HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Galdo-Pollino: i sindaci chiedono ‘tempi certi e celeri’

7/11/2019



I Sindaci e le Amministrazioni Comunali di Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Viggianello, Rotonda, e Lauria continuano la loro battaglia congiunta per una rapida risoluzione delle problematiche riguardanti la viabilità delle strade provinciali ex SS 19, SP 4 e 34 (viabilità Galdo-Pollino).
Da anni, le comunità sopracitate denunciano le gravi condizioni di sicurezza in cui versa detta arteria, attraversata quotidianamente dai cittadini e dagli studenti che vedono messa in pericolo la loro incolumità. La stessa è infatti allo stesso tempo interessata dal passaggio dei mezzi pesanti a servizio dello stabilimento delle acque minerali San Benedetto di Viggianello e dell’impianto a biomasse della Società Mercure Srl (ex Enel) di Laino Borgo.
Facendo presente la necessità di urgenti ed imminenti opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, i primi cittadini, minacciano proteste e blocchi forzati della viabilità al fine di sbloccare l’ormai annosa questione divenuta vero problema di carattere sociale per l’intera area del Mercure e del Pollino.
Decisi a portare avanti sempre con maggiore determinazione e forza la loro congiunta azione politica e di protesta, i Sindaci avevano annunciato un primo sciopero per la giornata di lunedì 11 Novembre.
In data 05.11.2019 arriva la nota dell’Assessore alle Infrastrutture, Arch. Merra che comunica l’arrivo in data 24 Ottobre della convenzione dal Ministero delle infrastrutture per un importo pari a 17 milioni di euro finanziati dal Piano Operativo delle Infrastrutture FSC 2014-2020.
I Sindaci accolgono positivamente la notizia, ma chiedono ora tempi certi e celeri e continueranno la loro mobilitazione sempre più attiva in nome della sicurezza dei loro concittadini, annunciando clamorose iniziative di protesta qualora l’iter burocratico subisse qualche altro stop.



ALTRE NEWS

CRONACA

6/06/2020 - Provincia di Potenza: 14 persone denunciate e 5 segnalate in più comuni
6/06/2020 - Emergenza Covid-19, aggiornamento del 6 giugno (dati 5 giugno)
6/06/2020 - Cia-agricoltori: battuta d’arresto per produzioni Dop, Igp, Stg
5/06/2020 - Asp: ripresa l’attività di prenotazione attraverso il CUP

SPORT

6/06/2020 - ''Gruppo 31'' contro retrocessioni in D: 'nessuna risposta alla diffida''
6/06/2020 - ‘Riprendono le bocce, ma ancora fermi gli atleti paralimpici’
6/06/2020 - Ripresa delle attività sportive: pubblicato il protocollo attuativo per il calcio giovanile e dilettantistico
4/06/2020 - La FIGC istituisce il Fondo Salva Calcio. Gravina: 'Iniziativa senza precedenti'

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

6/06/2020 Sospensioni idriche

Armento: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:45 di oggi fino al termine dei lavori. ARMENTO: Contrada Scarnata, Contrada Agri e zone limitrofe

5/06/2020 Sospensione idrica a Sant'Angelo Le Fratte

Sant'Angelo Le Fratte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti. SANT'ANGELO LE FRATTE: C/de Fellana, Farisi, Marchitelle e zone limitrofi

5/06/2020 Inps: necessaria una DSU valida per ottenere il Reddito di Emergenza

L’esame delle prime richieste di Reddito di Emergenze (REm) pervenute all’Inps ha evidenziato come numerose domande siano prive di una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) valida.
L’Istituto ha illustrato con la circolare n. 69 del 3 giugno 2020 le norme che disciplinano il REm, la nuova misura di sostegno economico introdotta con il decreto legge n. 34/2020 (articolo 82) in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
Nella circolare è precisato che fra i requisiti richiesti al momento della presentazione della domanda, in aggiunta a quelli socio-economici previsti dalla legge, è indispensabile la presenza di una DSU valida.
In mancanza, la domanda non potrà essere accolta e sarà quindi necessario presentare una DSU valida e, successivamente, una nuova domanda di REm.
Si ricorda che le domande possono essere presentate entro e non oltre il 30 giugno 2020, attraverso i seguenti canali:
- online, dal sito www.inps.it, autenticandosi con PIN, SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di livello 2, CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e CIE (Carta di Identità Elettronica);
- tramite i servizi offerti dai Patronati.

Abbiamo già dimenticato tutto
di Gerardo Melchionda

Dopo il virus Sars-Cov-2, speravamo di non tornare alla “passata normalità” invece, dimenticando tutto, assistiamo alla gioia di una società privata che ha portato in orbita, nello spazio, un equipaggio verso la Stazione spaziale internazionale (Iss). Si suggella la privatizzazione dello spazio e si procede senza freni verso la privatizzazione selvaggia, la mercificazione e la svendita di tutto ciò che è “comune”.
E mentre questo avviene, tra il tripud...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo