HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

CaI Melfi: 'Quando camminare fa rima con scoperta e natura'

21/04/2022

Prende sempre più piede, a Melfi ed in tutto il territorio del Vulture, il camminare lento che è tipico degli escursionisti ma che trova nella sede Cai di Melfi un punto di riferimento forte e necessario, in considerazione delle tantissime iniziative che riescono a mettere in cantiere. Una attività che irradia il suo impegno sul territorio, e che sta coinvolgendo sempre più persone, adulti e famiglie ma anche molti giovani, allettati dal camminare insieme, conoscendo e condividendo la scoperta e la natura. Il tutto confermato anche dall’appuntamento concretizzato con una folta partecipazione nella scorsa pasquetta, con l’iniziativa “Antiche vie romane e masserie”, un percorso di 15,5 km nella zona che è andato alla scoperta di una serie di masserie fortificate, ville romane e grotte presenti nell’area che ha nello stabilimento Stellantis il suo culmine tecnologico e produttivo, ma che ha permesso a tanti di poter fare un interessantissimo tuffo nel passato, in una vita diversa, fortemente agricola ma che è stata anche in grado di trasferirci una serie di resti storici e vestigia di gran pregio, come confermato in questo tour, che il Cai di Melfi ha realizzato in collaborazione con l’Archeoclub. Una scoperta, il cosiddetto “basso melfese” che ha tanto di moderno, come appunto il polo automotive di San Nicola di Melfi, ma che è immerso in una natura rigogliosa che, di tanto in tanto, permette di incontrare ed anche scoprire, per i più, antichi siti che sono un ponte fantastico tra quel periodo ed il nostro, per un tuffo tra passato glorioso e presente, ed un occhio al futuro, se questi siti saranno poi recuperati e valorizzati, in un percorso specifico delle masserie, come fatto dal Cai di Melfi, tra Mendolecchia e Leonessa, con quest’ultima che è e resta un attivo borgo, Frazione di Melfi, ma con un suo essere ed un produttivo ed abitativo insediamento per tanti, che li vivono, lavorano, amano la terra e creano le occasioni di crescita anche per i figli di varie famiglie che sono nella zona. Masserie fortificate, con alcune di tipica ispirazione federiciana, altre romane con all’interno resti di pavimenti di pregio o con strutture ancora intatte e già presenti in pubblicazioni degli anni 30 del 900, per giungere anche alle Grotte del Gambino, dove vi è una villa romana visibile ma mai scavata per riportarla alla luce in maniera completa e transitare per Camarda Vecchia, parte terminale di un tratturo che arriva dalla vicina Irpinia e che si interseca, come illustrato durante l’escursione, col famoso “Tratturo Regio” che da Melfi arriva fino a Castellaneta, in Puglia, utilizzato come stazione di posta, ristoro per chi vi transitava, riparo per le greggi che si spostavano per la transumanza, già a partire dal 3° secolo A.C. e, tutt’intorno, resti di altri insediamenti, neolitici, romani, successivi, con alcune strutture in totale abbandono ma che, con l’escursionismo e la passione di tanti per il camminare lento nella natura ed il loro andare a caccia di storia e reperti di un tempo andato, possono essere riscoperti, recuperati ed anche valorizzati, creando un attrattivo turismo, tra ieri e oggi, grazie al camminare insieme del Cai.
Antonio Baldinetti



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
24/09/2022 - A Senise ''Concerto a Due'' con Massimo Scattolin e Paolo Tagliamento

Una tappa lucana a Senise, quella in programma il 27 settembre alle ore 19.00 nella suggestiva cornice del Complesso di San Francesco, dove il Comune di Senise, in collaborazione con la prestigiosa Associazione "I Sassi, Matera 2019", offrirà al pubblico un’esibizione dall’i...-->continua

24/09/2022 - Rotonda: due secondi posti per Chicky

Ad una settimana dai successi di Modica, gli amici a 4 zampe del rotondese Giovanni di Sanzo sono tornati protagonisti a Grosseto dove è andato in scena un raduno nazionale ed internazionale.
Giovanni è stato presente con Chicky, la sua lagotta che, ieri e...-->continua

24/09/2022 - Friday for future: gli studenti manifestano per il clima

Sappiamo quanto, oggi giorno, la questione climatica sia al centro del dibattito pubblico ed a chi sta più a cuore dei giovani?
Noi che siamo i protagonisti del nostro futuro e, per questo, abbiamo grandi prospettive che non vogliono certo essere deluse. ...-->continua

24/09/2022 - Alla Corte di Guidone: a Brindisi Montagna, un viaggio nel passato che dura da ventiquattro anni

Tornano le Giornate Medioevali di Brindisi Montagna: Dopo due anni di difficoltà per il settore turistico e degli spettacoli dal vivo, le antiche origini toccheranno il presente della nostra storia con il ritorno del format originale per la XXIV ed. Nel 2021 l...-->continua

E NEWS











WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo