HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

Prototipi di biscotti stampati in 3D dai ragazzi delle scuole lucane

9/12/2019

Il biscotto ‘ideale’ ispirato a Matera è uno dei progetti sviluppati dalle scuole, da domani in esposizione nella mostra ‘Scuole tra passato e futuro’ negli Ipogei di Piazza San Francesco d’Assisi.
Un prototipo di biscotto ‘ideale’ stampato in 3D dai ragazzi lucani e ispirato a Matera e ai valori della Dileo Pietro Spa, impegnata nella produzione di prodotti da forno con origini nel 1663 e ‘School partner’ del ricco programma di appuntamenti dedicati alle scuole dell’ambito di ‘Matera 2019’.
L’originale idea, concepita da due classi delle scuole medie degli istituti comprensivi ‘Don Lorenzo Milani’ di Potenza e ‘Minozzi - Festa’ di Matera, fa parte del progetto ‘Patrimonio in gioco’ organizzato nell’ambito di ‘Matera 2019’ e che ha coinvolto 60 classi primarie e secondarie di primo grado della Basilicata nella scoperta, in un’ottica nuova, del concetto di ‘patrimonio’. Le classi delle scuole primarie hanno sviluppato elaborati su temi legati al territorio, come il paesaggio o le donne che hanno fatto la storia dei luoghi, mentre le classi delle scuole secondarie hanno reinterpretato e riprodotto con stampanti 3D oggetti identificativi del proprio territorio.
Tra questi, anche alcuni prototipi di biscotti in 3D realizzati dalle due classi, con forme che richiamano il pane di Matera, il cuccù (fischietto a forma di gallo in terracotta), la cattedrale e il vecchio logo di Matera 2019; tutte le creazioni e gli elaborati del progetto ‘Patrimonio in gioco’ saranno esposti nella mostra permanente ‘Scuole tra passato e futuro’ aperta al pubblico da domani al 31 dicembre negli Ipogei di piazza San Francesco d’Assisi.
Per presentare il progetto, stampare in 3D alcuni biscotti e conoscere dal vivo azienda e processo produttivo, i ragazzi delle due scuole che hanno ideato e creato i prototipi di biscotto faranno visita allo stabilimento Di Leo, a partire dalle 10 di domani.
«Per la nostra azienda è stato un onore affiancare Matera – dichiara Francesco Altieri, presidente della Dileo Pietro SpA – durante questo storico anno. Con il ruolo di school partner, abbiamo apprezzato le tante attività sviluppate da migliaia di bambini e adolescenti finalizzate alla scoperta, in un’ottica nuova, del concetto di patrimonio. Concetto che da sempre ispira le scelte della Di Leo, impegnata a far rivivere ‘tutto il buono di una volta’, cioè quel patrimonio di tradizione, genuinità e artigianalità che si tramanda da centinaia di anni».
«Ci complimentiamo con questi ragazzi – conclude Altieri - per la creatività, l’inventiva e l’entusiasmo con i quali hanno dato vita al loro biscotto ideale, cogliendo la sfida di questo progetto finalizzato a riscoprire, con l’uso delle nuove tecnologie, i valori del nostro territorio. Ci impegneremo a verificare se sarà possibile avviare la produzione di uno di questi prototipi».



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
14/07/2020 - Palazzetto dello sport di Lagonegro: cominciati i lavori

Sono cominciati i lavori di rifacimento e ristrutturazione del palazzetto dello sport di Lagonegro, in provincia di Potenza, la cui progettazione era stata avviata già nel mese di maggio del 2017. Il cantiere è stato consegnato nella mattinata di lunedì 13 luglio scorso, con...-->continua

14/07/2020 - Potenza,terzo e ultimo appuntamento con Oasi Cinema

Terzo ed ultimo appuntamento con OasiCinema, il cinema dell’ecologia, rassegna organizzata da Zer0971 Associazione di Promozione Sociale, mercoledi 15 luglio alle ore 21 presso il Cortile del Museo Archeologico Nazionale “Dinu Adamesteanu” in centro storico a ...-->continua

14/07/2020 - Un Guida turistica di Aliano realizzata dagli studenti

La città di Aliano mette a disposizione dei visitatori, dei turisti e degli stessi cittadini una utilissima e interessante guida redatta in italiano, inglese e francese per far conoscere e visitare al meglio i luoghi che hanno ispirato il “Cristo si è fermato ...-->continua

13/07/2020 - ''Arte in orto'': il recupero delle coltivazioni della tradizione

Negli orti che i nostri nonni e i nostri genitori coltivavano nel secolo scorso c’erano specie che oggi stanno scomparendo.
Si mangiavano prodotti biologici raccolti a kilometri zero.
Bastavano, quasi sempre, per i bisogni delle famiglie. All’occorrenz...-->continua

E NEWS





WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo