HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

''Maria Adalgisa si era rivolta all'associazione Gazebo rosa''

31/07/2020



Maria Adalgisa Nicolai, la ricercatrice 59enne originaria di San Severino Lucano e uccisa a Portici dal compagno prima che si suicidasse, aveva chiesto aiuto a un’associazione. È questo quanto rivela “Fanpage” sull’omicidio-suicidio di via Libertà dello scorso 27 luglio.
Da quanto era emerso, la ricercatrice lucana non aveva mai sporto denuncia per violenze o minacce contro Giovanni Fabbrocino, così si chiamava il compagno di 65 anni, tuttavia si era rivolta all’associazione “Gazebo Rosa” già un mese prima della tragedia.
La conferma arriva dalle dichiarazioni rese a Fanpage da Rosa Visciano, presidente, e Veronica Polese, volontaria, della onlus che tutela donne e minori che subiscono episodi di violenza.
“Si era rivolta a noi – afferma Visciano – chiedendoci aiuto e non era una coppia tranquilla, in casa si sentivano sempre schiamazzi. Non erano una coppia, lo sono stati in passato. Da noi è venuta ed era molto impaurita. Era molto magra ed aveva uno sguardo spento, non quello che si vede nelle foto pubblicate. Era venuta da noi a fine giugno. Era una donna molto perbene, ci ha detto che lui doveva prendere degli psicofarmaci che non ha mai assunto perché era ipocondriaco. Voleva distruggere tutto, affinché non rimanesse nulla e, a questo punto, supponiamo che anche Maria dovesse essere di nessun altro”.
“Lui – aggiunge Veronica Polese – minacciava che voleva buttarsi giù e faceva queste sceneggiata per ricattarla moralmente. Per cui, non era affatto tranquilla e una volta è stata anche minacciata col coltello e per questo è venuta da noi”.
“Non immaginavano che sarebbe accaduto quello che è successo – aggiunge Visciano – e avremmo anche voluto aiutare lui. Lei ci ha raccontato tutto quello che aveva dentro e le avevamo detto che avrebbe dovuto ritrovare se stessa e aveva iniziato un percorso che aveva bisogno di tempo. Era una persona davvero eccezionale, il nostro rammarico è che ormai non si può fare più nulla”.
La ricercatrice di Agraria della Federico II era stata uccisa con una serie di coltellate, dall’uomo che subito dopo si è lanciato nel vuoto dal quarto piano morendo sul colpo.

Gianfranco Aurilio
Lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

11/05/2021 - Revocate le zone rosse di Lavello, Craco, Castelluccio Inf. e Sup. Istituita Ripacandida
11/05/2021 - Sospensioni vaccini: ''sarà possibile recuperare entro il 15 maggio''
11/05/2021 - Trecchina:viaggiava con 28 grammi di hashish ed una banconota falsa
11/05/2021 - Covid: 3 decessi, 82 nuovi casi e 267 guariti su 1.484 test molecolari

SPORT

11/05/2021 - Partito il campionato regionale di Eccellenza Femminile
11/05/2021 - Turno infrasettimanale per la PM Asci Potenza
11/05/2021 - Sitting volley: al via il campionato nazionale con due squadre di Rotonda
10/05/2021 - Una sconfitta pesante per la P2M En&Gas Potenza

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

10/05/2021 Sospensione idrica a Oppido

Oppido Lucano: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 04:45 di oggi fino al termine dei lavori. OPPIDO LUCANO: Via Zanardelli e zone limitrofe.

7/05/2021 Sospensione idrica a Melfi

Melfi: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 09:00 di domani mattina fino al termine dei lavori. MELFI: Frazione Leonessa.Si potrebbero verificare cali di pressione o mancanza di erogazione idrica

6/05/2021 Sospensioni idriche

Grottole: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 12:30 di oggi fino al recupero del livello. GROTTOLE: Abitato.

Grassano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 13:00 di oggi fino al recupero del livello. GRASSANO: Rete alta abitato Centro Storico.

Le parole sono pietre
di Mariapaola Vergallito

Le parole sono pietre. E così capita che in Basilicata, in un fazzoletto di territorio nemmeno troppo grande, nel giro di pochi giorni accadano due episodi, che abbiamo raccontato, e che devono necessariamente provocare una riflessione con conseguenti prese di posizione.


-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo