HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Rapina violenta a un magistrato di Brindisi, arrestato

20/05/2024



In data odierna, su disposizione della Procura della Repubblica di Potenza, militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Taranto, coadiuvati da personale della Compagnia Carabinieri di Manduria e del Nucleo cinofili di Modugno, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Potenza, su richiesta di questo Ufficio, hanno tratto in arresto De Fazio Alfredo residente nella città messapica, in quanto gravemente indiziato di rapina, lesioni personali e tentata estorsione in danno di magistrato in servizio presso il Tribunale di Brindisi. Indagato per tale reato anche altro soggetto, Dimitri Giuseppe, nei cui confronti non è stata emessa misura cautelare dal Gip nei cui confronti comunque è stata disposta perquisizione locale.
Sulla base degli indizi raccolti in fase di indagine, grazie ad escussioni testìmoniali, attività tecniche, nonché attraverso lo studio dei tabulati telefonici per verificare gli spostamenti degli indagati e della vittima, grazie alla geolocalizzazione degli stessi, e ferma restando la presunzione d’innocenza fino a sentenza definitiva, l’arrestato, nel corso di una rapina avvenuta nel dicembre 2022, avrebbe aggredito la vittima colpendola più volte, allo scopo di sottrarle un orologio ed uno smartphone, dal valore stimato complessivo di alcune migliaia di euro, per poi tentare di farsi consegnare una somma con 1 usuale schema del cosiddetto “cavallo di ritorno”, come corrispettivo per la restituzione della refurtiva, non riuscendovi. Durante la perquisizione, a casa dell’indagato Dimitri, sono stati rinvenuti circa 80 grammi di hashish e più di 20 grammi di eroina, nonché materiale vario per il confezionamento come un bilancino di precisione e vari strumenti da “taglio”. Prima di aprire la porta ai Carabinieri, il Dimitri, secondo quanto evidenziato dai verbalizzanti, avrebbe tentato di disfarsi di un involucro, lanciandolo da una finestra del suo appartamento, in un campo adiacente, involucro, subito dopo, ritrovato dai Carabinieri, grazie, anche alla presenza delle unità cinofile e ad un rastrellamento eseguito dai militari stessi.
L’involucro è risultato contenere un panetto di eroina, dal peso di circa 350 grammi, pertanto 1 uomo veniva tratto in arresto in flagranza di reato dai Carabinieri per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. La relativa convalida dell’arresto sarà svolta innanzi all’autorità giudiziaria di Taranto.




ALTRE NEWS

CRONACA

21/06/2024 - Basilicata. Rischio eruzione Campi Flegrei, riunione in Prefettura a PZ
21/06/2024 - Matera: eseguito un complesso intervento di cesareo ed asportazione di un tumore
21/06/2024 - Stato di agitazione lavoratori Aias di Potenza
21/06/2024 - Marsiconuovo: ciclista si perde tra i boschi, recuperato dopo allerta al 112

SPORT

20/06/2024 - A Lorica il primo raduno tecnico interappenninico Fisi
20/06/2024 - Nuovo innesto in casa Rinascita: è Filippo Franza
19/06/2024 - Tenta di aggredire tifoso della Juve Stabia, 5 anni di Daspo a ultrà del Potenza
18/06/2024 - Il Gorgoglione si aggiudica anche la dodicesima edizione del Torneo del Sauro

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

Non con i miei soldi. Non con i nostri soldi
di don Marcello Cozzi

Parlare di pace in tempi di guerra è necessario, ma è tardi.
Non bisogna aspettare una guerra per parlarne. Bisogna farlo prima.
Bisogna farlo quando nessuno parla delle tante guerre dimenticate dall'Africa al Medio Oriente, quando si costruiscono mondi e società sulle logiche tiranniche di un mercato che scarta popoli interi dalla tavola dello sviluppo imbandita solo per pochi frammenti di umanità; bisogna farlo quando la “frusta del denaro”, come ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo