HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Metapontino: scoperta truffa nel settore dei fondi europei

26/10/2020



La Compagnia della Guardia di Finanza di Policoro ha condotto un’articolata attività di polizia economico-finanziaria nei confronti di una Società di persone dell’area sinnica destinataria di un contributo europeo per oltre 90.000 euro, erogato dalla Regione Basilicata nell’ambito delle agevolazioni per lo sviluppo e la qualificazione della filiera turistica del “Metapontino Basso Sinni”.

Gli accertamenti, svolti attraverso l’analisi della documentazione contabile, bancaria e vari rilevamenti sul posto, hanno consentito di appurare come il rappresentante legale della società, titolare di una nota struttura ricettiva della zona, al fine di ottenere le provvidenze in parola, necessarie per ristrutturare l’attività, avesse presentato alla Regione Basilicata fatture attestanti l’acquisto di beni informatici (non conferenti con l’attività esercitata), presso una ditta individuale intestata ad un familiare, indicando costi notevolmente maggiorati rispetto al prezzo originario.

In tal modo, la società controllata ha fruito di una “sovrafatturazione” finalizzata a prospettare una spesa sostenuta sensibilmente più elevata rispetto ai normali prezzi e condizioni di mercato, in contrasto con quanto previsto dal Bando Regionale.
Peraltro, i suddetti importi, artatamente gonfiati, annotati sui registri obbligatori, hanno consentito un indebito risparmio di imposta.

I responsabili sono stati segnalati alla Procura competente sia per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche (art. 640 bis c.p.) che per i reati di emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti (artt. 2 ed 8 del D.Lgs. 74/2000).

Gli interventi della Guardia di Finanza nel comparto delle uscite del bilancio comunitario, esperiti per evitare un utilizzo improprio dei fondi destinati allo sviluppo delle zone economicamente disagiate, mirano altresì alla tutela delle imprese che agiscono nella piena legalità e nel rispetto delle leggi.




ALTRE NEWS

CRONACA

5/12/2020 - Covid19 Basilicata: 145 nuovi positivi, 155 guariti e 8 decessi
5/12/2020 - COVID-19: Ordinanza n. 47 del Presidente della Regione Basilicata
5/12/2020 - Maltempo in Basilicata: instabilità e allerta gialla
5/12/2020 - ''L'odissea di mio padre 77enne, deceduto all'ospedale di Matera''

SPORT

5/12/2020 - Il Futsal schianta il Real Terracina e vince la sua prima partita in Serie B
5/12/2020 - Serie B/F: nel pomeriggio il Futsal Senise in campo a Terracina
4/12/2020 - Lauria: è morto l’ingegner Papaleo, presidente della Ruggiero in Interregionale
4/12/2020 - Serie D/H, Picerno: guariti i due giocatori positivi lo scorso 12 novembre

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

4/12/2020 Comunicazione Sospensione idrica in Basilicata

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 10:15 alle ore 12:15 di oggi salvo imprevisti. POTENZA: C.da Botte, C.da Torretta e zone limitrofe

Barile: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:00 di oggi fino al termine dei lavori. BARILE: RIONE CONVENTO

1/12/2020 Sospensione Idrica oggi in Basilicata

Marsico Nuovo: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:15 di oggi fino al termine dei lavori. MARSICO NUOVO: Rione Fontanelle e zone limitrofe

Tolve: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori. TOLVE: Contrade: Fontana Caporale, Stinco, Colonna Vecchia e zone limitrofe

29/11/2020 Sospensione idrica oggi in Basilicata

Montemurro: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 08:15 di oggi fino al termine dei lavori. MONTEMURRO: Vicolo francesco bozzari e zone limitrofe

La violenza sulle donne: quanta strada da fare
di don Marcello Cozzi

Ci sono Aisha, Waris, Nada, Ayaan, infubalate e costrette a sposarsi ancora bambine.
E poi Sampat, Diana, Hevrin, Marielle, Ruth, Roxane che hanno pagato con la vita, con la fuga o con la discriminazione il diritto alla libertà sessuale, ad un'appartenenza di casta o al colore della pelle
C'è Malala, pakistana, condannata a morte dai talebani perché reclama il diritto allo studio per le donne.
C'è Ipazia, filosofa e matematica che agli albori de...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo