HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Roccanova, ponte ‘Ruoscino’: la Provincia avvia le indagini geologiche

8/10/2019



Pochi giorni fa avevamo parlato delle crepe e dell’avvallamento sul ponte “Ruoscino”, nel territorio del Comune di Roccanova.
Il viadotto si trova all’incirca al chilometro 4 della Provinciale 89, arteria che collega tra loro Roccanova e Sant’Arcangelo.
Dopo il crollo del ponte “Morandi”, l’attenzione mediatica si rivolse proprio verso questo tratto dell’arteria percorso quotidianamente da tanti pendolari e studenti.
La Provincia di Potenza ha ribadito a più riprese, anche dopo sopralluoghi, che l’infrastruttura è sotto controllo e non rischia di crollare.
L’Ente, inoltre, aveva fatto sapere che sarebbe intervenuta al più presto attraverso la redazione di un progetto.
Infatti, la stessa Provincia di Potenza ha affidato le “Indagini geologiche e prove di laboratorio propedeutiche alla progettazione dei Lavori di consolidamento e messa in sicurezza della S.P. 133 al km 109+200 nel Comune di Sant’Arcangelo (PZ) e della S. P. 89 al km 4+400 nel Comune di Roccanova”.
Per arrivare alla redazione del progetto esecutivo è indispensabile effettuare prima i rilievi geologici (con la redazione del piano di indagini) dell’opera che dovrà realizzarsi, allo scopo, chiaramente, di capire cosa possa essere fatto.
Le opere sono finanziate dalla Regione Basilicata sulla base di 26 interventi approvati nel 2017: tra i quali rientrano anche questi nei territori di Sant’Arcangelo e Roccanova, finanziati per complessivi 700 mila euro.
Quindi, lo step successivo sarà proprio l’approvazione del progetto che consentirà poi di appaltare i lavori di adeguamento e messa in sicurezza del ponte “Ruoscino”.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

23/10/2019 - Droga. Maconia: nel sottosella 12.500 euro, arrestato
23/10/2019 - Villa d’Agri (PZ): sorpreso mentre catturava cardellini. Denunciato dai Carabini
23/10/2019 - Un tavolo con Cei lucana e Bardi su povertà e volontariato
23/10/2019 - Lagonegro: arrestato un uomo per violenza sessuale

SPORT

23/10/2019 - Serie C, girone C: la Reggina batte il Picerno e vola in testa
23/10/2019 - Serie C: il Potenza non va oltre lo 0 a 0 casalingo con la Cavese
23/10/2019 - Coppa Italia: nessuna sorpresa nei trofei 'Lupo' e 'Tartaglia'
23/10/2019 - Ciclocross show a Viggiano con i campionati regionali FCI Basilicata

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

23/10/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 23 ottobre in Basilicata

Acerenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 18:00 di domani, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Santa Domenica, Pipoli, Finocchiaro, San Germano, Macchione, Fiumarella, e zone limitrofe

Cancellara: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti contrade: Macchia, Scanco e zone limitrofe.

Rionero in Vulture: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa in via Umberto I (nel tratto compreso fra il n.166 ed 196) e vico Storto Umberto I, dalle ore 10:30, salvo imprevisti. Il ripristino è previsto al termine dei lavori in corso.

Cancellara: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa in piazza Sedile, via San Rocco, via Ripa, via Giardino e zone limitrofe, dalle ore 13:00 alle ore 18:30, salvo imprevisti

22/10/2019 Sospensione idrica oggi 22 10 2019

Anzi: a causa di un guasto improvviso alla condotta adduttrice, l'erogazione idrica sarà sospesa nell'intero abitato e in contrada San Donato dalle ore 12:00 di oggi alle ore 07:00 di domani, salvo imprevisti.

20/10/2019 Serie D Girone h

Bitonto-Taranto 3-0
Foggia-Casarano 1-1
Andria -Grumentum0 - 1
Francavilla-Agropoli 5-0
Gelbison-Gravina0 - 0
Gladiator-Fasano 1 - 0
Nardò-Brindisi 2 - 2
Sorrento-Cerignola2- 1
Altamura-Nocerina 2 - 1

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo