HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Il dialogo, tra cultura, fede, storia: un incontro a Senise

13/12/2012



“Il linguaggio come casa dell’essere” e il dialogo interpersonale, interculturale e interreligioso come mezzo per la costruzione di una società migliore. Sono state queste le tematiche affrontate al seminario “il Dialogo” , organizzato dal Rotary Club “Senise - Sinnia” e tenutosi presso l’aula “Don Pino Terracina” dell’ISIS “Sinisgalli” di Senise. Ad aprire il dibattito, mediato da Francesco Addolorato, è stato il prof. Filippo Gazzaneo, presidente del Rotary Club di Senise che, dopo il tradizionale “saluto alle bandiere” e i doverosi ringraziamenti agli ospiti, rifacendosi ad alcune considerazioni del filosofo Heidegger e del giurista Gustavo Zagrebelski, ha tenuto a sottolineare come: "nella nostra condizione di “uomini gettati nel mondo”, bisogna avere la consapevolezza che di fronte a noi ci sono persone che hanno la loro esistenza. E’ necessario, pertanto, recuperare il valore del dialogo e la natura stessa delle relazioni umane". Gli onori di casa sono spettati alla preside Maria Ciancio che partendo dal “primo grande dialogo” tra Dio e Adamo ha fatto un breve excursus sul valore del “logos” nella filosofia e nella letteratura. A dare il benvenuto dell’intera cittadinanza agli ospiti eminenti è stato il primo cittadino Giuseppe Castronuovo il quale ha evidenziato, nel suo intervento, che "il dialogo è importante se serio e costruttivo, ossia volto ad affrontare i problemi e a ricercarne le giuste soluzioni, evitando contrapposizioni improduttive". Tra gli interventi più attesi vi è stato quello del medico psichiatra e psicoterapeuta prof. Alessandro Meluzzi, noto ai più grazie alla sua frequente partecipazione a programmi di approfondimento di cronaca nera. Il professore ha esordito sostenendo che " nell’era dei media, non c’è nulla di meglio che guardare direttamente negli occhi i propri interlocutori. Il linguaggio, infatti, deve necessariamente trovare una correlazione con l’essere, altrimenti si rischia di imbattersi nel linguaggio puro, fine a se stesso, tipico dei sofisti; proprio quel linguaggio capace di affermare tutto e il contrario di tutto". Appellandosi poi alla folta platea giovanile composta dalle ultime classi dei diversi corsi dell’Istituto, il dottor Meluzzi ha continuato: "Ci sono due mali da estirpare: l’intolleranza e il nichilismo. Di fronte al nulla infatti non possiamo rispondere con il nulla, perché “nulla più nulla” ci da ancora il nulla, ossia la completa mancanza di speranza". Il tema del dialogo interreligioso è stato invece affrontato da Sua Eccellenza Mons. Francesco Antonio Nolè, vescovo della diocesi di Tursi-Lagonegro. "Non dobbiamo preoccuparci di piacere" ha sostenuto il prelato " ma di dire, anzi di servire la verità. Dio ha detto una sola parola ed essa si è fatta carne. E’ necessario sentirsi parte di una religione di persone fondata sul dialogo, non di una religione fondata su libri e dogmi. Il dialogo infatti aiuta o serve a crescere, il monologo di chi è chiuso nelle proprie idee, al contrario, è sterile". La tematica del dialogo interculturale è stata invece affrontata da un altro personaggio illustre di origine senisese: Silvana Arbia, giudice della Corte Internazionale Penale dell’Aja . " Pochi giorni fa, a Roma" - ha dichiarato l’Arbia - "abbiamo celebrato l’anniversario della stipula della Dichiarazione Universale dei diritti umani. Oggi, come ieri" ha continuato il celebre giudice " è necessario avere la consapevolezza che ogni uomo nasce libero e se i diritti basilari vengono riconosciuti solo ad una parte della società, non si avrà mai il raggiungimento di un’autentica pace universale su cui costruire il dialogo tra le nazioni". Di “dialogo e parlamentarismo” ha parlato invece Giovanna Di Sario, studente presso l’ISIS Sinisgalli.Dopo una serie di interventi e domande da parte del pubblico, a cui hanno provveduto a rispondere i relatori in base al proprio ambito di competenza, ha tratto le conclusioni il dott. Ninì Zagaria, assistente del governatore del Distretto Rotary 2120 Puglia e Basilicata, il quale dopo aver raccontato le origini, gli scopi e i fini del Rotary Club a livello internazionale, ha ricordato l’importanza di un azione sinergica dei giovani in merito allo sfruttamento delle risorse offerte dal proprio territorio. Al termine del convegno il Rotary Club “Senise-Sinnia” ha offerto al giudice Arbia una medaglia di riconoscimento, rievocante lo storico fondatore americano del club Paul P. Harris.

Mario Golia


(clicca qui per il VIDEO lungo)

Watch live streaming video from siritidechannel at livestream.com



ALTRE NEWS

CRONACA

21/09/2020 - Montalbano J.: truffa su acquisto Play-Station, carabinieri denunciano una donna
21/09/2020 - Emergenza Covid: la task force comunica 7 nuovi positivi
21/09/2020 - Avigliano: la Polizia denuncia un uomo per aver fotografato il suo voto
20/09/2020 - Elezioni, fotografano schede votate: 2 denunciati a Matera

SPORT

20/09/2020 - Serie D/H, Picerno: patron Curcio su nuovo Cda e trasferimento a Villa d'Agri
20/09/2020 - Preparazione del Futsal Senise in vista della serie B
20/09/2020 - Serie D/H, Francavilla. Cupparo: ‘Ufficializzato Galdean. Siamo in ritardo ma presto nuovi arrivi’
19/09/2020 - Serie D/H: il Picerno giocherà a Villa d’Agri e ‘promuove’ 6 under

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

21/09/2020 Sospensioni idriche

Picerno: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti. PICERNO: Seguenti Zone : Alto Cesine, Strada Tarallo, Strada Marmo I e II, Sp 83, SS 94; Strada Della Cantoniera, Toppo del Fico, Toppo del Casino, Strada Delle Querce, Strada Degli Orti, Strada del Melandro, Strada Castelli e Strada Pantano di Vose.
Montemurro: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 13:00 alle ore 16:00 salvo imprevisti. MONTEMURRO: Contrade Castelluccio e deserti.

19/09/2020 Comunicazione di sospensione idrica oggi in Basilicata

Venosa: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 08:30 di oggi fino al termine dei lavori. VENOSA: Largo Lodovisi, Via Mad. Degli Angeli, via R. Girasoli e vie limitrofi.

Picerno: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 17:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti. PICERNO: Strada Montagna, Strada Convento-Montagna, Strada Torretta, Strada Chiusi, Via don Minzoni

18/09/2020 comunicazione di sospensione idrica oggi in Basilicata

Marsico Nuovo: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 19:00 di oggi fino al termine dei lavori. MARSICO NUOVO: Contrada Pergola e zone limitrofe

Sarconi: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 00:00 alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti.

Picerno: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 17:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti. PICERNO: Seguenti Zone: Strada Montagna, Strada Convento - Montagna, Strada Torretta, Strada Chiusi e Via don Minzoni

Sant'Angelo Le Fratte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 17:30 di oggi alle ore 07:30 di domani mattina salvo imprevisti. SANT'ANGELO LE FRATTE: Contrada Fellana, Farisi, Macchitelle, Matine, parte di San Vito e zone limitrofe

Baragiano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 16:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina salvo imprevisti. BARAGIANO: Contrada Isca della Botte;

Un anno fa l’incendio della Felandina. Chi ricorda Eris Petty?
di Libera Basilicata

Il 7 agosto 2019, un incendio divampato da una bombola di gas utilizzata per una cucina, ha distrutto l’intero complesso uccidendo Eris Petty, una giovane donna nigeriana ospite della struttura. A seguito di questo evento, il ghetto si è andato progressivamente svuotando fino allo sgombero definitivo deciso dalle autorità competenti e avvenuto il 28 agosto 2019. Gran parte delle persone hanno iniziato dunque a spostarsi nella zona dell’Alto Bradano dove nel ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo