HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Agguato Vaglio: si cerca anche un'auto “civetta”

23/01/2020



A margine della riunione di questa mattina in Prefettura del Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, al quale hanno partecipato anche le Società Potenza Calcio, AZ Picerno, A.S. Melfi, C.S. Vultur 1921 e Lavello, oltre al Comitato Regionale della FIGC, il prefetto di Potenza Annunziato Vardè ha esortato ancora una volta affinché venga dato "un segnale forte”, chiedendo “la sospensione del campionato di Eccellenza”.

La morte di Raciti – Circostanza che la Lega ha valutato ed, in proposito, è stato emanato un comunicato.
Nonostante la richiesta del sindaco di Rionero, il presidente della Vultur Mario Grande ha escluso ancora una volta categoricamente l’ipotesi del ritiro postando un “Giù le mani dalla Vultur”.
Anche la società del Melfi ha fatto sapere a chiare lettere che non intende ritirare la squadra, eventualità, quella del ritiro delle squadre, cui nessuno pensò minimamente di ricorrere dopo gli altrettanto terribili fatti della notte di quel drammatico 2 febbraio del 2007 quando, in occasione del derby di Serie A tra Catania e Palermo giocato al “Massimino”, l'ispettore del reparto Mobile Filippo Raciti di 38 anni, sposato con due figli, fu ucciso ancora dalla follia degli Ultrà. In quella occasione furono arrestai 9 tifosi etnei, cinque adulti e quattro minorenni, e il campionato si fermò per due settimane e riprese regolarmente con Palermo e Catania, senza che nessuno ebbe nulla a che ridire. La giustizia fece il suo corso condannando Antonino Speziale (all’epoca minorenne) e Daniele Micale, rispettivamente, ad 8 ed 11 anni di reclusione.

Indagini – Intanto, stanno proseguendo gli interrogatori di garanzia dei 26 ultrà rinchiusi nelle carceri di Salerno, Potenza, Matera e Taranto.
Tra questi c’è anche Salvatore Laspagnoletta, il 30 enne supporter melfitano accusato di omicidio per la morte di Fabio Tucciariello.
Per gli altri 25 sostenitori della Vultur, tra cui anche un minorenne, l’accusa è di tentate lesioni aggravate, danneggiamento e detenzione aggravata di oggetti atti ad offendere.
Da quanto si è appreso, gli investigatori stanno cercando una ventina di tifosi rioneresi che si sarebbero dileguati dopo gli incidenti: sembra che in tre possano aver raggiunto la stazione di Potenza facendo l’autostop e che, secondo quanto detto da chi li ha accompagnati, oltre ad essere “sporchi di fango”, emanassero “un forte odore di alcool”.
Inoltre, accanto ai 6 minivan che hanno accerchiato l’auto dei tifosi del Melfi, secondo gli inquirenti è possibile la presenza di un altro veicolo “civetta” che monitorava “gli spostamenti dell’auto della tifoseria avversaria per poi avvertire i tifosi della Vultur”.
Sull’auto attaccata dagli ultrà della Vultur viaggiavano altre due persone, finite in Ospedale e, una di queste, sembra abbia parlato di aggressione da parte “di persone incappucciate”.

Comunicato della Lega – La società che hanno partecipato questa mattina al vertice in Prefettura hanno reso note le azioni che verranno intraprese per contrastare il tifo violento. In un comunicato della Lega si legge che “le società si impegnano ad adottare ogni azione mirante al monitoraggio delle attività delle proprie tifoserie, sui social network e negli stadi, con l’obiettivo di isolare e segnalare qualsiasi tipo di intemperanza anche con riferimento a cori e striscioni offensivi nei confronti degli avversari e delle forze dell’ordine”.
“Dopo attenta riflessione si è ritenuto di sospendere per una gioranta il campionato regionale di Eccellenza; pertanto le gare in programma domenica 26 gennaio saranno disputate in data 2 febbraio e quelle in programma il 2 febbraio saranno disputate il 5 febbraio”.
“Tutte le società – prosegue ancora la nota – dei campionati lucani LND (compresi i SGS ed il calcio a 5) prima del calcio d’inizio, leggeranno un comunicato stilato dal CRB inneggiante i valori sportivi”.
“Il presidente del Potenza Calcio ed il sindaco del capoluogo di Regione hanno offerto la disponibilità dello Stadio Viviani per una gara amichevole tra le prime squadre di Vultur e Melfi alla presenza delle Istituzioni locali e delle scolaresche delle rispettive comunità”.
“Altre iniziative delle due società saranno intraprese durante la stagione calcistica e rese note a cura del CRB”.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

31/03/2020 - Emergenza Covid-19: aggiornamento dati del 31 marzo
31/03/2020 - Covid-19: ancora una vittima. È un imprenditore di Paterno
30/03/2020 - Coronavirus: nuovo caso a Tricarico, totale salito a 40
30/03/2020 - Coronavirus, Trecchina: guarito il paziente numero 1 della Basilicata

SPORT

31/03/2020 - Scomparsa del presidente del Paternicum, il cordoglio del LND Basilicata
30/03/2020 - Picerno:estratto del lungo intervento del DG Mitro
28/03/2020 - Volley, PVF Matera: domenica teaser de “Il settimo giocatore”
27/03/2020 - FCI Basilicata:stop all’attività ciclistica per la tutela dei tesserati

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

31/03/2020 Sospensione idrica oggi in Basilicata

Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 16:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina salvo imprevisti. MURO LUCANO: Seguenti Contrade: Contrada Bussi, Contrada Zaparone, Contrada San Luca e Contrada Santa Maria Indorata

28/03/2020 Comunicazione di sospensione idrica a Sant'Angelo Le Fratte

Sant'Angelo Le Fratte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti. SANT'ANGELO LE FRATTE: Paese e frazioni

27/03/2020 Terremoto di magnitudo 2 a Forenza

Piccola scossa di terremoto di magnitudo 2 si è verificata questa mattina a Forenza in Basilicata. Il sisma è stato registrato dalla Sala Sismica INGV-Roma alle ore 08:02 Italiana a 2 km NW Forenza (PZ) ad una profondità di 10 km. Non ci sono stati danni e nessuna replica

Il fiume, la stella e il piccolo angelo
di Mariapaola Vergallito

Quella paura che ci attanaglia per tutto ciò che è l’emergenza Covid 19, che prepotentemente è entrata anche nella nostra regione, il timore degli altri, le parole spesso sbagliate, le frasi scritte in fretta sui social che poi diventano macigni, la quarantena forzata e la quarantena dell’empatia verso gli altri.
Tutto il male è stato cancellato. Al suo posto è arrivato il dolore.
Al suo posto è arrivata una lancia a spezzare i nostri cuori , a rende...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo