HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

''Chiudete il CpR di Palazzo San Gervasio'', presidio a Potenza

26/05/2024



Oggi in piazza Prefettura a Potenza si è svolto  il presidio per chiedere la chiusura definitiva del Centro permanente per il rimpatrio di Palazzo San Gervasio. Di seguito il documento sottoscritto da associazioni, sindacati e movimenti  che aderiscono all’iniziativa e indirizzato al Prefetto.


 


Negli ultimi cinque anni sono morte 14 persone nei Cpr, 14 persone con una storia alle spalle. C'è chi è scappato dalla fame, chi dalla sete, chi dalla povertà , chi dalla guerra, chi da tutte queste cose messe insiene, una fuga alla ricerca di un futuro migliore per se e per i propri cari. Tra queste persone c'è anche Ozaro, deceduto in circostanze anomale nel Cpr di Palazzo San Gervasio. Il sospetto che queste persone rinchiuse nei Cpr vengano torturate, costrette all'assunzione di psicofarmaci, così come le inchieste giornalistiche e la Procura di Potenza stanno facendo emergere, è un sospetto che va contro i principi fondamentali della nostra Cistituzione e di quelli sanciti dai trattati Europei. Per tali motivi ci rivolgiamo a Lei con preoccupazione per esprimere la nostra profonda inquietudine riguardo alla situazione umanitaria e ai diritti fondamentali delle persone detenute nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Palazzo San Gervasio. Come Cittadini responsabili, riteniamo che la dignità umana e il rispetto dei diritti civili debbano essere al centro di ogni politica e azione istituzionale amministrativa.


Diverse organizzazioni internazionali, nazionali e locali hanno evidenziato le condizioni inadeguate e i trattamenti non conformi agli standard sui diritti umani di questo Centro. In aggiunta, il mantenimento di tale struttura rappresenta un onere economico notevole per la collettività che potrebbe essere più saggianente investito in programmi di integrazione e supporto a favore dei migranti, mirati alla costruzione di una comunità più inclusiva e solidale. Pertanto Le chiediamo la chiusura immediata e definitiva del Centro di permanenza per il rimpatrio di Palazzo San Gervasio, invitando la Sua istituzione ad esplorare alternative più umane ed efficaci per la gestione delle questioni legate all'immigrazione, che non solo rispettino i diritti di ogni individuo, ma che promuovano anche un'integrazione sociale costruttiva.


Confidando nel Suo impegno verso la giustizia e il perseguimento della legalità, l'auspicio è che tale richiesta possa guidare una riflessione critica e un cambiamento significativo su questa problematica. La ringraziamo per l'attenzione e restiamo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento o discussione in merito a questa urgente e grave questione.




ALTRE NEWS

CRONACA

21/06/2024 - Basilicata. Rischio eruzione Campi Flegrei, riunione in Prefettura a PZ
21/06/2024 - Matera: eseguito un complesso intervento di cesareo ed asportazione di un tumore
21/06/2024 - Stato di agitazione lavoratori Aias di Potenza
21/06/2024 - Marsiconuovo: ciclista si perde tra i boschi, recuperato dopo allerta al 112

SPORT

20/06/2024 - A Lorica il primo raduno tecnico interappenninico Fisi
20/06/2024 - Nuovo innesto in casa Rinascita: è Filippo Franza
19/06/2024 - Tenta di aggredire tifoso della Juve Stabia, 5 anni di Daspo a ultrà del Potenza
18/06/2024 - Il Gorgoglione si aggiudica anche la dodicesima edizione del Torneo del Sauro

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

Non con i miei soldi. Non con i nostri soldi
di don Marcello Cozzi

Parlare di pace in tempi di guerra è necessario, ma è tardi.
Non bisogna aspettare una guerra per parlarne. Bisogna farlo prima.
Bisogna farlo quando nessuno parla delle tante guerre dimenticate dall'Africa al Medio Oriente, quando si costruiscono mondi e società sulle logiche tiranniche di un mercato che scarta popoli interi dalla tavola dello sviluppo imbandita solo per pochi frammenti di umanità; bisogna farlo quando la “frusta del denaro”, come ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo