HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Latronico: emessa ordinanza per catturare i cinghiali con le gabbie

15/10/2019



Come avevamo anticipato qualche giorno fa, il sindaco di Latronico Fausto De Maria ha emesso un’ordinanza che consente, da venerdì prossimo, di catturare i cinghiali attraverso l’utilizzo di gabbie.
“Nel frattempo che altri enti competenti prendano altri provvedimenti – ha annunciato via social lo stesso primo cittadino del Comune termale –, ho appena emesso ordinanza contingibile ed urgente per la cattura di cinghiali selvatici allo stato brado nel territorio comunale per misure a tutela della pubblica e privata incolumità. L’ordinanza serve per autorizzare la cattura di cinghiali selvatici presenti nel territorio comunale. Da venerdì si proverà a catturare i cinghiali nei pressi dei centri urbani con la gabbia”.
Tra le motivazioni alla base del provvedimento i danni alle persone o cose, nonché i pericoli per la sicurezza stradale per gli incidenti che si sono verificati lungo la Sp 142, di collegamento con la sinnica, e sulla stessa Statale 653.
Accanto a queste ragioni, anche per “la tutela dell’incolumità pubblica e privata”; e, visto il numero elevato, la necessità di “evitare il diffondersi di specifiche malattie infettive”.
I soggetti deputati alla cattura dovranno essere comunicati alle forze dell’ordine, così come i giorni in cui si effettueranno i prelievi che, ovviamente, dovranno svolgersi “nel pieno rispetto delle tecniche generalmente utilizzate in questi casi”.
“Ho fatto richiesta – ha fatto sapere ancora De Maria – anche della collaborazione della Polizia Ambientale Regionale per coadiuvare il direttore delle operazioni di cattura”.
In tutta la Regione Basilicata, si stima che la presenza dei cinghiali possa superare i 200 mila esemplari.
Durante la riunione convocata dal prefetto Vardè, oltre all’incremento dell’attività selettiva, era stata anche paventata l’ipotesi di ricorrere a mangimi che possano rendere sterili questi animali che si riproducono in continuazione.
Mentre, per quanto concerne il problema dello smaltimento delle carcasse, sollevato a più riprese dal sindaco di Lauria Angelo Lamboglia, si era presa in considerazione l’ipotesi dell’incenerimento.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

20/11/2019 - Donna morta a Potenza. Era stata trovata in casa sepolta dai rifiuti
19/11/2019 - Castelluccio Sup.: uomo arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti
19/11/2019 - Chiaromonte: smaltimento illecito, denunciato proprietario di un frantoio
19/11/2019 - Maratea: GdF denuncia lavoratore in nero con reddito di cittadinanza

SPORT

20/11/2019 - Volley Lagonegro: il commento di Falabella dopo la vittoria a Reggio Emilia
20/11/2019 - Judo, a Policoro la finale di Coppa Italia A2 e A1
20/11/2019 - Serie C: dopo ogni trasferta, l’AZ Picerno lascia puliti gli spogliatoi
19/11/2019 - Karting: classifiche 2019 zona 7, Basilicata – Calabria

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/11/2019 COMUNICATO SOSPENSIONI IDRICHE

Tursi: a causa di un guasto improvviso, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica in corso Vittorio Emanuele e zone limitrofe. Il ripristino è previsto al termine dei lavori di riparazione.

19/11/2019 COMUNICATO SOSPENSIONI IDRICHE

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in contrada San Francesco e zone limitrofe dalle ore 12:00 di oggi fino al termine dei lavori.

18/11/2019 Trivigno: interruzione idrica

Per consentire la ripresa del livello ottimale del serbatoio, l'erogazione idrica sarà sospesa nell'intero abitato dalle ore 20.00 di oggi alle ore 06.00 di domani, salvo imprevisti.

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo