tra gli artisti che suoneranno presso il Mulino Iannarelli, incastonato tra la cornice dei monti del Parco Nazionale del Pollino - l’area protetta più estesa d’Italia - e adagiato nell’alta valle del Frido, sulla confluenza dei due fiumi Salice e Frido.

Una venue molto suggestiva, a capienza limitata, che offre la possibilità di partecipare ad una cena di comunità e di vivere un’esperienza intima a stretto contatto con gli artisti e con la natura, da sempre protagonista indiscussa, insieme alle performance e alle sonorità contemporanee, del Pollino Music Festival.



GLI ARTISTI IN CARTELLONE



Venerdì 29 luglio l’area concerti apre alle 18.30 con il primo live set alle 19.30 a cura di Radio Lausberg formazione folk, etnico-popolare del territorio del Pollino che ha collaborato a più riprese con “Erriquez” della Bandabardò e calcato palchi importanti come il Pistoia Blues, Musicultura, Casa Sanremo, Collisioni, suonando sia in Italia che all'estero (Svizzera e Canada) e che presenta rivisitazioni dei brani della tradizione musicale dell'Area Lausberg che comprende i dialetti a cavallo tra Basilicata e Calabria.
Si prosegue con due autentici fuoriclasse della dub music ovvero Dub Fx, performer e producer australiano di fama internazionale, e Paolo Baldini Dubfiles uno dei produttori di punta del panorama italiano ed europeo. I due si incontreranno in una delle rare tappe italiane del tour mondiale di Dub Fx per presentare dal vivo un progetto speciale accompagnato da materiale discografico inedito: una collaborazione iniziata, quasi casualmente, nel 2013 e proseguita fino ad oggi quando nasce la suggestione di condividere anche il palco, immaginando uno show esclusivo che li vedrà sia alternarsi che interagire.
A seguire, fino alle 00.30, Alioscia aka BBDai (Casino Royale) tra musica d'ascolto, groove ricercati e sospesi, segni etnici e percorsi metropolitani disegna uno scenario circolare tra l'ieri, l'oggi e il domani.

Sabato 30 luglio si entra ancora più nel vivo del dialogo tra musica contemporanea e musica della tradizione con le due performance OSA 2.2 targate Open Sound. La prima, in scena alle 19.30, è curata dal Prof. Nicola Scaldaferri ed ha come protagonista il pianista e polistrumentista albanese Robert Bisha insieme al Gruppo vocale tradizionale arbëresh Lule sheshi di San Costantino Albanese (PZ): 8 voci femminili per un nucleo di ragazze tra i 15 e 16 anni, affiancate da persone più adulte, eredi dell’antica polifonia arbëreshe, portata in Italia dai profughi albanesi nel XV secolo, e conservata nei piccoli centri dell’Italia meridionale. A seguire go-Dratta, musicista e producer innovativo che unisce l’uso degli strumenti organici all’elettronica, trasportando gli ascoltatori più esigenti in percorsi musicali mai esplorati, incontra i musicisti lucani Alberico Larato e Rino Locantore per una nuova tappa del percorso di co-creazione che li ha visti già performare nelle "Open Sound Sessions" di Matera, Milano, Hong Kong, Dubai, Bari, Potenza, dal 2019 ad oggi.
La serata prosegue con Max Casacci (Subsonica) che presenta dal vivo la sua opera sonora “Earthphonia” (Sugar Music/Universal Music Italia), realizzata esclusivamente con suoni degli ecosistemi che regolano il nostro pianeta. Un lavoro in cui la musica è in prima linea nella battaglia per l’ambiente, per un’esperienza intensa e vibrante, realizzata senza strumenti musicali, attraverso campionamenti e trattamento digitale di rumori e di ambienti sonori naturali.
A chiudere il festival, fino alle 00.30, “Road to OSA” di Alioscia aka BBDai che racconta tra musica e parole della genesi di “OSA” -progetto del format Open Sound- di cui Alioscia Bisceglia cura la supervisione artistica. Il viaggio parte dall’Open Sound Library, repertorio open source in cui sono stati raccolti e catalogati campionamenti di suoni della tradizione lucana, per prosegue attraverso ricerca, scoperta e costruzione, fra sperimentazione, elettronica, strumenti tradizionali e interazione con i musicisti del territorio. Così, nella doppia veste di dj selecter e Ambassador del progetto, Alioscia racconta la strada che ha portato alle composizioni e performance inedite nate da questo percorso tra il il 2019 e il 2021.




archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
24/09/2022 - A Senise ''Concerto a Due'' con Massimo Scattolin e Paolo Tagliamento

Una tappa lucana a Senise, quella in programma il 27 settembre alle ore 19.00 nella suggestiva cornice del Complesso di San Francesco, dove il Comune di Senise, in collaborazione con la prestigiosa Associazione "I Sassi, Matera 2019", offrirà al pubblico un’esibizione dall’i...-->continua

24/09/2022 - Rotonda: due secondi posti per Chicky

Ad una settimana dai successi di Modica, gli amici a 4 zampe del rotondese Giovanni di Sanzo sono tornati protagonisti a Grosseto dove è andato in scena un raduno nazionale ed internazionale.
Giovanni è stato presente con Chicky, la sua lagotta che, ieri e...-->continua

24/09/2022 - Friday for future: gli studenti manifestano per il clima

Sappiamo quanto, oggi giorno, la questione climatica sia al centro del dibattito pubblico ed a chi sta più a cuore dei giovani?
Noi che siamo i protagonisti del nostro futuro e, per questo, abbiamo grandi prospettive che non vogliono certo essere deluse. ...-->continua

24/09/2022 - Alla Corte di Guidone: a Brindisi Montagna, un viaggio nel passato che dura da ventiquattro anni

Tornano le Giornate Medioevali di Brindisi Montagna: Dopo due anni di difficoltà per il settore turistico e degli spettacoli dal vivo, le antiche origini toccheranno il presente della nostra storia con il ritorno del format originale per la XXIV ed. Nel 2021 l...-->continua

E NEWS











WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo